Tempo di lettura: 3 minuti



GLI ALTRI LAZIALI – La Lazio è un sogno per molti, soprattutto per i più giovani. La società biancoceleste, vincolata dalle nuove limitazioni FIGC per le rose delle squadre italiane, ha dovuto fare delle scelte sul mercato. Molti giocatori sono stati ceduti, mentre altri sono stati mandati in prestito. La redazione di Lazionews.eu vi terrà costantemente aggiornati sul rendimento di quei calciatori che, ancora di proprietà della Lazio, stanno cercando fortuna altrove.

PORTIERI:

Marius Adamonis (1997) – Partita al cardiopalma quella tra Avellino e Salernitana. I granata vincono il derby in rimonta: partiti dall’iniziale situazione di svantaggio – 2-0 per i padroni di casa – i ragazzi di Bollini ribaltano il risultato e terminano il match 2-3. Adamonis in panchina.

Luca Borrelli (1998) – L’Union Feltre si piega alla capolista e contro il Virtus Vecomp Verona perde 1-2.  Nulla può Borrelli contro un Manarin strepitoso che fa doppietta: all’11 del primo tempo blocca la gara con un tiro su assist ed al 38′ raddoppia con un diagonale perfetto che non lascia scampo al portiere classe ’98.

DIFENSORI:

Luca Germoni (1997) –  Il Parma esce sconfitto in casa dalla sfida contro il Pescara dell’ex Zeman. Per il gialloblù si tratta del terzo ko interno stagionale. I crociati iniziano bene, ma poi si perdono subendo anche qualche ingiustizia arbitrale; alla fine, però, i delfini non rubano nulla. Termina 0-1 la gara al ‘Tardini’ terminata tra i fischi. Germoni out per un leggero infortunio, non compare nemmeno in panchina.

Lorenzo Filippini (1995) – Pisa-Gavorrano termina 0-0. Brutta partita a livello di prestazione, i peggior nerazzurri della stagione contentono ai Minerari di conquistare il loro primo punto in campionato. All’Arena finisce con la squadra sommersa dai fischi che fa il giro di campo per scusarsi. Filippini, certezza titolare, non riesce ad emergere. Pecca di personalità ed iniziativa, decisamente sottotono.

CENTROCAMPISTI:

Danilo Cataldi (1994) – Il Benevento non riesce a spiccare il volo, e a casa del Verona perde 1-0. Cataldi, partito titolare, conduce un buon gioco nella prima mezz’ora dando vita anche a qualche azione interessante. Quando i giallorossi rimangono in dieci, Danilo si limita ad un lavoro quasi unicamente difensivo. Grintoso, ma non basta.

Joseph Minala (1996) – Un Partenio tutto esaurito accoglie il derby tra Avellino e Salernitana. I granata vincono in rimonta al 96’ grazie ad un gol di Minala, entrato definitivamente nel cuore della tifoseria e del club. Si tratta del secondo gol in campionato dell’ex Primavera biancoceleste, ancora una volta determinante per il gruppo. La gara termina 2-3 per la squadra di Bollini, che torna a vincere in trasferta. É festa grande per la squadra di Salerno che celebra così la storica rimonta e l’eroe di giornata.

Ravel Morrison (1993) –  L’Atlas vince in trasferta contro il Santos Laguna e conquista tre punti importanti in chiave Primer Division. Ravel, convocato dal mister, rimane in panchina per tutti i 90′.

ATTACCANTI:

Ricardo Kishna (1995) – Infortunato;

Cristiano Lombardi (1995) – Il Verona vince in casa contro il Benevento grazie ad un gran bel gol di Romulo. Lombardi risulta poco incisivo, ci prova ma non riesce. A fine primo tempo è lui che impedisce a Valoti di segnare un gol praticamente fatto.

Francesco Orlando (1995) – Infortunato;

Daniel Bezziccheri (1998) –  Torna a vincere la Reggina dopo il ko in trasferta subito la scorsa settimana a Trapani. La gara contro il Fidelis Andria termina 2-0, una vittoria giusta e meritata favorita anche dall’espulsione del federiciano Croce. Maurizi convoca Bezziccheri, ma lo lascia in panchina per tutti i 90′ della gara.

Alessandro Rossi (1997) – Pazza rimonta granata al Partenio-Lombardi. La Salernitana reagisce allo svantaggio iniziale di due reti, per poi ribaltare il risultato grazie al gol decisivo di Minala, arrivato al 96′. L’ex Primavera della Lazio gela i tifosi biancoverdi e fa esplodere il Settore Ospiti. Rimonta dai tratti epici a cui non prende parte Rossi che rimane a guardare la gara dalla panchina.

Alessandra Marcelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.