lazionews-lukic-hoedt
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO TORINO LOTITO – Claudio Lotito non ci sta. Il Presidente biancoceleste, come già vi abbiamo lasciato intendere in questo articolo, è pronto ad iniziare, sull’argomento Lazio-Torino, un’aspra battaglia legale. Pronto a tutto pur di vedersi riconosciuto il 3-0 a tavolino. Questa sarebbe l’unica degna conclusione di una vicenda che ha presenta anche dei sinistri collegamenti col caso tamponi per il quale la Lazio è in attesa di conoscere il suo destino. Curiosamente poi, proprio il match di andata contro il Toro, che rischia di essere l’unico confronto stagionale sul campo per le due squadre, è quello sotto la lente d’ingrandimento dei Giudici per la mancata comunicazione dei giocatori positivi all’ASL di competenza.

Il caso Lazio-Torino: Lotito non molla di un centimetro

Il quotidiano romano Il Messaggero riferisce oggi di un Lotito più agguerrito che mai. Il patron capitolino insiste a sostenere che il Torino si era già giocato un bonus di “non disputa” del match con il Sassuolo. E che quindi si sarebbe dovuto attenere alle norme del Protocollo che imponevano di presentarsi a Roma per l’incontro. Se il Giudice Sportivo non dovesse assegnare il 3-0 a tavolino alla Lazio, la stessa si costituirà in giudizio. Poi la società farebbe ricorso alla Corte Sportiva. In seguito si ricorrerebbe al Collegio di Garanzia e poi addirittura al TAR. Qualora non fossero presi provvedimenti – o comminate sanzioni – al club del Presidente Cairo, Lotito potrebbe utilizzare la sentenza come precedente a suo favore per rigettare eventuali penalizzazioni a carico della Lazio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.