Tempo di lettura: < 1 minuto

EX LAZIO INTERVISTA JIMENEZ – Nella Lazio non è riuscito a lasciare il segno ma forse non ne ha avuto neanche la possibilità. Luis Jimenez, trequartista cileno classe 1984, arrivò nella capitale nel gennaio del 2007 ma a giugno fu ceduto subito all’Inter. 16 presenze e due gol non furono sufficienti a convincere la dirigenza a puntare su di lui. Dopo diversi anni dall’accaduto, il calciatore è tornato sul suo addio ai biancocelesti. In un’intervista a gianlucadimarzio.com ha spiegato perché fu ceduto, per poi raccontare le emozioni del periodo in nerazzurro.

ADDIO ALLA LAZIO – “Andai via per Delio Rossi. Faceva giocare Mauri trequartista e prima dell’ultima partita di campionato mi ha chiamato per dirmi che non era molto convinto, perché voleva un trequartista che andasse più nello spazio. Mentre io ero più un giocatore bravo con il pallone tra i piedi in grado di far girare la squadra, forte tecnicamente ma più statico. Insomma, è stata una scelta tecnica”.

PERIODO INTER – “Mourinho e Mancini? Si parla di due allenatori vincenti che lavorano bene: hanno forme diverse ma entrambi sanno cosa vogliono dalla squadra. Mourinho? E’ un allenatore fantastico, che riesce a stare vicino ai calciatori. Nell’Inter gli volevamo tutti bene. Gli allenamenti erano fantastici, era molto positivo. Faceva sì che il giocatore desse tutto in campo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.