Emmanuel, faccia nota Petkovic lo voleva già allo Young Boys

LA GAZZETTA DELLO SPORT. (M. Calabresi) Prima di Formello il nigeriano provò con gli svizzeri…

A Gubbio, per il derby di martedì, Vladimir Petkovic non era arrivato proprio al buio: qualche Primavera osservato contro la Roma lo conosceva già. Due esempi: nel 2009, Eddy Onazi e Sani Emmanuel si giocarono la finale del Mondiale Under 17, perdendo in finale contro la Svizzera. E in Svizzera ci allenava proprio Petkovic, in quei tempi allo Young Boys: vide quella partita, annotò proprio il nome di Emmanuel capocannoniere di quel Mondiale e, meno di un anno dopo, quando il nigeriano si affacciò in Svizzera durante uno dei suoi tanti viaggi, fece il possibile per tesserarlo. Scelta Lazio «Prima che la Lazio mi offrisse un contratto, feci due provini a Londra, uno con il Chelsea del mio amico John Obi Mikel e uno con il Tottenham: poi andai in Svizzera, allo Young Boys», disse Emmanuel in un’intervista a un quotidiano nigeriano. Fece un’ottima impressione a Petkovic, ma a quel punto si inserì la Lazio, Taribo West portò Emmanuel e Onazi a Formello, Reja e Bollini diedero l’ok e i due furono tesserati. E non è un caso che, nella lista dei probabili Primavera che partiranno per Auronzo, i due nigeriani siano tra le quattro-cinque scelte di Petkovic gli altri sono Zampa, il rientrante Ceccarelli, Rozzi e il ’95 Keita. Onazi ha estimatori in serie B, Emmanuel li avrà dopo i tre gol segnati nella Final Eight. Prima di farli partire, però, Petkovic vuole vederli all’opera: nel caso di Sani, non sarebbe la prima volta.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.