CALCIOMERCATO

NAZIONALE, Mancini: “Sono fiducioso per Euro2020. Balotelli? Ci vuole ancora tempo”

- Advertisement -
Tempo di lettura: 2 minuti
- Advertisement -

ITALIA MANCINI NAZIONALE – Direttamente da Coverciano, il ct della Nazionale Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa: queste le sue dichiarazioni.

CONVOCAZIONI – “Ho convocato molti giocatori per conoscerli meglio e valutarli. Abbiamo chiamato qualche attaccante in più perché dobbiamo lavorare sotto questo aspetto. Ho lasciato a casa qualcuno con grande dispiacere, ma fanno tutti parte di questo gruppo. Belotti? La bellezza della Nazionale è che tutti possono dire la propria opinione, poi io faccio le mie scelte. Lui è un giocatore come gli altri che sono rimasti a casa, può fare molto meglio e può tornare in Nazionale. Balotelli? Mario non è ancora nelle condizioni ottimali per giocare in Nazionale. Sicuramente è migliorato e sta continuando a farlo. Ha una buona media realizzativa, da lui ci aspettiamo tanto. Ci vuole ancora un po’ di tempo”.

I GIOVANI – “Stanno migliorando. Sono giocatori tecnici che se giocano possono solo migliorare. Ringraziamo Di Biagio perché gli abbiamo portato via abbastanza giocatori per l’Europeo, avremo una squadra che può arrivare in fondo. Per loro e per i giovani sono importanti tutte le partite, sia queste che in Under 21. Sono tutte esperienze nuove”.

VERSO EURO 2020 – “Ci ritroviamo oggi dopo un po’ di tempo, da adesso le partite inizieranno a essere importanti perché ci proiettano verso gli Europei. Sono fiducioso, vedo che i ragazzi hanno tanto entusiasmo a venire qui. Dobbiamo cercare di fare qualcosa di diverso, che ci porti a raggiungere risultati importanti. Questo è chiaro nella testa dei ragazzi. Abbiamo giocatori bravi, tecnicamente e tatticamente. Possono giocare in tutte le situazioni di gioco. Sono calciatori versatili che possono fare qualsiasi ruolo. Partita più difficile? Intanto la Finlandia, e solitamente la prima è la più difficile. Vorrei vedere la stessa voglia dimostrata in tutte le partite, saper difendere ed essere propositivi” .

SU KEAN E IL PARAGONE CON BALOTELLI – “Mario ha vinto tanto alla sua età, speriamo che lui parta com’è partito Balotelli, ovvero benissimo. Italiane in Europa? La Juventus è una squadra forte, ha fatto una grande partita e non era semplice ribaltare quel risultato. Il Napoli è andato avanti, può vincere l’Europa League. Alla fine ne arrivano due alle finali, speriamo siano italiane”.

VERRATTI, JORGINHO E ZANIOLO – “Jorginho sta giocando bene. Magari il Chelsea sta attraversando un momento più difficile rispetto a qualche mese fa, ma lui difficilmente sbaglia le partite. Stessa cosa per Verratti, che ha qualità tecniche importanti. Su Zaniolo Di Francesco ha il merito di averlo fatto giocare quasi sempre, gli ha dato una fiducia enorme. Ha sempre fatto bene, poi è chiaro che quando si è giovani ci possono essere momenti difficili. Ha qualità e potrebbe debuttare, come tutti quelli che sono qui”.

IL CAMPIONATO – “Allenante è sempre allenante, non è mai stato semplice per nessuno. Che la Juventus abbia dominato anche quest’anno è evidente. Dietro stanno lottando, il Napoli è un po’ più tranquillo ma ormai ha una squadra ottima da molto tempo. Lottano per l’Europa il Torino, l’Atalanta, la Roma, la Lazio, il Milan e l’Inter. Sorprese? Dall’inizio a oggi giocano più ragazzi in orbita della Nazionale. Sono migliorati molto in questi mesi, questa è la cosa più importante”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI