lazionews-lazio-inzaghi-simone-allenatore-lazio
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

BOLOGNA LAZIO BAYERN INZAGHI – “Solo chi cade puo’ risorgere”. “Dai propri errori si impara”. “Nelle difficoltà un gruppo deve correre unito”: quante volte abbiamo sentito quste frasi, alle volte inflazionate, per giustificare una sconfitta o per tranquillizzare l’ambiente. Possono essere considerazioni vacue, se solo enunciate, o piene di azioni concrete, se accompagnate da ferrea voontà, determinazione e profssionalità. Ecco, siamo certi che Simome Inzaghi, nel discorso tenuto alla squadra 48 ore dopo la sconfitta di Champions, si ascriva alla seconda categoria. Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, il tecnico piacentino ha tenuto a rapporto la squadra nella giornata di ieri. Ecco il resoconto di quanto accaduto ieri sui campi di Formello.

Lazio, l’imperativo di Inzaghi: dimenticare il Bayern e reagire subito contro il Bologna

Il Corriere riferisce del discorso di Inzaghi al gruppo squadra. L’allenatore avrebbe battuto con insistenza sul tasto della reazione immediata da mettere in campo domani al Dall’Ara: “Nessuna sconfitta al mondo deve fermarci o dividerci”, “Ci servirà da lezione, per diventare migliori bisogna giocare contro i migliori”: queste sarebbero le frasi sulle quali Inzaghi avrebbe imperniato il suo discorso motivazionale. Parole importanti, pronunciate da un mister che è sempre più il condottiero riconosciuto del gruppo. Sta ora ai giocatori, che poi alla fine sono i veri attori che determinano il risultato in campo, tradurre in fatti le intenzioni di Inzaghi. La Lazio è pronta a fare bottino pieno per riprendere a correre verso l’obiettivo Champions League.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.