PARMA, ITALY - APRIL 06: President of Torino Urbano Cairo looks on during the Serie A match between Parma Calcio and Torino FC at Stadio Ennio Tardini on April 6 , 2019 in Parma, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)
Tempo di lettura: < 1 minuto

CAIRO TORINO – Il Presidente del Torino, Urbano Cairo, ha rilasciato un’intervista a Radio Rai Uno nella quale ha espresso il suo parere sulla sempre più probabile ripartenza del campionato di calcio di Serie A.

Torino, Cairo: “Ho votato sì alla ripresa”

“Io ho votato come gli altri per la ripresa della Serie A. Poi qualche dubbio ce l’ho, ma se si deve giocare si gioca. Sono anche uno che si adegua ai voleri della maggioranza. Sembra si riparta, o il 13 o il 20 giugno, e sembra ci sia anche il protocollo. Però per i giocatori, che sono stati fermi due mesi e mezzo, riprendere è molto faticoso. C’è un rischio molto alto di infortuni, in questo momento vanno piano perché hanno paura di farsi male”.

Cairo sulla prossima stagione

“Mi sembra tutto molto complicato, molto ravvicinato. Ai giocatori devi dare almeno 2-3 settimane di vacanza e poi devono avere un altro mese per ricominciare. Questo vuol dire che se si finisce il 20 agosto poi il nuovo campionato dovrà iniziare il 20 ottobre e ci sono gli Europei. A me sembra complicato”.

Playoff e Playout

“Playoff e Playout? Mi limito ad osservare che se non si può finire il campionato, non vedo il senso di fare playoff e playout. Nel senso che se non si può giocare, non si può giocare e basta. Se invece si può giocare, allora giochiamo tutte le partite del campionato. Cambiare le regole del gioco in corsa espone a mille ricorsi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.