Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO NUOTO GARBATELLA – Non cessa la battaglia della Lazio Nuoto che, qualche giorno fa, si è ritrovata un avviso di sfratto fuori dall’impianto della Garbatella a Roma. La società porta avanti la sua idea, dal momento che non condivide la decisione del Tar dello scorso giugno. Di seguito il commento della sezione biancoceleste.

Lazio Nuoto e lo sfratto alla Garbatella

“E’ ormai da mesi che la Lazio cerca di combattere contro un’ingiustizia perpetrata da Roma Capitale, un accanimento inspiegabile contro il mondo Lazio.

Domani 2 settembre l’amministrazione Raggi, alle 11, chiederà la riconsegna delle chiavi della piscina della Garbatella, al centro dell’ormai nota vicenda, mentre la società biancoceleste proverà a far valere le proprie ragioni e la legalità, forte del ricorso al Tar che solo poche settimane fa ha dato ragione alla Lazio Nuoto. Senza attendere nemmeno le ulteriori precisazioni chieste dalla stessa Roma Capitale ai giudici amministrativi sulla sentenza e senza nemmeno attendere il termine di 30 giorni per consentire di ricorrere nuovamente al Tar per chiedere ai giudici di far rispettare quanto già sentenziato, Roma Capitale in pieno agosto ha sfrattato la Lazio.

Saremo lì alle 11, fuori dalla piscina di viale Giustiniano Imperatore, per sostenere la legalità, lo sport, la comunità e la trasparenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Aspirante giornalista pubblicista. Sono laureata in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo presso “La Sapienza”. Da sempre innamorata dello sport, sono una grande appassionata di calcio e tennis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.