Restiamo in contatto

INTERVISTE

Lazio – Inter, parla Crespo: “Una deve ricostruirsi, l’altra confermarsi”

Pubblicato

il

lazionews.eu-lazio-hernan-crespo-2000
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO INTERVISTA CRESPO – Biancoceleste e nerazzurro. Due sfumature di una carriera che lo hanno portato a spingere palloni in rete in ogni angolo del mondo. Tra i doppi ex più illustri di Lazio e Inter, c’è sicuramente Hernan Crespo. Raggiunto dai taccuini de Il Messaggero, l’ex attaccante, ora allenatore, ha analizzato il match che questa sera si prenderà il palcoscenico dell’Olimpico.

L’intervista a Crespo

Lazio – Inter è un bel banco di prova per entrambe, anche se siamo ancora all’inizio. Sono due squadre forti, ma diverse. Una deve confermarsi e non è facile perché ha perso giocatori importanti. L’altra si sta ricostruendo, puntando su un’idea con dei giocatori bravi, un bel mix”.

Il ricordo della Lazio

“Che ricordi ho? Belli. Eravamo una squadra spettacolare, con giocatori pazzeschi. Poi Roma è meravigliosa, anche se non era facile girare per la città a quei tempi. Ti dovevi imbacuccare: Veron era bravissimo in questo”.

Su Sarri

Sarri è un tecnico che mi piace molto, si vede che ha passione. E’ garanzia di organizzazione e successo. La gente laziale deve avere pazienza, prima o poi la sua Lazio sarà bella e continua. Segnerà tanti gol perché ha giocatori di qualità. Ma ci vuole tempo”.

Immobile e Lautaro Martinez

Immobile mi ha superato nella classifica dei bomber? E ne supererà anche altri. E’ un grande attaccante, micidiale. Sa attaccare gli spazi come pochi, gioca per la squadra, segna e fa segnare. Può arrivare a 200 reti. E’ un giocatore ideale per ogni allenatore. Perfetto per Sarri. Lautaro penso sia un giocatore completo: sono contento sia rimasto all’Inter, ha ancora margini di miglioramento pazzeschi”.

LEGGI ANCHE: Simone Inzaghi e il biancoceleste nel destino

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *