Restiamo in contatto

NOTIZIE

SENTI CHI PARLA… DELLA LAZIO. Agostinelli: “E se quello che hanno fatto alla Lazio fosse successo a chi sta più in alto?”

SENTI CHI PARLA…DELLA LAZIO – La rubrica di Lazionews.eu dedicata ai commenti, ai pensieri e alle riflessioni dei giornalisti, degli speaker radiofonici e degli opinionisti del mondo Lazio…

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 3 minuti

SENTI CHI PARLA…DELLA LAZIO – La rubrica di Lazionews.eu dedicata ai commenti, ai pensieri e alle riflessioni dei giornalisti, degli speaker radiofonici e degli opinionisti del mondo Lazio…

ANDREA AGOSTINELLI (ex calciatore ed allenatore) A TMW RADIO: “Simone ha utilizzato i giusti modi per dire la sua. E cioè che la Lazio nonostante tutto non deve crearsi alibi perché sarebbe deleterio. Lancio però una provocazione: se queste gestioni dubbie avessero avuto protagoniste altre squadre, specie quelle che stanno più su, cosa sarebbe successo?”.

SERGIO PETRELLI (ex calciatore) A LAZIO STYLE RADIO: “L’espulsione di Immobile è stata la conseguenza di un calcio di rigore evidentissimo soprattutto grazie alla VAR, che però non sta dissipando dubbi e proteste. Gli arbitri, infatti, spesso non hanno giocato a calcio: questo aspetto ha un certo peso. Con la nuova tecnologia, potrebbe anche capitare che venga tolto potere al direttore di gara, che magari può essere condizionato dai suggerimenti dei suoi assistenti. In via della gara di questa sera in Coppa Italia contro il Cittadella, quando nel calcio una squadra di categoria inferiore gioca con una superiore, dà il massimo: al contrario la squadra di caratura maggiore può sottovalutare l’impegno. Questo oggi non dovrà accadere. Domenica contro l’Atalanta speriamo che l’arbitro lasci giocare perché sia la squadra di Inzaghi che quella di Gasperini si esprimono molto bene sul rettangolo verde. Mi auguro che i biancocelesti riescano a pensare solo al campo”.

GUGLIELMO STENDARDO (ex giocatore) A RADIO INCONTRO OLYMPIA: “In effetti il Giudice Sportivo ha ritenuto la condotta antisportiva, ma senza connotati di gravità. Non è stato come quello di Daniele De Rossi in Genoa-Roma, per fare un esempio. Io credo che il Giudice Sportivo abbia fatto pagare la reazione di Immobile, seppure il contatto non fosse così forte. Le decisioni dei Giudici non vanno assolutamente contestate perché fanno legge e giurisprudenza. Posso solamente dire che, in teoria, quel tipo di comportamento va sanzionato con due giornata di squalifica. Dandone solo una è come se il Giudice avesse detto ‘ti faccio pagare solo la reazione’. Io da avvocato proverei a difendermi su questo aspetto”.

ILARIO DI GIOVANBATTISTA (giornalista) A RADIO RADIO – “Io credo che un laziale oggi sia ancora più arrabbiato. Se non c’era l’atto violento, cosa è stato punito? Allora le partite si devono chiudere sempre con 8-9 espulsioni? Tante cose antisportive non vengono sanzionate.”

ROBERTO PRUZZO (ex calciatore) A RADIO RADIO – “Un turno non è stato una compensazione, evidentemente il fallo antisportivo c’era. Se ha sbagliato pagherà. Per una volta hanno preso la decisione giusta, poi parlano di 5 punti sottratti alla Lazio, ma quali sarebbero? Gasperini è forte, contro l’Atalanta sarà difficile, sono partite che si devono giocare nella massima concentrazione tenendo conto dei propri mezzi, nonostante l’assenza di Immobile.”

FERNANDO ORSI (ex giocatore) A RADIO RADIO  – “Non si è mai vista una espulsione su fallo antisportivo. Ciro ha detto che si è fatto prendere dal momento, ma non gli ha fatto niente. Un gesto antisportivo è anche allontanare la palla mentre uno prende tempo. La Lazio non è fuori da niente, è depressa perché voleva qualcosa in più, ma ha tutte le qualità per rimanere ancora in alto. Il campionato è aperto a tutti. Bisogna cercare di capire come verrà utilizzato Caicedo, se Luis Alberto e Milinkovic stanno bene, mandano in gol tutti. Nonostante l’assenza di Immobile, la Lazio secondo sì cambia, ma il risultato può comunque arrivare.”

SANDRO SABATINI (giornalista) A RADIO RADIO – “Arrivare ad essere autodistruttivi e dire che la Lazio è fuori da tutto secondo me a 20 giornate dalla fine è masochistico. Sul fatto della squalifica di Immobile hanno cercato di metterci una pezza con una giornata sola, sembra una beffa.”

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.