Da Piola a Lulic: i cinque derby che hanno fatto la storia

Pubblicato 
sabato, 23/05/2015
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 4 minuti

LAZIONEWS.EU - Il derby è sempre una sfida che scrive la storia. Ma alcuni match lo hanno fatto più di altri: battaglie epiche, imprese straordinariegol indimenticabili, un mix di componenti che permettono di tramutare una gara in "leggenda". E, in questa lunghissima "guerra capitolina" che va ormai avanti dal lontano 1929, sono 5 i derby che meritano tale appellativo:

16/3/1941 - LAZIO-ROMA 2-0

16mar41b

In piena Seconda Guerra Mondiale, la Lazio si ritrova priva di molti giocatori-chiave tornati a casa per stare vicini alle loro famiglie. L’unico diamante ancora presente, però, è quello più scintillante: Silvio Piola. I biancocelesti, pericolosamente vicini ai bassifondi della classifica e contro i cugini hanno un bisogno urgente di punti. A togliere le castagne dal fuoco ci pensa, però, il più grande attaccante italiano di tutti i tempi: dopo appena 10 minuti di gioco, un terribile scontro aereo con Acerbi gli procura una profonda ferita alla testa e quattro punti di sutura. Venti minuti dopo l’impatto, senza il consenso dei medici, Piola torna in campo tra il boato del pubblico laziale e, dopo appena due minuti, sblocca il match…con un colpo di testa! Un gesto che gli fa saltare i punti e lo costringe ad una seconda medicazione. Anche questa volta il bomber non sente ragioni e torna in campo realizzando il suo secondo gol a 10 minuti dal termine. Dopodiché si accascia a terra, completamente privo di forze: verrà accompagnato negli spogliatoi in barella tra gli applausi dell'intero stadio e la vittoria risulterà determinante ai fini della salvezza.

25/2/1951 - LAZIO-ROMA 2-1

Laziovinceromasentimenti

Dieci anni dopo la storia si ribalta: la Lazio è in lotta per le zone alte della classifica, la Roma invece combatte per la salvezza. Una sfida indirizzata verso i binari giusti dalla stoccata di Sentimenti III che, dopo appena 2 giri di orologio, trafigge Risorti, realizzando così il gol più veloce di sempre nella storia dei derby (record che verrà poi eguagliato da Pandev nel 2009, ndr). La sfida verrà poi segnata dal raddoppio di Cecconi e dalla tardiva segnatura di Bacci. Una sconfitta pesantissima per i giallorossi, che a fine stagione retrocedono per un punto.

31/3/1974 - ROMA-LAZIO 1-2

chinaglia-rigore-derby

Dopo aver stupito tutti quanti e sfiorato uno scudetto nella stagione precedente, la Lazio di Maestrelli si riconferma ai vertici anche nel 1973/74. La svolta di quel campionato arriva alla 23esima giornata, grazie ad un doppio derby: i biancocelesti, primi in classifica, fanno visita alla Roma; la Juventus, seconda, affronta il Torino. Sorprendentemente questi ultimi non vanno oltre il pari; all'Olimpico invece, dopo l'iniziale vantaggio di Spadoni, la Lazio ribalta il risultato nella ripresa in appena 3 minuti: prima con D'amico (47°), poi con Chinaglia (50°) freddissimo ad insaccare dagli undici metri. Vittoria fondamentale ai fini della vittoria finale visto che permette alla truppa di Maestrelli di volare a +3 dalle inseguitrici a sette giornate dalla fine. Per la cronaca, la gara che conclude con una fitta sassaiola dei tifosi giallorossi verso i giocatori avversari e 'Long John' che definisce la Roma "una squadra da fondo classifica"...

25/3/2000 - LAZIO-ROMA 2-1

25mar00b

Una rimonta quasi impossibile, un sogno tricolore che passa per il derby: questo il quadro davanti al quale si trova la Lazio il 25 marzo 2000. La Juventus, volata a +9 appena sette giorni prima, cade inaspettatamente a San Siro contro il Milan riaccendendo le speranze biancocelesti. Per riaprire il discorso scudetto bisogna battere la Roma e gli uomini di Eriksson non deludono: Montella gela l'Olimpico al 3°, ma la Lazio non si scompone e in tre minuti (proprio come nel 1974, ndr) piazza la doppia zampata decisiva. Prima Nedved con un tocco ravvicinato, poi Veron con una parabola perfetta direttamente da calcio di punizione: gemme che fissano il risultato sul 2-1, dando il via all'incredibile scalata che porterà al secondo scudetto. 

26/5/2013 - ROMA-LAZIO 0-1

lulic 26 maggio gol

Ultimo, ma non ultimo, la finale di Coppa Italia che ha riscritto per sempre la storia della stracittadina romana. Per la prima volta un derby mette in palio, oltre all'accesso in Europa, anche un trofeo: ad aggiudicarselo è la Lazio con il gol di Lulic al minuto 71. Una marcatura diventata il marchio di quella giornata: il tatuaggio indelebile della disperazione giallorossa. E questa gara, ancora oggi, viene celebrata in quanto non può avere rivincita...

Daniele Gargiulo

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram