Tempo di lettura: 2 minuti

AVVERSARIA SPAL – Archiviata la pratica contro l’Inter, per la Lazio è tempo di continuare la sua avventura in campionato: in occasione dell’undicesima giornata, gli uomini di Inzaghi sfidano in casa la Spal di Leonardo Semplici.

I NUMERI – La squadra di Ferrara al momento occupa la tredicesima posizione in classifica: quattro le gare vinte, una in meno rispetto a quelle perse. In totale i biancazzurri hanno collezionato 375 azioni d’attacco, concretizzando solo in 38 occasioni con un tiro in porta. Il possesso palla medio per gara si aggira intorno ai 24′ minuti, durante i quali gli estensi hanno effettuato 52 corner e 117 falli.

L’ALLENATORE – L’8 dicembre 2014, nonostante le voci che lo volevano vicino alla Reggina, Leonardi Semplici firma con la Spal ancora militante nel girone B di Lega Pro. Quando l’ex difensore viene ingaggiato, la squadra si trova al 12º posto in classifica, a soli quattro punti dalla zona retrocessione. Alla sua prima stagione in panchina, Semplici riesce a trascinare il club fino alla quarta posizione, mentre l’anno successivo vince il campionato di Lega Pro riportando la squadra ferrarese in Serie B dopo 23 anni di assenza. Il 13 maggio del 2017, quasi al termine della prima stagione in B, la Spal ottiene l’aritmetica promozione in Serie A: dopo 49 anni, il club ferrarese torna a competere nel massimo campionato italiano.

UN PERCORSO A PICCOLI PASSI – “Questo è un gruppo che è cresciuto tantissimo dopo il primo anno di Serie A, il nostro budget è il penultimo del campionato ma sappiamo scegliere bene i giocatori giusti. Obiettivi non me ne pongo, ma vorrei che diventassimo il nuovo Chievo, riuscendo a rimanere per molti anni in serie A, magari un giorno arrivare anche alle spalle delle grandi come successe ai gialloblu di Delneri” dichiarava lo scorso settembre il mister. Un cammino lungo e difficile, fatto di piccoli passi: partito dal campionato di Eccellenza, Semplici è riuscito a guidare i suoi nell’élite del calcio nostrano. D’altronde l’allenatore toscano, nel miracolo ci ha sempre creduto: “Con orgoglio posso dire oggi di essere arrivato fino alla serie A vincendo in ogni categoria“.

GIOCATORI CHIAVE – Uno degli uomini più in vista della Spal è senz’altro Manuel Lazzari, che con le sue prestazioni è riuscito a conquistare non solo un posto in Nazionale, ma anche una lista di pretendenti (tra cui la Lazio) pronte a contenderselo. Il classe ’93 nasce centrocampista destro, ma è adattabile all’occorrenza anche come terzino: dinamico e veloce, è lui uno dei giocatori chiave della squadra. Occhi puntati anche sul neo acquisto Vanja Milinkovic, fratello del biancoceleste Sergej, che durante il penultimo impegno di campionato contro la Roma si è reso protagonista di una discussa espulsione: sarà il gigante serbo a difendere i pali biancazzurri dalle insidie di Immobile&co.

PROBABILE FORMAZIONE SPAL (3-5-2): Milinkovic-Savic; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Valdifiori, Missiroli, Valoti, Costa; Petagna, Antenucci.

Alessandra Marcelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.