conferenza stampa PETKOVIC 00

IL MESSAGGERO – RASSEGNA STAMPA – (G. De Bari) – Alla ricerca del successo perduto. La Lazio, che ha ritrovato ritmo e gioco, questa sera dovrà ritrovare anche quei 3 punti che mancano da 4 giornate. Troppe per una formazione che nutre legittime ambizioni di vertice, che deve difendere il terzo posto e che, dopo il pareggio casalingo del Napoli, può anche strizzare l’occhio al secondo. Il campionato sta entrando nella fase calda. Gli impegni europei, come hanno dimostrato proprio le difficoltà palesate da Napoli e Juventus, richiedono un dazio da pagare. Ed è quello che teme Petkovic nel posticipo contro il Siena. Per non correre troppi rischi bisognerà evitare cali di tensione, così l’allenatore bosniaco ha parlato chiaro al gruppo. “Mi preoccupa l’approccio a questa partita, che sarà un aspetto decisivo. Purtroppo, in qualche circostanza, non siamo né concentrati al massimo, né cattivi. Quindi concediamo occasioni, soprattutto sui calci piazzati, che stanno diventando un problema da risolvere in fretta. Commettiamo ancora troppi errori individuali, che ci penalizzano nei risultati, e non dovremo ripetere per restare in corsa su tutti i fronti”. Però la Lazio vista, contro Napoli e Borussia, conforta il tecnico e gli garantisce il giusto ottimismo. “Siamo tornati vicini al modello che avevamo lasciato qualche tempo fa, ci manca un altro venti per cento per arrivare al top. E’ il periodo dei tanti impegni ravvicinati, speriamo di non risentire in campionato delle fatiche di coppa. Ma niente scuse, l’Europa è una manifestazione alla quale tutti vorrebbero partecipare, dà visibilità e prestigio, quindi dobbiamo pedalare “. Il tecnico si aspetta di vedere una Lazio di nuovo vittoriosa, i 3 punti sono diventati indispensabili per puntellare la posizione in classifica. Petkovic ironizza un poco sulle valutazioni che, all’inizio della stagione, sono state espresse sulla Lazio“Ci hanno trattati sempre da ‘piccoli’ ma servono i fatti per dimostrare il contrario e noi stiamo lavorando affinchè emerga tutto il valore di questa squadra. Sono soddisfatto della prova offerta in Germania ma, contro il Siena, servirà qualcosa di più”. La tradizione è decisamente negativa: 1 sola vittoria in 8 trasferte, caratterizzate da 5 sconfitte. “Cifre che dimostrano ancora di più quanto sia complicato il nostro compito, ad ogni modo non ci lasceremo certo intimorire dal passato. Vogliamo un successo che ci rilanci subito”. Assenze pesanti nella Lazio di Siena: Klose, Ledesma, Mauri e forse anche Dias. Probabile che Petkovic opti per un 4-4-2, con Floccari e Kozak dall’inizio e, magari, con Saha nella ripresa. Il tecnico non vuole fare calcoli: meglio rischiare qualcosa per vincere, che accontentarsi a priori. E allora vara uno schieramento più offensivo, pronto a ruotare attorno a Hernanes, il faro della manovra.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.