LAZIONEWS-LAZIO-SPAL-SEMPLICI.jpg
Getty Images

SPAL LAZIO – Dopo la pausa dovuta agli impegni delle Nazionali, torna la Serie A. La Lazio, in occasione della terza giornata di campionato, è impegnata nella trasferta di Ferrara contro la Spal di Semplici, reduce da due sconfitte consecutive con Atalanta e Bologna. Domenica, alle 15.00, gli estensi cercano il riscatto e la prima vittoria stagionale ma dovranno fare i conti con la carrozzata di Inzaghi – partita alla grande – e con l’ex Manuel Lazzari, nuova freccia biancoceleste.

Spal, i giocatori chiave

Tanti i volti noti che i biancocelesti si ritroveranno di fronte, domenica a Ferrara: su tutti quello di Alessandro Murgia, dell’ex Sergio Floccari – che, a 38 anni, non si accontenta di fare la comparsa – e di Etrit Berisha. Il portiere, in particolare, potrebbe far sudare non poco i capitolini qualora dovesse ripetere la prestazione messa in campo col Bologna: decisivo in tre occasioni, è stato sicuramente l’eroe della serata. Il vero pericolo però porta il nome di Andrea Petagna, autore di sedici reti nello scorso campionato. Il centravanti – che tanto piace ad Inzaghi – vuole riscattare l’ultima prestazione opaca vista con i rossoblù di Mihajlovic, ed è a caccia del secondo gol stagionale tra le mura amiche dopo il sigillo contro l’ex Atalanta. In coppia con l’italiano ci sarà la new entry Di Francesco, figlio dell’allenatore Eusebio. Il giovane Federico, in estense, sembra già essersi impadronito della zona offensiva, e potrebbe riservare più di qualche sorpresa alla truppa di Inzaghi.

L’ex Lazzari

Semplici non ha mai nascosto la stima e l’affetto nei confronti di Manuel Lazzari, ex risorsa spallina diventato già insostituibile alla Lazio. L’esterno, instancabile freccia sulla fascia e perfetto per il 3-5-2 biancoceleste, con l’aquila sul petto ha già vissuto le emozioni di una partita diversa da tutte le altre, il derby. Ora, alla terza giornata, il venticinquenne è pronto ad affrontare gli ex compagni di squadra, rimasti orfani della corsa, della spinta e dei cross sempre pericolosi di Manuel. Inzaghi se lo coccola, la Lazio conta anche su di lui per portarsi a casa i tre punti.

Spal, Semplici cambia?

Dopo i ko alle prime due giornate, non è scontato che Semplici possa scendere in campo ancora una volta con il 3-5-2. Il tecnico spallino infatti, anche per sopperire all’assenza dell’infortunato Fares, potrebbe optare per una difesa a quattro, pronto a lasciare Marco D’Alessandro fare il quarto di centrocampo o l’esterno alto in un 4-3-3 o 3-4-3. Molto dipenderà dalle condizioni di Jacopo Sala, che al momento si allena a parte e che, in caso di recupero, potrebbe essere schierato terzino destro.

Alessandra Marcelli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.