Tempo di lettura: < 1 minuto

LE PAGELLE LAZIO NOVARA – All’Olimpico non c’è storia: la Lazio vince 4-1 contro il Novara e vola ai quarti di finale di Coppa Italia. In gol Luis Alberto, Milinkovic e Immobile per due volte. Questi i voti dati alle prestazioni dei biancocelesti, a firma del direttore di Lazionews.eu Paolo Cericola.

Strakosha 6,5 bravissimo dopo pochi minuti nel chiudere la porta al Novara. Poi nessun rischio ed il rigore piemontese realizzato
Bastos 6 sbaglia la lettura del fuorigioco in apertura lasciando Schiavi davanti a Strakosha
Luiz Felipe 6 è lui a comandare la difesa da centrale. Regala il rigore al Novara controllando con braccio un pallone
Acerbi 6,5 ormai ha messo Zanetti con il suo record nel mirino. Non sbaglia nulla. Solido ed elegante
Marusic 6 spinge con continuità ma affonda raramente. Serve maggiore aggressione su quella fascia
Luis Alberto 7 sblocca il risultato con un velenoso mancino, gioca con il fioretto ed è spesso delizioso
Leiva 6,5 come sempre dalle sue parti non si passa.
Milinkovic 7 troppa differenza con gli avversari. Trotterella senza forzare ma gli basta ed avanza. Calcia in maniera disegnata la punizione del 4 a 0
Lukaku 6,5 se riuscisse a trovare continuità sarebbe un grande acquisto. Strappa in più occasioni sulla sinistra collezionando assist
Immobile 7 due goal e tanto movimento.
Caicedo 6 spazia molto sul fronte offensivo ma non trova mai l’occasione per battere a rete
Inzaghi 6,5 tutto molto facile facile sin da subito. Formazione a trazione offensiva che già nel primo tempo chiude la gara. Ora attende l’Inter o il Benevento nei quarti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
Nella notte dei tempi, era il 1994, decisi che il giornalismo doveva essere la mia strada; così è stato. Ho iniziato con il nuoto poi il calcio dei grandi. Ho consegnato giornali nei bar, nei circoli, per strada, annusando il profumo delle rotative ed il fascino della stampa su carta. Mondiali, europei, Nazionale, il miglior momento del calcio Nazionale con le ‘7 sorelle’....non mi sono fatto mancare nulla. Ho lavorato per il Corriere dello Sport, il Tempo, il Giornale, l’agenzia di Stampa Dire, Radio Incontro e dal 1997 sono inviato di Radio Radio. L’unico hobby che ho coltivato ed al quale non rinuncio: 3 figli meravigliosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.