lazionews-lazio-udinese-acerbi-francesco
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

VERMANT CHAMPIONS – Tra poche ore la Lazio scenderà tra le mura amiche dell’Olimpico per la sfida che vale il passaggio agli ottavi di Champions. L’avversaria sarà il Brugge. All’andata il match finì 1 a 1 grazie a uno splendido gol del Tucu Correa. Stasera gli uomini di Inzaghi sono chiamati a tagliare un traguardo storico e di questo ha parlato Vermant ai microfoni della radio ufficiale della Lazio. L’ex centrocampista dei belgi ha analizzato l’aspetto psicologico delle due squadre. Ecco le sue parole.

Il match di stasera

“Sarà una partita molto interessante dal punto di vista tattico, ma chiusa all’inizio. Sicuramente segnare un gol nei primi minuti farebbe una grande differenza. Il Bruges darà il massimo per regalarsi una giornata storica, giocherà senza molte pressioni perché, comunque vada, potrà continuare l’avventura in Europa League. La Lazio invece vorrà mantenere il secondo posto, quindi potrebbe anche permettersi una partita più difensiva. La classifica di un girone è sempre molto difficile da prevedere, non puoi mai fare affidamento solo sul nome e sullo stato di una squadra. Adesso la Lazio ha il vantaggio di avere due risultati su tre, ma in una gara da 90′ può accadere di tutto”.

I pericoli

“Ce ne sono molti in grado di fare la differenza davanti. Se devo scegliere, dico Vanaken, Vormer e il giovane De Ketelaere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.