Restiamo in contatto

CALCIOMERCATO

Ora la mano di Sarri deve agire sulla difesa: le alternative latitano

Pubblicato

il

Tempo di lettura: < 1 minuto

LAZIO SARRI RASSEGNA STAMPA – I tifosi biancocelesti somo giustamente entusiasti dell’arrivo di Mattia Zaccagni – sia perché mancava un interprete in quel ruolo, sia perché un giocatore d’attacco accende sempre la fantasia del tifoso – ma sul campo, concretamente, la Lazio rischia di avere un problema nelle alternative diffensive. Il tecnicotoscano aveva chiesto un rinforzo anche nel reparto arretrato, ma tutte le energie dell’ultimo giorno si sono concentrate sulla trattativa con Tullio Tinti, l’agente dell’ormai ex giocatore del Verona. Come riporta il Corriere dello Sport oggi in edicola, l’allenatore dovrà ora valorizzare le risorse a sua disposizione per non trovarsi in difficoltà negli uomini e nella stessa applicazione della fase difensiva.

Sarri dovrà fare di necessità virtù

Attualmente, nel ruolo di centrale difensivo, la Lazio può contare su Luiz Felipe, Acerbi, Patric e Radu. Il primo al momento può dirsi ancora completamente ristabilito dai guai fisici che lo hanno tormentato nell’ultima stagione. Patric e Radu, oltre ad aver sempre giocato, con Inzaghi, in una difesa a tre, tecnicamente sarebbero più terzini che centrali puri. Dietro di loro resta il solo Vavro, che peraltro non ha mai convinto appieno il tecnico. Anche il mancato tesseramento di Kamenovic, reso possibile dallo stop alle trattative per Kostic, è un segnale del fatto che Sarri voglia solo giocatori affidabili in grado di interpretare al meglio i suoi dettami. Non gli importa il numero di interpreti, quanto la qualità di questi. Il mister dovrà ora lavorare con le risorse a sua disposizione per mettere a punto un reparto che al momento è quello meno convincente nelle primedue uscite ufficiali della stagione.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.