Cristiano Ronaldo: "Non escludo un futuro da allenatore"

Pubblicato 
giovedì, 02/05/2019
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: < 1 minuto

CRISTIANO RONALDO INTERVISTA – Cristiano Ronaldo ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di ‘ICON’, rivista di ‘El Pais’: ecco le dichiarazioni del fuoriclasse portoghese.

CAMBIO DI SQUADRA – “La prima cosa che faccio [quando arrivo in un nuovo club] è essere me stesso, non essere di più. La mia etica del lavoro è sempre uguale. Se un imprenditore arriva e inizia a sconvolgere tutto, la gente non lo vedrà come un leader. Dirà: ‘Questo è il mio capo ma non mi tratta bene’. Devi essere umile, sapere di non conoscere tutto. Se sei intelligente, ottieni piccole cose che ti rendono migliore come atleta.”

JUVENTUS – “Alla Juventus mi sono adattato perfettamente, hanno visto che non sono venditore di fumo. Sono Cristiano perché mi prendo cura di me stesso. Una cosa è parlare e un’altra è fare: perché ho vinto cinque Palloni d’Oro e cinque Champions League?”.

PRESSIONE – “È vero, ho sentito la pressione sin dalla tenera età. Quando arrivai a Madrid ero il giocatore più costoso della storia. A Manchester, dopo aver vinto il mio primo Pallone d’Oro all’età di 23 anni, la gente stava già pensando: ‘Guarda, questo deve essere al top’. Negli ultimi 10-12 anni ho sempre avuto questa pressione extra”.

FUTURO – “Nello spogliatoio alla Juventus o al Real Madrid parliamo di normali cose di calcio. Futuro da tecnico? Non lo escludo“.

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram