Radu, arrivano le scuse a Formello: il difensore chiede l'ultimo confronto a Tare

Pubblicato 
mercoledì, 10/07/2019
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

RADU SCUDE FORMELLO TARE -  Galeotto fu un litigio di Radu con Bastos e Wallace. Ed ora lo strappo sembra non riuscire più a ricucirsi. Non era stato convocato a Formello, ieri, ma Radu ieri si è comunque presentato in campo nel tentativo disperato di ricucire lo strappo.

Radu, le scuse a Formello

Ha chiesto scusa in ogni modo, perché il romeno non è ancora definitivamente arreso all'idea di dire addio. Come riporta Il Messaggero, il difensore avrebbe chiesto a Tare almeno un altro confronto, prima di rassegnarsi a trasferirsi all'estero. "Eccesso di competenza” l’accusa della società. E quella frase che ha allontanato le parti: “Ho giocato anche rotto, ora lo farò solo se starò bene”. Radu è un separato in casa e dopo 11 anni non partirà per Auronzo. Ma non ha alcuna intenzione di arrendersi: lui, che si sente parte lesa, si è comportato così solo per senso d'appartenenza.

Radu, Tare non fa dietrofront

Al momento dunque la società non ha alcuna intenzione di tornare indietro. Radu si allenerà a Formello insieme a un preparatore atletico per regolamento. Poi troverà una sistemazione all’estero. Niente Parma, Torino e Atalanta perché il laziale non vuole giocare in Italia. Mai avversario della Lazio. S’è fatto sotto il Vitesse, ma la tentazione si chiama Arabia e Cina.

Radu-Lazio, protesta social

I tifosi si sono schierati. La gente laziale, ha preso d'assalto i social ufficiali del club. E su Facebook, Instagram e Twitter scrivono: "Radu non si tocca", "Save Radu", "Non fate andare via Radu" tra i più frequenti commenti. E poi le foto, i ricordi, le vittorie del biancoceleste in questi lunghi anni di permanenza a Roma: indelebili, per tutti. Non riescono a crederci neppure loro e non vogliono. A prescindere dalla verità, dai fatti, Radu sarà sempre un pezzo di lazialità che va via. Male, come un romanzo con una fine triste.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram