CORRIERE DELLO SPORT. Ma dov’è finita la Lazio?

Squadra in riserva e troppi infortuni alla base di un drastico calo di rendimento

(getty images)
 
Il Parma non correva: volava. La Lazio non correva: camminava. La squadra di Donadoni arrivava sempre per prima sul pallone. La squadra di Reja era in costante ritardo, presa d’infilata, travolta sul piano della velocità. Non c’è stato solo il black-out iniziale a complicare la trasferta del Tardini, due gol presi nel primo quarto d’ora, le solite disattenzioni e le marcature saltate sui calci piazzati. La Lazio non corre più, sembra esaurita dal punto di vista atletico, lenta e macchinosa, senza energie e cambio di passo. Il gol di Mariga, il raddoppio di Floccari: un quarto d’ora e il Parma aveva già messo il risultato in cassaforte.  Subito dopo s’è infortunato Andrè Dias: sospetto stiramento agli adduttori della coscia sinistra.  Un altro stiramento, il diciannovesimo della stagione. Il conto degli infortuni a Formello è arrivato a 31: Reja e il preparatore Febbrari, che mai in carriera avevano affrontato l’Europa League, stanno pagando un conto salatissimo. Ma ci sono evidentemente delle riflessioni da fare. Sta saltando un giocatore dietro l’altro: sono appena stati recuperati Brocchi, Mauri e Rocchi. Dias si aggiunge a Klose e Lulic. Si tratta di tre titolari, tre colonne della Lazio. Il brasiliano rischia di stare fuori almeno venti giorni: salterà le sfide con Napoli e Juventus. Un’altra brutta botta per Reja. A parte il derby con la Roma, vinto sui nervi e sfruttando la superiorità numerica per ottanta minuti, la squadra degli ultimi due mesi è stata travolta spesso e quasi sempre ha giocato in sofferenza: sconfitta per 3-2 a Marassi con il Genoa, cinque gol presi a Palermo, tre in casa con il Bologna, un altro ko a Catania due settimane fa, le vittorie sofferte e strappate con Fiorentina e Cagliari. Non c’è più stata la Lazio del girone d’andata.
Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.