CALCIOMERCATO

CALCIOMERCATO. Filippini: “Inzaghi e la Lazio meritavano la Champions, Radu una garanzia. Futuro? Torno ma…”

- Advertisement -
- Advertisement -

Tempo di lettura: 2 minuti

CALCIOMERCATO LAZIO FILIPPINI – Tra i tanti giovani allenati da Simone Inzaghi ai tempi della ‘Primavera’ c’è anche Lorenzo Filippini, giocatore di fascia sinistra più predisposto alla fase difensiva che offensiva. Classe 1995, la Lazio da qualche anno lo ha girato in prestito a diverse società di Serie B e Lega Pro per fargli maturare esperienza sul campo ma ha un contratto che lo lega ai biancocelesti sino al 2019. L’ultima stagione Lorenzo l’ha giocata con il Pisa, collezionando 35 presenze e 2 gol. Quest’oggi Filippini è intervenuto ai microfoni di ‘Radio Incontro Olympia’ per parlare della stagione della Lazio e di mercato: queste le sue dichiarazioni.

FUTUROA livello personale è stata la mia migliore stagione da quando sono tra i professionisti. C’è molto rammarico per i play-off, mi dispiace molto. Futuro? Il Pisa non ha l’obbligo di riscatto ma un diritto di riscatto che la società può esercitare: al momento dovrei tornare alla Lazio, però qui sono stato benissimo e se il Pisa volesse riscattarmi ne sarei felice. Non penso che troverei spazio alla Lazio, quindi per me sarebbe bello anche rimanere qui, in una piazza importante, con un pubblico caloroso”.

LOMBARDI – “Cristiano con l’Ancona si è rilanciato e si è rimesso in gioco, poi lui ha avuto la bravura e la fortuna di ritrovarsi alla Lazio in un momento che la squadra era un po’ a corto in quel ruolo, ma non penso che sia il mio caso (ride ndr.)”.

MURGIA E GUERRIERI – “Sono due ragazzi per bene e forti che in quella stagione avevano un anno in meno di me e per questo hanno giocato un po’ meno. Murgia è bravo ed è stato messo nelle condizioni di poter rendere, Guerrieri per me è un grandissimo portiere, ha solo avuto un anno non positivo in Serie B, ma rimane molto forte”.

RADU – “Lui è una garanzia, tutti gli allenatori vorrebbero avere uno così in squadra. Ha avuto un brevissimo periodo di calo qualche anno fa a causa di qualche problema fisico, ma le partite sbagliate con la maglia della Lazio sono davvero poche e questo vuol dire essere un grande calciatore”.

INZAGHI – “Lo sento spesso, ha fatto delle cose straordinarie, e gli faccio tanti complimenti. Quello che sta facendo è sotto gli occhi di tutti: la Lazio ha fatto una grande stagione, meritava la Champions molto più dell’Inter, diciamo che gliel’hanno scippata“. 

PRIMAVERA SCUDETTATA – “In un’altra squadra la nostra Primavera avrebbe avuto tutt’altra carriera. Abbiamo battuto l’Atalanta di Caldara, Conti e Gagliardini in finale scudetto. A 18 anni puoi sempre migliorare, e noi non eravamo proprio gli ultimi, abbiamo vinto tutto quell’anno. Altri giocatori in altre società hanno avuto delle opportunità che noi invece non abbiamo avuto. Dispiace perché ci tenevamo molto a quella maglia, sarebbe stato un sogno per tutti andare in prima squadra”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI