CALCIOMERCATO

Caso Hysaj, la quiete dopo la tempesta: pace fatta ad Auronzo

- Advertisement -
Tempo di lettura: < 1 minuto

SOCIAL LAZIO HYSAJ – Giornata di polemiche in casa Lazio, quella di ieri, per il caso Hysaj. Il giocatore albanese, durante la cena post- prima amichevole, si è sottoposto al solito rito riservato ai nuovi arrivati: cantare una canzone seduti su una sedia. Fino a qui nessun problema se non fosse che Hysaj, in omaggio alla famosa serie TV La Casa di Carta, ha intonato “Bella Ciao”, una canzone che nel tempo è diventata il simbolo di una ben determnata connotazione politica. L’episodio è stato strumentalizzato da alcuni tifosi biancocelesti, che ne hanno fatto una questione politica. Non sono mancati insulti sui social. Ma anche post di solidarietà per il giocatore, e soprattutto inviti a tenere separati il calcio da questioni ben più importanti. I giornali oggi in edicola hanno ricostruito gli avvenimenti legati alla canzone intonata dall’ex Napoli. Riportando anche i successivi chiarimenti avuti con alcuni tifosi ad Auronzo.

Il confronto Hysaj-tifosi e gli applausi al campo di allenamento

Nella notte tra sabato e domenica, riporta La Repubblica, ci sarebbe stato un confronto chiarificatore tra il giocatore e i più accesi critici dell’episodio sopra descritto. Tutto sarebbe rientrato nei ranghi. Al punto tale che ieri l’albanese è stato applaudito da tutti durante l’allenamento dopo una bella giocata. Il video, postato da Luis Alberto, è stato rimosso. Qualcuno dice su indicazione del Social Media Manager biancoceleste, ma tant’è. Il caso si è sgonfiato, la Lazio può proseguire serena il suo lavoro di preparazione alla nuova stagione.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI