RASSEGNA STAMPA SS LAZIO-La partenza per l’Olanda di Tare e del segretario generale Calveri muoveva da un obiettivo preciso: Stefan De Vrij. Classe ’92, 189 cm di altezza e la capacità di adattarsi anche a fare il terzino destro. Questo il biglietto da visita del giocatore che i dirigenti biancocelesti hanno osservato dopo essere atterrati a Rotterdam giovedì scorso. La loro presenza è stata fondamentale soprattutto per trattare dal vivo e chiarire i costi dell’operazione che dovrebbero aggirarsi attorno ai 5 milioni. Questa infatti la richiesta del Feyenoord che, anzi, potrebbe aspettare la conclusione del mondiale per cedere il giocatore, nella speranza che il suo cartellino lieviti. Dall’altra parte però la Lazio ricorda agli olandesi che il giovane difensore è in scadenza contrattuale nel 2015 e vorrebbe sfruttare questa circostanza per presentare un’offerta più bassa. Il Corriere dello Sport (D. Rindone) ricorda però di stare attenti alle inglesi, molte delle quali già hanno puntato il giocatore. Se la trattativa con il Feyenoord non dovesse concludersi sono pronti già una serie di nomi alternativi in tutta Europa: in Spagna piacciono Hector Moreno dell’Espanyol e Sergio Sanchez del Malaga, in Austria Hinteregger, centrale del Red Bull Salisburgo e in Francia Isimat-Mirin del Monaco. Comincia dunque la giostra del mercato, bisogna rimanere in sella per far bene l’anno prossimo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.