Tempo di lettura: 3 minuti

SENTI CHI PARLA…DELLA LAZIO – La rubrica di Lazionews.eu dedicata ai commenti, ai pensieri e alle riflessioni dei giornalisti, degli speaker radiofonici e degli opinionisti del mondo Lazio… 

MAURO MAZZA (giornalista) a Radio Incontro Olympia: “La vittoria del Milan non è frutto solo del mal funzionamento del Var ma anche di un atteggiamento sbagliato della Lazio. Non è nuova la squadra di Inzaghi a questi episodi: anche in altre trasferte come Genova e Verona i biancocelesti hanno scelto un tipo di gioco prudente, aspettando l’avversario e ripartendo in contropiede. Questa volta il fine era lo stesso ma le cose sono andate diversamente: di fronte c’era un leone ferito che voleva dimostrare di essere migliore, e così ha fatto. Detto questo, il Var aveva l’obbligo ed il dovere di accorgersi dell’irregolarità e dovevano segnalarla. Non è stata la solita Lazio: probabilmente le ammonizioni di Lulic e Milinkovic cambieranno le idee di Inzaghi. Giocheranno domani vista la squalifica in campionato. Bastos? Non è assolutamente un bidone, sbaglia chi lo paragona a Mauricio: è un difensore che ha grandi qualità, lo dimostra sempre nell’uno contro uno. Deve solo essere governato, chi lo allena deve insegnargli a controllarsi e ad annullare i momenti di amnesia che alle volte lo caratterizzano”.

FURIO FOCOLARI (giornalista) a Radio Radio: “Felipe Anderson ha messo in moto un pensiero ricorrente: non si cambia perché stiamo facendo bene. Ma perché non fare meglio? Simone Inzaghi ha messo in campo una squadra che fino ad oggi ha fatto un buon campionato ma ha subito troppo in difesa. Per rimediare ci vorrebbe un cambio di modulo: 4-2-3-1: Caceres, De Vrij, Radu, Lulic in difesa, Milinkovic, Luis Alberto e Felipe Anderson dietro Immobile. Non capisco perché questa formazione non abbia equilibrio. Trovo assurdo che il terzino ex Verona non abbia ancora trovato spazio”.

ROBERTO RENGA (giornalista) a Radio Radio: “Non capisco neanche io il ritardo sull’esordio di Caceres: la teoria dà ragione al pensiero di Focolari, la pratica a Inzaghi. Se il tecnico ancora non ha cambiato è perché solo lui conosce i meccanismi e lo stato di forma dei suoi ragazzi. Dobbiamo fidarci”.

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (giornalista) a Radio Radio: “Un testone Ciro Immobile, sicuro vorrà essere presente domani. Ora le squadre si conoscono, non credo che la Lazio ripeterà gli stessi errori di domenica scorsa. Nel doppio confronto vedo i biancocelesti favoriti. Var scandaloso in Milan-Lazio: oltre il gol di Cutrone c’era un rigore netto per i capitolini per un fallo di Antonelli su Bastos ma nessuno è intervenuto”.

NANDO ORSI (ex giocatore) a Radio Radio: “Fino adesso gli errori del Var tutti dalla stessa parte ma non bisogna colpevolizzare Cutrone: l’anti-sportività è un’altra cosa. Non vittimizziamo un ragazzo di soli 18 anni. Milan-Lazio? Non so se i capitolini siano o meno favoriti: sicuramente se la squadra di Inzaghi dovesse raggiungere la seconda finale consecutiva di Coppa Italia si attesterebbe definitivamente tra le grandi. Immobile è fondamentale per la Lazio, non solo per i gol: i suoi movimenti sono essenziali per le manovre offensive degli aquilotti ma se non è pronto non bisogna rischiarlo. Meglio non averlo per un’altra partita che perderlo per settimane. Felipe Anderson, invece, deve pazientare: viene da un lungo stop, non c’è da cambiare modulo per il brasiliano. Non si può giocare a calcio tutti insieme, ci sarà spazio per tutti”.

ROBERTO PRUZZO (ex giocatore) a Radio Radio: “La Lazio deve tornare a giocare per novanta minuti: non si può permettere di regalare un tempo al Milan come ha fatto domenica. Penso che nel doppio confronto i biancocelesti siano favoriti ma bisogna prestare attenzione: non bisogna lasciare tutti quegli spazi in difesa, serve concentrazione per portare a casa dei risultati. Inconcepibile Felipe Anderson in panchina: è il miglior giocatore della Lazio, deve partire sempre dal primo minuto anche a costo di rinunciare a Luis Alberto. Il brasiliano è il migliore di tutto, Inzaghi non può prescindere da lui”.

SANDRO SABATINI (giornalista) a Radio Radio: “Hanno aperto un’inchiesta su Cutrone ma perché non avviarla sul motivo per il quale quelle immagini non sono arrivate al Var? Voglio sapere chi ha sbagliato: l’elettricista? l’arbitro al Var? Irrati? Devono dircelo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.