Tempo di lettura: 2 minuti

ESCLUSIVA INTERVISTA SEBASTIANUTTI – La Lazio Pallanuoto esce vittoriosa per 6 a 5 contro il Bogliasco. Al Foro Italico i biancocelesti conquistano così il terzo successo consecutivo in campionato, agguantando il sesto posto solitario in classifica. Tante squadre in pochi punti ma sognare, ora, non è più proibito. Gli aquilotti sono nell’ultima posizione valida per accedere ai play-off e se ad inizio stagione l’obiettivo era la salvezza, ora è lecito alzare i propri orizzonti. Per analizzare quanto accaduto in vasca e fare il punto sui prossimi impegni dei capitolini, l’allenatore della Lazio Pallanuoto, Claudio Sebastianutti, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni.

Mister, un risultato che forse non rispecchia quanto visto in vasca. La Lazio meritava di vincere con qualche gol di scarto in più quest’oggi?
“Abbiamo controllato la partita. Siamo rimasti sempre sopra, poi alla fine eravamo anche un po’ stanchi. Sapevamo che era importante perché vincere ci avrebbe permesso di salire parecchio in classifica. Non ci siamo mai stati negli ultimi anni così in alto, questo gruppo mi sorprende di volta in volta. Ricordiamoci che ad inizio stagione pensavamo di lottare per la salvezza e addirittura vi era la paura di arrivare ultimi. Posso solo fare i complimenti a questi ragazzi”.

Nel pre-partita aveva parlato del Bogliasco come possibile trappola. Un rigore contro all’inizio, i ragazzi potevano avere un crollo mentale ed invece hanno reagito nel migliore dei modi. Una prova di carattere?
“Si, un’ottima analisi. Quando sei reduce da due vere e proprie imprese è ancora tutto più difficile. Fare punti contro Florentia ed Ortigia, squadre forti ed attrezzate, poi andare a Quinto e vincere in quel modo ed infine tornare in casa per disputare la classica partita contro l’ultima in classifica devo ammettere che mi aveva messo paura. Siamo stati bravi e fortunati: il Bogliasco oggi ha giocato molto bene. Nonostante occupino la parte bassa della classifica sono riusciti a creare ottime occasioni perché hanno giocatori validi che occupano bene il campo”.

Agli allenatori non piace parlare dei singoli ma oggi abbiamo visto uno strepitoso Cannella, autore di una doppietta. E Carriggia?
“Vincenzo ci sta dando una grossa mano, sta trovando continuità e sono già diverse partite che fa prestazioni ottime. Ma la nostra forza sono tutti e 13 i ragazzi: quando si aiutano uno con l’altro in acqua sono meravigliosi. Cannella? E’ uno dei nostri giocatori più importanti ma cresce grazie all’aiuto e al lavoro che fa con i suoi compagni, specialmente con chi sta qui da più tempo, i cosiddetti senatori”.

Quella biancoceleste possiamo chiamarla una famiglia. Oggi gli spalti del Foro Italico erano gremiti per sostenere il Settebello laziale. Come si possono avvicinare sempre più tifosi alle sezioni della Polisportiva come la Pallanuoto che divertono il pubblico e ottengono anche risultati sportivi notevoli?
“Stiamo andando bene, una grande famiglia fuori e in vasca. Tutti i ragazzi sono di Roma, romani e tutto è molto bello da vedere. Tra due domeniche ci sarà il derby, il 16 febbraio, contro la compagine romanista che quest’anno si è affacciata in A1. Un motivo in più per venire a vederci dal vivo e fare il tifo per noi”.

Intervista di Marco Barbaliscia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.