Tempo di lettura: 2 minuti

ROMA – Allo Slide Show di Roma TV, Alessandro Florenzi ha raccontato del momento della sua squadra e non solo: ecco le sue dichiarazioni.

DERBY – “La rinascita di Pellegrini. All’inizio tutti si aspettavano qualcosa di importante da lui ma non era facile, era al primo anno nella Roma. Questo gol ha cambiato le sue sorti, da questo tacco è rinato il Lorenzo che ha contribuito a tante vittorie della Roma, speriamo che ora l’infortunio sia alle spalle. La Lazio è molto affiatata, è rimasta quella dell’anno scorso, sono ben assortiti. Ci sono Milan e squadre che possono fare l’exploit come la Sampdoria.”

NAPOLI-ROMA – “Napoli-Roma? Venivamo da un momento difficile, ma con l’aiuto di tutti siamo riusciti a fare una grande partita che ci ha rilanciato verso quelli che erano i nostri obiettivi. Una bellissima partita, Edin ha fatto due grandissimi gol. Una grande vittoria”.

SHAKHTAR – “Una partita importante per noi, dovevamo per forza vincere dopo la sconfitta dell’andata. Ed è stato un bellissimo gol, con Kevin che l’ha messa di prima – e la provavamo da tempo – Edin è scattato sul fuorigioco e ha fatto quello che gli riesce meglio del suo mestiere, fare gol. Siamo tornati in un posto dove non eravamo da tempo, a Roma non si va spesso ai quarti di Champions League”.

MANOLAS – “La sua esultanza col Barcellona? Questa è la foto della stagione dell’anno scorso, non tralasciando quello che hanno fatto Daniele e Edin perché senza di loro non ci saremmo trovati sul 2-0. Quello che ha fatto Kostas rimarrà nella storia, è stata una partita che difficilmente scorderemo e difficilmente scorderà Roma. Ci credevamo perché avevamo visto quello che avevamo fatto a Barcellona. Ci aveva detto male in qualche occasione, trascinati dall’affetto del pubblico abbiamo fatto qualcosa di straordinario.

ESULTANZA CON DE ROSSI – “Ci stavamo rendendo conto che stavamo facendo qualcosa di straordinario, Daniele come me vorrebbe vincere qualcosa qui e anche se quella non era una vittoria per noi era come se lo fosse. E per quello che poteva rappresentare per i tifosi. L’ultima semifinale era nel 1984, abbiamo pensato di essere entrati nella storia del club facendo qualcosa di incredibile. Non è stata una vittoria ma è come se lo fosse stata per i romani e i romanisti”.

FESTEGGIAMENTI – “Abbiamo buttato tutto quello che avevamo davanti a noi, sprecando pure troppa acqua. Erano i festeggiamenti di un gruppo che si vuole vivere e vuole vivere ancora serate come quella”.

SALAH – “Fortissimo, ci ha fatto male in quella serata ad Anfield. Siamo riusciti a renderla solo meno amara nel finale, per poi nel ritorno avere l’amarezza e dire ‘se facevamo meno peggio forse potevamo ambire a qualcosa di importante’. Siamo stati fuori dai binari per tre quarti della partita, loro ci hanno ammazzato dal punto di vista dell’aggressività e del gioco di squadra, poi negli ultimi 20′ siamo riusciti a risalire”.

LIVERPOOL – “Il ritorno? Ricordo i momenti prima. L’immagine che ho anche sul mio telefonino dei tifosi all’arrivo allo stadio li porterò sempre con me, spingendoci a fare una grande partita che abbiamo vinto 4-2. Una pagina brutta che portiamo con noi, per poco non facevamo il miracolo. Abbiamo avuto l’affetto dei 70 mila allo stadio, li abbiamo sentiti ed è stata una bella serata, nonostante avessimo perso l’obiettivo della finale di Champions”.

ROMAJUVE – “Avremmo voluto chiudere con una vittoria all’Olimpico, speriamo nel 2019 di fare cose veramente buone.”

JUVE-ROMA – “Nell’ultima parte della gara li abbiamo messi nella loro metà campo, meritavamo sicuramente qualcosa di più.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.