Tempo di lettura: 4 minuti

INTERVISTE POSTPARTITA – Continua a vincere la Lazio di PIOLI. Dopo i tre punti ottenuti nell’ultima giornata di campionato, i biancocelesti bissano il successo ancora contro il Milan. Nel postgara, il tecnico parmense ha espresso tutta la propria gioia per la prestazione dei suoi.

PIOLI A RAI SPORT 

“Ancora grande merito della squadra, partita di grande coraggio. Hanno portato a casa una vittoria importante. Siamo molto soddisfatti, abbiamo interpretato bene la gara. In 10 diventa sempre difficile ma quando c’è da soffrire questa squadra da’ sempre tanto”.

Come ha visto il Milan?
“Credo che in una stagione ci siano momenti difficili e solo con il sostegno della società si superano. Sono contento che Inzaghi rimanga al Milan, ma con il lavoro si rialza la testa e la stagione può cambiare”

Ha confermato Parolo e Klose.
“Volevo schierare una squadra competitiva. La nostra filosofia ci porta ad essere sempre brillanti. Cambiando qualche giocatore poi la mentalità non è cambiata. Dobbiamo confinare così. Vittoria importantissima, non è facile giocare qui. Complimenti a tutti i ragazzi. Grande prestazione”.

Questa è la Lazio 1bis?
“Questa è la Lazio. La società mi ha messo a disposizione un organico all’altezza. Anche in questi momenti abbiamo superato le tante assenze ma stiamo raccogliendo il frutto del lavoro di questi mesi. Non dobbiamo fermarci qua”

Arriva Bergessio?
“Non lo so, chiedetelo alla società. Dedichiamo la vittoria a Djordjevic, è un ottimo giocatore. Un in bocca a lupo a lui, tornerà più forte di prima”.

Quanto sei soddisfatto della Lazio del secondo tempo?
“Molto soddisfatto. Questi ragazzi sono bravissimi, non era facile giocare in 10. Un plauso alla fase difensiva, hanno dimostrato di avere la mentalità giusto. Keita ha fatto bene e sta migliorando, sta lavorando. Io credo che da attaccante possa fare molto bene, ha le caratteristiche per mettere in difficoltà qualsiasi avversario”.

Che meriti ti prendo per quello fatto dalla Lazio?
“I meriti sono di tutti. I risultati sono da dividere con tutte le componenti. La società ci fa lavorare bene e poi ho avuto da subito la disponibilità dei giocatori. Ma non abbiamo fatto ancora nulla, dobbiamo lavorare ancora molto e finché non raggiungiamo l’obiettivo dobbiamo avere il piede sull’acceleratore. Tutti stanno facendo un grande lavoro”:

Il Pazzini potrebbe essere da Lazio?
“Abbiamo Perea e credo abbia le caratteristiche giuste. Poi vedremo come saranno gli sviluppi. Ora devo solo parlare dei miei giocatori e sono molto soddisfatto di quelli che ho a disposizione”.

PIOLI IN CONFERENZA STAMPA

Sulla partita
 “E’ stata un’impresa, l’ho detto anche ai ragazzi all’intervallo che potevamo fare l’impresa. I ragazzi hanno messo in campo grande voglia di passare il turno, sono molto soddisfatto della prestazione e dell’atteggiamento della mia squadra”.

Sulla squadra
“Stiamo lavorando con grande attenzione e stiamo giocando con grande orgoglio, dando sempre tutto quello che abbiamo. Siamo in un buon momento, ma non dobbiamo mollare. Non abbiamo fatto ancora nulla, le difficoltà arriveranno, vogliamo tornare in Europa”.

Sulle due vittorie contro il Milan
“Non ho visto un Milan in crisi, ci hanno messo in difficoltà. I rossoneri hanno grandi giocatori e averli battuti per due volte in pochi giorni è importante. Dobbiamo andare avanti con umiltà”.

Sull’espulsione di Cana
 “Tutti avete visto, per me non era da ammonizione nemmeno il primo fallo”.

Su Mauricio
“L’ho visto bene, è un difensore molto tosto. Speriamo che non sia nulla di grave, sta facendo degli esami dopo la botta al costato che ha preso con Berisha. Novaretti? Può fare molto bene”.

Sul resto della stagione
 “Vogliamo tornare in Europa e per farlo abbiamo due strade: il campionato e la Coppa Italia. Per raggiungere i nostri obiettivi però la strada è ancora lunga, dobbiamo correre e lavorare ancora tanto”.

PIOLI A LAZIO STYLE RADIO

Sulla vittoria e sull’esultanza.
“E’ stata una serata importante, volevamo continuità e volevamo passare il turno. Ho detto ai giocatori che potevamo fare un’impresa in 10, hanno avuto atteggiamento. Da parte mia i festeggiamenti erano dovuti. Voglio bene ai giocatori, stanno dando tanto. Dobbiamo continuare a lavorare con questa disponibilità che ci fa fare queste prestazioni. La mentalità è importante, i giocatori devono essere soddisfatti”.

Sul gruppo.
“E’ un gruppo numeroso e questo in queste situazioni di infortuni è un bene. E’ un gruppo disponibile nel lavoro, c’è voglia di stare insieme e lavorare. Faremo di tutto per centrare l’obiettivo. La società ci mette nelle condizioni per lavorare. Abbiamo grandi valori tecnici e morali”.

Sullo spirito di sacrificio.
“Una squadra che si aiuta in campo. Nei momenti di difficoltà non si molla, sono situazioni che ci stanno dando vantaggi. Se siamo intelligenti capiremo perché arrivano i risultati. C’è qualità e servono atteggiamenti che stiamo mettendo in campo. Siam ostati bravi a superare il passo falso con il Napoli. Domenica ci aspetta una battaglia, il Cesena si gioca ala salvezza. Cerchiamo di recuperare energie fisiche e mentali. Speriamo di recuperare, sono contento di Perea, credo che abbia le caratteristiche per lavorare con noi”.

 Su Klose.
“Non ho mai avuto dubbi su di lui. Sta facendo un grandissimo lavoro per la crescita, è ancora un giocatore importantissimo. E’ stata una sorpresa la tenuta fisica di oggi. Ha rincorso, ha lottato, come Keita e tutta la squadra. E’ importante avere certi tipi di atteggiamento”.

Sulla scelta di non sostituire l’attaccante.
“Secondo me era inevitabile che ci saremmo abbassati, la fase difensiva in 10 si può fare bene avendo gli stessi atteggiamenti. Togliere l’attaccante significava non essere più pericolosi. Avrei inserito anche Candreva per chiudere la partita. Questo si può fare con i giusti atteggiamenti. Mi posso permettere qualsiasi scelta perché tutti danno il massimo”.

Sul gruppo.
“Io parlo di lavoro, pretendo tutto dai giocatori, gli do anche tutto e cerco di fare il possibile per coinvolgerli. Tutti ci permettono di allenarci con intensità e concentrazione. Le partite d’allenamento sono vive, insistiamo. Sono giusti i complimenti, ma i piedi restano a terra. Dobbiamo fare di tutto per centrare l’obiettivo. Ora molta concentrazione sulla prossima, dobbiamo fare bene”.

PIOLI A SKY

“E’ importante avere questa mentalità, la squadra prova comunque a fare la partita. E’ una qualificazione che volevamo, per arrivare in Europa abbiamo due strade. Non era facile perché l’avversario ci ha creato difficoltà e vincere a San Siro è sempre complicato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!