CALCIOMERCATO

Il brindisi per Giuliano alle 19.27 proprio quando… segnava Lulic

- Advertisement -

Tempo di lettura: < 1 minutoRASSEGNA STAMPA SS LAZIO- Ieri pomeriggio è stato celebrato il primo “Giuliano Fiorini Day” allo “Chalet nel bosco”, un locale che si affaccia sull’Olimpico. L’iniziativa, spiega il Corriere dello Sport, è stata dell’associazione “Anni ’80” per ricordare chi la Lazio l’aveva salvata con quel gol al Vicenza il 21 giugno 1987. Presenti all’evento molti tifosi, che hanno brindato alla memoria del calciatore alle 19 e 27, l’ora esatta del gol di Lulic, ma anche ex calciatori che lo hanno ricordato con parole d’affetto. Angelo Gregucci, suo ex compagno di squadra, ha detto: «Io sono ancora oggi molto legato a Giuliano, lo ringrazierò per il resto della mia vita perché è stato lui a farmi da chioccia quando sono arrivato a Roma. Era un grande. Un uomo generoso che metteva sempre l’interesse del collettivo davanti a quello personale. Che quel gol lo realizzasse proprio lui è stato un segno del destino, se lo meritava davvero». Anche Beppe Signori, che nonostante non abbia giocato insieme a lui lo frequentò molto, ha speso qualche parola per ricordare l’attaccante modenese: «Io ho avuto il piacere di conoscere Giuliano quando mi sono trasferito a Bologna ed ho scoperto una persona fantastica, sempre disponibile. Tra noi si è instaurata un’amicizia profonda, ci vedevamo almeno una volta alla settimana anche con le famiglie. Ha lottato fino all’ultimo. Questa è una giornata così importante per i laziali che è bello che si sia accostato il suo nome».

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI