CALCIOMERCATO

Serie A, prosegue la battaglia contro il razzismo. La Lazio sceglie Correa come rappresentante

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti

SERIE A RAZZISMO – Prosegue la battaglia della Serie A contro il razzismo. L’ultima iniziativa consiste nell’esporre all’ingresso della Sala Assemblea della Lega Serie A, le opere realizzate dall’artista Simone Fugazzotto in occasione della finale di Coppa Italia tra Lazio e Atalanta. I quadri, raffiguranti tre scimmie, servono a diffondere i valori dell’integrazione, della multiculturalità e della fratellanza. Di seguito le parole di Luigi De Siervo, Amministratore Delegato della Lega Serie A e di Simone Fugazzotto.

Razzismo in Serie A

“Lo sport, in primis il calcio, rappresenta uno straordinario strumento per veicolare messaggi positivi, di fair play e di tolleranza. I quadri di Simone rispecchiano pienamente questi valori e resteranno esposti nella nostra sede. L’impegno della Lega contro ogni forma di pregiudizio è forte e concreto, sappiamo che il razzismo è un problema endemico e molto complesso, che affronteremo su tre diversi piani, quello culturale, attraverso opere come quella di Simone, quello sportivo, con una serie di iniziative insieme a club e calciatori, e quello repressivo, grazie alla collaborazione con le forze dell’ordine. Agendo contemporaneamente su questi tre diversi livelli siamo sicuri che riusciremo a vincere la partita più importante contro il male che rovina lo sport più bello del mondo”. 

La scelta dell’artista

“Per un artista non esiste niente di più importante di cercare di cambiare la percezione delle cose attraverso una propria opera. Il concept, l’estetica, la realizzazione tecnica, anche se molto importanti arrivano dopo. Con questo trittico ho cercato di raccontare questo, che siamo creature complesse e affascinanti, che possiamo essere tristi o felici, cattolici, musulmani o buddhisti, ma che, in fondo, quello che determina chi siamo sono le nostre azioni, non il colore della pelle”.

Le scelte delle Società

In occasione dell’iniziativa, ogni squadra di Serie A ha anche scelto un componente della rosa come rappresentante per il team contro il razzismo. Di seguito l’elenco completo.

Pierluigi Gollini (Atalanta), Ibrahima Mbaye (Bologna), Daniele Gastaldello (Brescia), Roger Klavan (Cagliari), Kevin Prince Boateng (Fiorentina), Stefano Sturaro (Genoa), Sofyan Amrabat (Verona), Danilo D’Ambrosio (Inter), Blaise Matuidi (Juventus), Joaquin Correa (Lazio), Khouma Babacar (Lecce), Davide Calabria (Milan), Kalidou Koulibaly (Napoli), Gervinho (Parma), Juan Jesus (Roma), Albin Ekdal (Sampdoria), Pedro Obiang (Sassuolo), Felipe (SPAL), Cristian Ansaldi (Torino), Stefano Okaka (Udinese).

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI