CALCIOMERCATO

Il provino e la profezia

- Advertisement -

Tempo di lettura: < 1 minutoRASSEGNA STAMPA SS LAZIO- Come tanti giocatori sono scaramantici, anche PAROLO ha le sue fissazioni. Non raggiunge mai la sua squadra per una partita se non ha prima mangiato un dolcetto che gli prepara sua moglie Caterina. Una volta, durante il ritiro, non ha mai smesso di indossare le mutande che sempre lei gli aveva regalato e poi sceglie sempre una canzone che lo accompagni nel corso della stagione. Nel 2006, a ridosso dei Mondiali, PAROLO era in vacanza a Santo Domingo e a causa del viaggio di ritorno non riuscì a seguire la partita. Ad una moglie preoccupata per la rinuncia di suo marito rispose: “Non ti preoccupare. Nel 2014 ci saranno i Mondiali in Brasile e io ci sarò”. Lo sentiva, lo sapeva ma ci ha messo del suo per arrivarci. Ora non perde più un’occasione mentre, scrive il Corriere dello Sport (D.Rindone), da piccolo una volta non andò ad un provino preferendo una giornata all’aperto con gli amici. Il padre si infuriò e lui capì il valore dei sacrifici se si punta ad arrivare in alto. Ora ci prova eccome ad arrivare il più lontano possibile con il suo nuovo club, il primo di un certo livello, quello della consacrazione.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI