NUMERI E CURIOSITA‘ – Iniziare il 2015 continuando la propria corsa alla Champions e centrare il quinto risultato utile di fila. Questi sono i buoni propositi per l’anno nuovo della LAZIO e per realizzarli dovrà avere la meglio sulla SAMPDORIA, una delle rivelazioni di questo primo scorcio di campionato. Le due formazioni, assieme al NAPOLI, sono appaiate al terzo posto, quindi quello dell’Olimpico può essere considerato, a ben donde, un autentico scontro diretto per l’Europa che conta. Le buone notizie in vista del match arrivano dai precedenti: i doriani sono la seconda formazione (dell’attuale roster della Serie A, ndr) più battuta nella storia dei biancocelesti (42 successi in 100 incontri). Il dato rimane immutato anche prendendo in considerazione le sole sfide casalinghe (28 vittorie in 50 incontri). L’unica formazione che ha fatto “meglio”, in entrambi i casi, è la FIORENTINA.

FATTORE OLIMPICO – Se la LAZIO è la terza miglior formazione del campionato in quanto a rendimento interno (15 punti conquistati sui 21 disponibili), allora la sfida contro la SAMP può far sorridere: nell’ultimo ventennio i liguri sono riusciti ad uscire indenni dall’impianto capitolino solo in quattro occasioni, rimediano tre pari (tutti col medesimo risultato, ossia l’1-1) ed una sola vittoria (2-1 nel gennaio 2005). In tutte gli altri scontri (11) i padroni di casa hanno fatto bottino pieno. Ormai è quasi una “consuetudine” avere la meglio sui blucerchiati: negli ultimi 8 precedenti sono arrivate ben 7 vittorie. Il risultato più frequente? Il 2-0, uscito quattro volte in totale, due delle quali di fila. Successi, questi ultimi, che portano la firma di Antonio CANDREVA, andato sempre a segno: prima con pregevole “cucchiaio” dagli undici metri, poi con un diagonale mortifero nell’angolino basso. Sabato cercherà di chiudere la sequenza e far diventare la propria storia di reti contro la Samp una “trilogia”.

Daniele Gargiulo

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.