Restiamo in contatto

NOTIZIE

Zaccagni è il Jolly biancoceleste: Sarri può sbizzarrirsi

Pubblicato

il

lazionews-lazio-mattia-zaccagni-verona
Tempo di lettura: < 1 minuto

RASSEGNA STAMPA – Con l’arrivo di Mattia Zaccagni, la Lazio può dirsi completa. L’ex Hellas Verona definisce quello che è il reparto avanzato biancoceleste, e non solo. Con la sua duttilità può consentire a Maurizio Sarri di sperimentare altre strade tattiche oltre al classico 4-3-3. Se fosse arrivato Kostic ciò non sarebbe stato possibile. Il serbo a differenza di “Zac” è un esterno puro, mentre il nuovo arrivato è un autentico jolly offensivo.

Zaccagni: più di un esterno

Come riportano le pagine de La Gazzetta dello Sport, Mattia Zaccagni è un jolly con il quale Maurizio Sarri può sbizzarrirsi. Il classe ’95 può giocare da estero sinistro, ma anche da trequartista come nel Verona di Juric. Può agire anche da seconda punta e volendo, poi, potrebbe essere utilizzato anche da interno di centrocampo. Un ruolo che, agli inizi della sua carriera, occupava. Di base, però, Zaccagni sarà l’esterno sinistro d’attacco nel 4-3-3 di “Mau”. Nelle prime due giornate di campionato, quel posto è stato occupato da Felipe Anderson. Dalla prossima, probabilmente, potremmo vedere invece il nuovo arrivato che è un destro naturale e può giocare dunque a piede invertito, proprio come piace al mister. Con la Lazio, Mattia ha l’opportunità di compiere quel salto di qualità definitivo che può avvicinarlo ai migliori interpreti italiani del ruolo.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *