Eriksson: "Sarri deve ancora adeguarsi. Inzaghi è da scudetto"

Pubblicato 
lunedì, 17/01/2022
Di
Redazione Lazionews.eu
lazionews-lazio-eriksson-sven-goran
Tempo di lettura: < 1 minuto

ERIKSSON LAZIO INTERVISTA - In un'intervista rilasciata ai microfoni de Il Messaggero, l'ex allenatore biancoceleste, Sven Goran Eriksson, ha parlato della Lazio di Maurizio Sarri e dell'Inter del suo allievo Simone Inzaghi.

Le parole di Eriksson sulla Lazio di Sarri

"Magari deve ancora carburare. Ho grossi dubbi sul 4-3-3. Ti puoi permettere di giocare con questo modulo solo se hai i giocatori adatti a disposizione. Si parla sempre di tattica ma alla fine in campo scendono i giocatori e bisogna farli giocare nella posizione più congeniale. Nel calcio occorre usare la logica, non ha senso rinunciare ad un talento per questioni tattiche o schierare un elemento inadatto per un certo tipo di formazione".

Eriksson su Lazio-Porto

"Sono curioso di vedere la sfida contro il Porto di Sergio Conceição. 20 anni fa, come Simone Inzaghi, non mi sembrava un predestinato".

Eriksson sull'addio alla Lazio

" L'anno dopo lo scudetto vinto è difficile capire cosa sia successo. In tre anni avevamo vinto tanto ma la squadra non funzionava più e non faceva più divertire i tifosi. A distanza di tempo resta un mister difficilmente spiegabile"

Sull'allievo Simone Inzaghi

" Alla Lazio ha fatto un grande lavoro, doveva fare il salto e lo ha fatto. Le sue squadre giocano molto bene. 20 anni fa non me lo sarei immaginato come allenatore ma sono felice che in nerazzurro possa davvero vincere lo scudetto, ci sarebbe un pezzo di me come con Mancini e Simeone".

LEGGI ANCHE ---->QUI FORMELLO | Lazio, seduta di scarico. Da valutare le condizioni di Pedro

, , , , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram