Tempo di lettura: < 1 minuto

BRASILE 2014- In attesa di provare a battere il record di Ronaldo, Miro Klose diventa il miglior cannoniere della storia della nazionale tedesca. A due giorni dal suo trentaseiesimo compleanno l’attaccante biancoceleste scherza con la Bild in un’intervista poi pubblicata sulla Gazzetta dello Sport: “Il fatto di bere un bicchiere di vino a pranzo ha suscitato clamore? Chissà cosa succederebbe se si scoprisse che 10 anni fa al Werder Brema i compagni più anziani mi costrinsero a bere con loro. Quella è l’ultima volta che mi sono ubriacato ma ho bevuto così tanto che per 10 giorni mi sentivo in coma“. Aggiunge poi, serio, che la forma fisica per lui è tutto: “Dormo 11 ore a notte. Vado a letto alle 21, alle 6 mi sveglio, porto i bambini al bus scolastico e torno a casa a dormire un altro po’. Sto attento a tutto. Certi miei colleghi sembra abbiano nascosto un pallone sotto la maglia“. L’obiettivo resta uno: diventare anche il miglior marcatore della storia dei mondiali. Il tedesco e ben determinato a centrarlo e poi raggiungerà i compagni nella seconda parte del ritiro. Intanto delinea il suo futuro: Parto dal presupposto che sarà il mio ultimo anno. Il mio contratto scade nel 2015, c’è un’opzione per prolungarlo, ma dipenderà da come starò. Poi voglio tornare in Baviera e allenare”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.