biglia lazio napoli

PAGELLE LAZIONEWS – Ultima gara del 2013 per la LAZIO di PETKOVIC che a Verona esce sconfitta contro l’HELLAS.

MARCHETTI 5 –  Da un portiere della Nazionale ci si aspetta una parata decisiva. La punizione di Iturbe gli ribalza davanti, ma non può essere una giustificazione. Respinge d’istinto una conclusione da distanza ravvicinata sempre su Iturbe. Ma non basta per strappare una sufficienza.

KONKO 5,5 – Preciso nel lanciare i compagni in avanti, cerca di farsi largo sulla fascia di competenza. Nelle retrovie si lascia sfuggire Toni che regala l’assist del 3-1 a Romulo. Unico neo in una gara che fino a quel momento gli valeva il sei in pagella.

DIAS 4 – La sua prestazione fa acqua da tutte le parti. Lascia libero in area Toni sul gol del vantaggio veronese e si perde Romulo in occasione della terza marcatura. Partita da dimenticare.

CANA 5,5 – In difesa anticipa in diverse occasioni gli avversari, levando palloni scomodi dalle parti di Marchetti. Sale in area del Verona e cerca la rete con un colpo di testa nella ripresa, ma il portiere gli nega la gioia del gol. Scivola in area in occasione del 4-1

LULIC – Il tecnico lo schiera esterno di difesa, lui a quanto pare non gradisce. Dalla sua parte arrivano le principali azioni pericolose dei veronesi, sembra la brutta versione del giocatore conosciuto lo scorso anno. Inguardabile.

BIGLIA 7. Migliore in campo. Il suo colpo di testa è preciso e nel primo tempo illude la Lazio con la rete del momentaneo pareggio. Sfiora la doppietta nella ripresa, ma è sfortunato nel rimpallo (dal 17′ st KEITA sv)

LEDESMA 5,5 – Si prende un ammonizione immeritata, prova a gestire palloni a centrocampo e a illuminare l’azione biancoceleste. Gli riesce a tratti. Troppo poco.

ONAZI 5,5 – Padroneggia bene il centrocampo biancoceleste. Sfiora la rete con un colpo di testa nella ripresa, ma commette un errore decisivo che fa partire il contropiede avversario in occasione del 4-1.

CANDREVA 5,5 – Tanti cross, tanta corsa. A volte pecca di poca precisione, ma l’assist per il colpo di testa vincente di Biglia è il suo. La volontà non gli manca (dal 32’st PEREA sv)

EDERSON 5 – L’intesa con Klose sembra regalargli momenti di gloria nel primo tempo. Nella ripresa si spegne (dal 24’st FLOCCARI sv)

KLOSE 5,5 – Parte con la grinta giusta e l’intesa con Ederson almeno nella prima frazione di gioco è ottima. Troppa imprecisione sotto porta, da uno come lui ci si aspetta il colpo vincente.

PETKOVIC 5,5 – Cambia ancora e decide di giocare la coppia Ledesma-Biglia a centrocampo. L’esperimento non funziona alla perfezione, i due si pestano i piedi in più occasioni e così il bosniaco sposta l’argentino in avanti. Mossa vincente, almeno per metà partita. La Lazio gioca e per quarantacinque minuti si illude di poter portare a casa il risultato. Nella ripresa arriva il crollo e il Verona prende possesso della partita. Lui le ha provate tutte, ma di fronte alle prestazioni disarmanti della squadra c’è poco da fare.

Arianna Botticelli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.