SERIE B. Il Bari non si iscrive e saluta il calcio professionistico dopo 110 anni

Pubblicato 
lunedì, 16/07/2018
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: < 1 minuto

BARI MANCATA ISCRIZIONE - L'FC Bari 1908 lascia il calcio professionistico dopo 110 anni di storia. Tanti debiti da saldare in troppo poco tempo, e così è saltato l'affare con la cordata italo-inglese che si era detta disposta a ricapitalizzare la società. Il club pugliese non ha potuto quindi iscriversi al campionato di Serie B: l'unica possibilità era rappresentata dal proprietario del Leeds United Andrea Radrizzani e Ferdinando Napoli, presidente di Edilportale, che sembravano intenzionati ad investire sulla società biancorossa. Tuttavia, la scoperta di nuovi debiti avrebbe convinto i due imprenditori a fare dietrofront.

LE PAROLE DI RADRIZZANI - "Purtroppo il poco tempo disponibile per eseguire una due diligence dettagliata e approfondita, consona a una operazione con un alto profilo di rischio, ci costringono a malincuore ad abbandonare questa idea e sfida. Auguriamo che la società possa essere salvata e restiamo disponibili a valutare future collaborazioni e investimenti"

LE PAROLE DEL SINDACO DECARO - "Questo è un brutto giorno non solo per il calcio barese, ma per tutta la città. È il giorno di una sconfitta, che brucia mille volte di più di tutte le sconfitte sul campo. Ci abbiamo provato tutti a fare tutto quello che era possibile. Ho provato anche io, forse andando oltre le competenze di un sindaco. L’ho fatto da responsabile di una grande comunità, l’ho fatto da cittadino e anche da tifoso. Ora però non bisogna mollare. Dobbiamo continuare con tutte le nostre forze a lavorare perché a Bari il calcio non finisca in questo pomeriggio di luglio. Non lo merita la città, non lo meritano i suoi tifosi".

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram