Tempo di lettura: 2 minuti


NOTIZIE LAZIO – Alberto BOLLINI, coordinatore responsabile del settore giovanile biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 per presentare un’importante iniziativa biancoceleste. Di seguito le sue parole:

LAZIO Christmas Camp, la prima edizione.

“Iniziativa molto importante, voluta dalla società e dall’ufficio marketing. La Lazio è professionismo, molti ragazzi sono arrivati in prima squadra. Non tutti diventano campioni o professionisti, ma attraverso i camp diamo la possibilità a tutti i ragazzi di misurarsi con allenatori della Lazio e con il sottoscritto, per effettuare un’esperienza tecnica dal 2 al 5 gennaio. Gli allenamenti sono divisi per fasce d’età e d’abilità, non tutti devono diventare campioni, ma la cosa più importante è il clima educativo e socievole. Tutti i ragazzi parteciperanno a lezioni tecniche il mattino e a tornei di calcio il pomeriggio. Qualcuno di molto bravo è entrato nel nostro settore giovanile. Il 6 gennaio tutta la comitiva sarà ospitata per vedere Lazio-Samp. Durante la settimana ragazzi della prima squadra verranno a farci visita e si intratterranno con i ragazzi.”

Poi continua: “Sono stato negli USA 9 giorni, ho fatto una grande esperienza perché questa nazione è molto attenta allo sport giovanile. In precedenza si era organizzato un Summer Camp a Los Angeles, siamo tornati per un test tecnico per i ragazzi e gli allenatori. Il confronto è stato contornato anche da altri contatti e abbiamo avviato la disponibilità di scambi culturali e tecnici. Il ‘soccer’ è in espansione, l’italianità della scuola calcistica degli allenatori è molto richiesta.”

Sugli Allievi Nazionali.

“Non hanno fatto una delle migliori partite, noi dobbiamo essere attenti all’atteggiamento e al comportamento. La crescita del singolo è importante e sta avvenendo anche se la partita è stata difficile. Anche negli allievi nazionali si trova una tatticità importante, ma il lavoro finora è positivo.”

Sulla primavera e Guerrieri.

“Non corriamo il rischio di pubblicizzarlo troppo. Ha una maturità superiore alla sua età, ha il senso del dovere e dell’attaccamento alla Lazio. Quando un ragazzo fa tre gol è facile parlarne, lo stesso vale per i rigori. Ieri è stato determinante per la sicurezza che ha trasmesso ai compagni anche nelle semplici cose. Ha permesso alla Primavera di passare il turno. I fuori quota servono per far crescere gli altri, il secondo o terzo anno di Primavera danno spessore. Complimenti a tutti i ragazzi.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!