Restiamo in contatto

CALCIOMERCATO

I retroscena della trattativa Zaccagni: la battaglia Lotito-Tinti

Pubblicato

il

lazionews-lazio-zaccagni-mattia-calciatore-verona
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO LOTITO TINTI – Non è la prima volta che il tifoso laziale -ma anche l’allenatore di turno – debba aspettare gli ultimi minuti dell’ultimo giorno di contrattazioni per vedere un giocatore accasarsi alla Lazio. Stavolta però, il patron Lotito si è superato, portando comunque a casa l’obiettivo prefissato. Mattia Zaccagni è un nuovo giocatore biancoceleste. Questo conta. Tanto basta per poter fornire a Sarri delle alternative di qualità nel reparto avanzato. La trattativa però, non è stata affatto semplice come vi abbiamo anche riportato nel LIVE della giornata dedicata al fantasista originario di Cesena.

La battaglia Lotito-Tinti sull’ingaggio del calciatore

Il Corriere dello Sport riporta i retroscena di un pomeriggio convulso in cui la base economica di partenza proposta dall’agente Tinti parlava di un contratto da 2 milioni annui più bonus. Il banco ha rischiato di saltare più volte per l’intransigenza di Lotito, consapevole che Zaccagni percepisse uno stipendio di 550mila euro al Verona. E col contratto in scadenza a giugno 2022, per giunta. Il passo successivo per sbrogliare la matassa è stato il rinnovo del calciatore con l’Hellas fino al 2023, per poi formalizzare quello che a tutti gli effetti è un prestito gratuito con obbligo di riscatto da parte della Lazio al verificarsi di determinate condizioni. Lotito è riuscito a convincere Tinti ad accettare un quadriennale da 1,7 milioni con l’aggiunta di alcuni bonus. Con reciproca soddisfazione di tutte le parti in gioco.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.