lazionews-lazio-correa-campionato
Foto LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

CORREA ARGENTINA LAZIO – Diciannove le reti realizzate in due stagioni con la maglia della Lazio, due i trofei vinti ed ora Joaquin Correa deve conquistare i colori biancocelesti non solo in Italia ma anche in Argentina. Il c.t. Scaloni lo ha pre-convocato in Nazionale per gli impegni delle prossime settimane. Dimostrare qualcosa in queste prime giornate di campionato, magari con qualche gol, farebbe aumentare la possibilità di poter essere protagonista con l’Albiceleste. Le prime uscite stagionali contro Cagliari, Atalanta e Inter serviranno a Correa per imporsi come titolare nella squadra di Inzaghi.

Correa, obiettivo titolarità

Come riporta La Gazzetta dello Sport, El Tucu avrà prima l’occasione di riconquistare un posto da protagonista nella formazione di Inzaghi. Poi potrebbe avere di nuovo l’opportunità di cambiare il suo rapporto con la Seleccion nelle partite di qualificazioni ai Mondiali del 2022 che l’Argentina affronterà contro Ecuador e Bolivia. Nella stagione passata però la sua titolarità è venuta meno ed ora con l’arrivo di Muriqi c’è il rischio di ridurre gli spazi dell’argentino com’è già accaduto con Caicedo nella scorsa stagione. Muriqi non potrà essere presente prima della metà di ottobre perché risultato positivo al Covid-19. Inoltre, il kosovaro, deve riprendersi dall’infortunio muscolare subito durante la preparazione con il Fenerbahce. Dunque per Correa c’è una chance importante per ben figurare. Può essere la volta buona. Una di quelle opportunità che non bisogna farsi scappare e l’argentino ne è consapevole. Da lui ci si aspettano numeri e gol per conquistare un posto nel cuore dei biancocelesti argentini e laziali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.