CALCIOMERCATO

L’ex Filippini: “Pioli dovrà ricompattare il gruppo, troppo facile criticare i giovani…”

- Advertisement -
- Advertisement -

Tempo di lettura: 2 minutiNOTIZIE LAZIO – Un passato con l’aquila sul petto. Emanuele Filippini, alla Lazio nella stagione 2004-05, la prima della gestione Lotito, ha ancora nel cuore i colori biancocelesti. L’ex centrocampista è stato intervistato ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3, queste le sue dichiarazioni sul momento attraversato dalla squadra di Pioli:

Da dove può ripartire questa Lazio?

“Dagli allenamenti e dal lavoro, anche se è difficile per un allenatore farli in maniera corretta senza tutti questi giocatori via per le nazionali. Al ritorno Pioli dovrà ricompattare forze mentali e fisiche perché la Lazio purtroppo ha cominciato male. Prima la Supercoppa, poi la Champions, poi la sconfitta sonora con il Chievo. La Lazio può e deve fare bene, c’è ancora tanta strada da fare, ma Pioli deve ricompattare il gruppo”

La Lazio ha subito un contraccolpo mentale. Che percentuale assegna all’eliminazione dalla Champions?

“Direi un buon 80%, non fare la Champions e perdere così malamente fa male. La Lazio ha subito un brutto colpo, ma anche l’hanno scorso era partita male, poi abbiamo visto tutti cosa è stata in grado di fare”

In un momento così delicato, come vede i nuovi? Morrison?

“Morrison a Verona è entrato anche per dare un segnale agli altri, sono dinamiche dello spogliatoio che noi non conosciamo. Certo è che i giovani vanno lanciati e gli va data fiducia”

E’ arrivato Matri, le piace? Secondo lei alimenterà una sana competizione?

“Matri a me come giocatore piace, è un attaccante d’area. Per le caratteristiche che ha si incastra molto bene nel gioco di Pioli, con tutti i palloni che arrivano in area. Non è tanto completo, ma uno bravo a coprir palla e a far gol. Può dare maggiore spinta a questa Lazio nel reparto offensivo, ci sarà competizione sana e reale. Speriamo non ci siano mugugni, il posto se lo devono giocare tutti, questo caratterizza un buon gruppo”

Molti hanno criticato la prestazione di Cataldi a Verona…

“Quando la squadra non gira è difficile per tutti, soprattutto per i giovani. Il vecchio con l’esperienza maschera la brutta prestazione, i giovani rimangono più scoperti. E’ così da sempre, è facile prendersela con loro, ma si perde da squadra”

Chi ha fatto meglio sul mercato?

“Io in un podio metterei al primo posto l’Inter, ma bisogna vedere questi giocatori che preso, di assoluto valore, come reggono e come si adattano alla Serie A. Poi c’è la Roma e a pari merito Lazio e Juventus, con i biancocelesti che hanno operato con intelligenza e i bianconeri che davanti ha preso ottimi giocatori al di là delle cessioni”

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI