Restiamo in contatto

CALCIOMERCATO

Anellucci punge Tare: “Non azzecca mai un difensore forte”

Pubblicato

il

lazionews-lazio-tare-igli-panchina
Tempo di lettura: 2 minuti

ANELUCCI TARE RASSEGNA STAMPA – Finita la sessione estiva di mercato è tempo di tirare le prime somme sul lavoro delle società. L’agente Fifa Claudio Anellucci, ai microfoni di Tuttomercatoweb.com ha parlato della campagna acquisti della Lazio. Nel corso dell’intervista ha elogiato gli ultimi colpi piazzati dalla società capitolina ma non ha risparmiato qualche critica a Igli Tare. Secondo Anellucci la Lazio non si è rinforzata abbastanza in difesa.

Anellucci su Tare e il mercato della Lazio

 “Se fosse arrivato un difensore sarebbe stata la ciliegina sulla torta del mercato della Lazio. I movimenti biancocelesti rispecchiano il momento del calcio attuale: sono arrivati giocatori utili e funzionali per Sarri. Questo significa che la società sta camminando di pari passo con il tecnico. La squadra è un po’ corta nei centrali, non riesco a capire perché al di fuori di Acerbi, voluto fortemente da Inzaghi, il ds Tare non azzecchi mai un difensore centrale forte. Sarà sfortuna”.

Anellucci esalta Zaccagni e Basic

“Io sarei andato subito su Zaccagni. È italiano, conosce il nostro campionato e già ha fatto la sua esperienza di creduta. Mi piace molto. Anche Kostic è un ottimo giocatore ma quando iniziano certe tarantelle, specialmente con club particolari di altre nazioni, bisogna lasciare perdere. Basic è un grande acquisto, é un giocatore forte e straordinario. Ha fatto un affare la Lazio. Il suo ruolo è particolare, ha grossa fisicità e sembra lento. Può ricordare Milinkovic a livello di statura, ma ha un buon mancino e ha l’ultimo passaggio nel dna. L’ho visto in tre ruoli diversi: davanti la difesa, mezzala o vertice alto di un rombo. Sarà un fattore anche sulle palle alte, abbiamo visto quanto Milinkovic faccia la differenza”. 

Anellucci su Pedro e Romero

“Pedro ha avuto problemi fisici e di altra natura alla Roma. Parlano i trofei vinti e la qualità del giocatore. Si è messo subito a disposizione, mi è piaciuto molto come ha approcciato con il mondo biancoceleste. Romero? Lo conosco perché ho visto delle immagini e dei video che mi hanno mandato dall’Argentina. Tecnicamente ha qualità incredibili, ma per i giovani la testa può fare la differenza: dicono che abbia un carattere molto quadrato e preciso”.

LEGGI ANCHE —> Tare sulla tratttiva Kostic: “Sorpreso dall’Eintracht

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.