Tempo di lettura: 2 minuti

ITALIA ARABIA SAUDITA CRONACA – Inizia con una vittoria l’avventura di Roberto Mancini sulla panchina azzurra: l’amichevole di San Gallo contro l’Arabia Saudita termina 2 a 1 per gli italiani, un risultato che fa morale contro un avversario, sulla carta, inferiore, ma che è tra le 32 finaliste del Mondiale di Russia. Oltre al neo-tecnico, i riflettori erano tutti puntati su Mario Balotelli, al rientro in azzurro dopo 4 anni: l’attaccante dimostra sul campo di aver interpretato con la giusta mentalità la convocazione in Nazionale e dopo 20 minuti è proprio lui a sbloccare il risultato. ‘Super Mario’ salta Otayf e scarica un destro sul primo palo da fuori area: la conclusione dell’attaccante numero 9 termina all’angolino, Al Owais non può nulla. Il gol sblocca mentalmente gli ‘Azzurri’ che fanno vedere buone trame di gioco contro un’Arabia Saudita palesemente in difficoltà: l’Italia va vicina al raddoppio con Politano e Pellegrini poi è la traversa, al 40esimo, a fermare l’urlo di gioia dei tifosi azzurri su un gran tiro di Criscito.

LA RIPRESA – Nel secondo tempo si riparte con il punteggio di 1 a 0 e con tanti cambi: Politano e Pellegrini continuano a spingere poi, al 58′, Balotelli esce sostituito da Belotti. Ed è proprio il ‘Gallo’ a trovare, al 69′, il secondo gol azzurro della serata: calcio d’angolo di Jorginho, Belotti anticipa tutti e colpisce di testa a botta sicura, Al Owais ribatte corto. Sulla respinta, è sempre l’attaccante numero 11 ad insaccare con il destro a porta vuota. La partita sembra chiusa ma i ragazzi di Mancini si rilassano un pò troppo e l’Arabia ne approfitta accorciando incredibilmente le distanze: Zappacosta perde un brutto pallone a centrocampo, lanciando il contropiede di Al Shehri. Donnarumma esce dall’area di rigore senza saper bene cosa fare, il numero 8 arabo lo supera senza difficoltà ed insacca a porta vuota. Gli ultimi venti minuti denotano la grande voglia dell’Arabia Saudita di fare risultato e alcune lacune dal punto di vista fisico degli azzurri: al 79′ è proprio il portiere del Milan a compiere una parata miracolosa su Al Muwallad, salvando l’Italia da una beffa che avrebbe avuto dell’incredibile. Nel finale gli azzurri provano a chiudere la partita con Cristante che però non riesce a trovare il fondo della rete: finisce così 2 a 1 per l’Italia che prova a tornare a sorridere. Un passo alla volta. E venerdì è già tempo di Francia-Italia, una partita che non ha mai il sapore di amichevole, il primo vero test per la nuova Nazionale formato Mancini.

Marco Barbaliscia

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.