Lazio-Empoli, le pagelle. Rossi e Palombi si prendono la copertina, si rischia poco in difesa

LAZIO-EMPOLI, LE PAGELLE – Serviva una reazione pronta e fronte e così è stato. Un 5-0 contro la seconda della classifica per superare l’ostacolo Empoli e raggiungere i quarti di finale di Coppa Italia. Il 9 gennaio i biancocelesti si troveranno di fronte ancora il Palermo. La prestazione della squadra di Inzaghi analizzata dalle pagelle di Lazionews.eu.

Matosevic 6,5: non corre grossi pericoli, l’Empoli non tira praticamente mai in porta. Nel secondo tempo i toscani inquadrano di più lo specchio ma sempre con tiri deboli, semplici per lui.

Dovidio 6: buona come al solito la sua prestazione, ordinatissimo in fase difensiva dove non sbaglia mai niente. Davanti spinge poco, ma non ce n’è grande necessità.

Mattia 6,5: gara d’autorità per il capitano, che rischia poco in realtà ma è sempre attento e concentrato.

Quaglia 6: anche lui tranquillo e ordinato, soffre un pochino quando viene preso in imbeccata centrale.

Germoni 6: non brillantissimo oggi, pecca in più di qualche occasione in precisione ma di sbavature particolari non ce ne sono. Periodo un po’ opaco per lui, anche se nella ripresa cresce.

Murgia 7: sta a lui prendere per mano il centrocampo e oggi ci riesce, primo tempo sugli scudi in cui prova ad andare spesso al tiro dal limite anche con ottima pericolosità, ma trova sempre un buon Giacomel. Ritrova precisione nel passaggio e soprattutto nei lanci lunghi anche da calcio piazzato dove trova sempre il compagno meglio posizionato. Gli manca solo il gol per fare lo scatto decisivo.

Borecki 6: non è in grandi condizioni e si vede, aveva saltato la Supercoppa per l’impegno con la nazionale polacca ed è rientrato da poco. Esce nel finale di primo tempo per far spazio a Cardoselli.

Folorunsho 6: sicuramente meglio rispetto alla Supercoppa, molto più preciso anche in fase di appoggio e in più di qualche occasione riesce a liberare la sua fisicità.

Manoni 6,5: solita prestazione di sostanza e di quantità per il duttilissimo numero 11 biancoceleste, sfiora anche il gol in diverse occasioni e si fa vedere anche in fase di rifinitura. Elemento prezioso per Inzaghi, spesso però risulta ancora un po’ nervoso.

Rossi 7,5: ormai non è più una sorpresa, ma una bellissima conferma. Attaccate a tutto campo, moderno, in grado di rifinire e far gol: giocatore sempre intelligente, riesce a leggere bene ogni situazione ed è suo quello che si candida di certo a gol dell’anno. Stop e tiro al volo da centrocampo di prima intenzione, solo applausi. Suo anche il bell’assist per il primo gol.

Palombi 7,5: bene anche il numero 7 biancoceleste, ormai fisso sulla fascia sinistra. Oggi ritrova anche la lucidità sotto porta, che non è proprio un dettaglio. Doppietta e tanti palloni pericolosi messi al centro, se in forma è fondamentale.

Cardoselli 6: dopo la grande prestazione di Torino è chiamato ad entrare a freddo sul finire del primo tempo al posto di Borecki. Davvero pochi lampi per lui, ma pochi sono anche gli errori.

Calì 6,5: entra bene in partita, gol e assist.

Collarino 6,5: due partite, due gol, entrambi di ottima fattura. Quando chiamato in causa, risponde presente.

Inzaghi 6,5: buona gara della Lazio, con il mister che cercava soprattutto la reazione nervoso, ma che alla fine si è tramutata anche in rabbia sul campo. Primo tempo in cui l’Empoli è praticamente annullato, poi la squadra si abbassa un po’ troppo, ma non rischia più di tanto. Ora serve continuità.

Francesco Iucca
TWITTER: @francescoiucca

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.