Restiamo in contatto

RASSEGNA STAMPA

«Lazio, che colpo diventerà un top» «In campo si sente: gol e molto lavoro per la squadra»

CORRIERE DELLO SPORT (F. Patania) – Baronchelli (vice allenatore del Nantes), il difensore Veignau e l’agente Lucci, parlano di Djordjevic…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

RASSEGNA STAMPA SS LAZIO«Vedo il suo futuro in un grande club. Sarà un buon acquisto per la LAZIO. Hanno preso un attaccante molto forte, un cannoniere. Fisicamente è dotato, protegge la palla. E ha una buona tecnica di base. Potrà segnare molti gol in Italia. E poi continuerà a migliorare. Può crescere nella costanza di rendimento, eliminando qualche pausa». Sono le parole di Bruno BARONCHELLI, vice allenatore del NANTES, in un’intervista al Corriere dello Sport (F. Patania). La parola passa poi a Oivier VEIGNEAU, amico e compagno di DJORDJEVIC«Sono convinto che la Lazio abbia realizzato un bel colpo prendendo Djordjevic. Filip si inserirà in fretta nel calcio italiano. I suoi nuovi compagni lo vedranno combattere. Anche i tifosi della Lazio lo apprezzeranno. Ha qualità da giocatore importante abbinate allo spirito di sacrificio. Mi dispiace che vada via, perdo un amico e un grande compagno di squadra. Ma sono felice per lui, potrà fare un altro balzo in avanti per la sua carriera. Qui a Nantes è stato sei anni, ora aveva tante richieste e la possibilità di continuare a crescere. Il suo obiettivo era trovare una squadra che gli permettesse di giocare in Europa e cominciare a misurarsi con tornei di altissimo livello. Sono veramente contento per Filip. E la Lazio non si pentirà di averlo preso».  Ma chi lo conosce veramente bene, è LUCCI, il suo procuratore:«Quando sono andato a Nantes, avevo sei possibilità diverse per il suo futuro. Tante squadre volevano Djordjevic. Abbiamo analizzato i pro e i contro di ogni soluzione. La concorrenza per la Lazio era forte. Filip ha scelto la società biancoceleste essenzialmente per due motivi. Il primo perché il club è riuscito a trasferirgli tanto entusiasmo, Lotito e Tare gli hanno fatto comprendere quanto lo volessero, ha capito che puntavano fortemente su di lui. Hanno avuto una determinazione feroce nel corteggiarlo. E il secondo perché Filip ha l’ambizione di diventare un attaccante di livello internazionale e aveva bisogno di giocare con continuità. Ha pensato anche e soprattutto a un progetto tecnico che gli desse le migliori garanzie. Per questo motivo ha rinunciato a contratti più importanti dal punto di vista economico. Così ha scelto la Lazio, il progetto lo ha convinto, a Formello potrà continuare a crescere».

Lazionews.eu è una testata giornalistica Iscritta al ROC Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 137 del 24-08-2017 Società editrice MANO WEB Srls P.IVA 13298571004 - Tutti i diritti riservati