ESCLUSIVA. PICCARI: “HERNANES straordinario, LAZIO spettacolare”

(Getty Images)

 

ESCLUSIVA LAZIONEWS.EU – Tre vittorie nelle prime tre giornate di campionato per la Lazio, che condivide la vetta della classifica con Napoli e Juventus: la redazione di LAZIONEWS.EU ha intervistato in esclusiva Marco Piccari, giornalista di Sportmediaset, che ha parlato del momento magico del Profeta, grande trascinatore dei biancocelesti in questo inizio di stagione, della sfida al White Hart Lane contro il Tottenham, del duello Petkovic-Zeman per la supremazia del gioco nella capitale e in ultimo rivolto ha un accenno alle situazioni giudiziarie di Mauri e Zauri.

Dopo la straordinaria prestazione a Verona contro il Chievo, tutti hanno cominciato a chiedersi se il brasiliano fosse lo stesso giocatore allenato da Reja: “Hernanes è un giocatore straordinario, in campo e fuori: partiamo subito da questo punto. Può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, anche quello di trequartista (che in Brasile non aveva mai fatto) e ha un’intelligenza tattica che lo porta sempre ad essere nel vivo dell’azione, proprio come Paulo Roberto Falcão. D’accordo con Petkovic, in questa stagione è tornato a fare l’interno, il suo ruolo naturale che ha ricoperto in maniera magistrale ai tempi del San Paolo, dato che gli consente non solo la fase di costruzione ma anche quella di interdizione: molti meriti di questo avvio del Profeta sono anche del tecnico bosniaco”.

Il White Hart Lane sarà un banco di prova utile per capire dove può arrivare questa Lazio?: “La sfida con il Tottenham è importante per l’Europa League, darà indicazioni sul momento di forma della squadra. Contro gli inglesi sarà interessante vedere come sarà l’approccio dei biancocelesti alla partita in un ambiente molto difficile da affrontare e se Petkovic riuscirà a praticare la sua idea di calcio anche in questa competizione: niente drammi nel caso dovesse arrivare uno stop, perché nel passato recente il Tottenham ha messo alle corde Milan e Inter”.

Lazio o Roma, chi ha fatto vedere il miglior calcio finora?: “Il gioco di Petkovic mi sembra equilibrato e spettacolare, la Lazio si copre e poi riparte subito attaccando la metà campo avversaria con cinque o sei uomini, non rinuncia mai alle sovrapposizioni e alla verticalizzazione del gioco, con un buon possesso palla: anche se con qualche compromesso, il tecnico bosniaco sta adattando le sue idee di gioco alle caratteristiche dei giocatori di cui dispone. La Roma invece è la solita squadra del Boemo, ottima e divertente quando attacca ma fragile quando si difende, perché senza equilibri: Zeman è questo, prendere o lasciare. Una cosa è certa: a Roma ci si divertirà, perché si pratica un calcio propositivo”.

E sulle situazioni giudiziare che vedono coinvolti Mauri e Zauri preferisce lasciare che siano gli organi competenti a dare una risposta, non alcune firme che cercano subito lo scandalo: “La posizione più corretta da prendere in questi casi è quella di aspettare gli eventi e le risposte dei due giocatori. Non si possono condannare con titoli sui giornali che poi non hanno riscontro. Il compito di un giornalista è riportare i fatti, non emettere sentenze: per questo ci sono i giudici”.

MARCO BUCCINO

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.