ONAZI è il nuovo “acquisto”. E PETKOVIC rilancerà CANA

Pubblicato 
mercoledì, 04/07/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

(GETTY IMAGES)

CORRIERE DELLO SPORT (D.RINDONE) - Ci sono stati vari confronti, si è accarezzata l’idea di acquistare un centrocampista in più: Hetemaj del Chievo era l’obiettivo numero uno. Alla fine s’è deciso di dare fiducia a un giovane talento: si chiama Eddy Onazi. E’ una scelta coraggiosa ed è giusto sposarla, sui giovani bisogna puntare. Solo in caso di bocciatura da parte di Petkovic (che lo conosce e sui giovani vuole puntare...), si valuterà se tornare o meno sul mercato. Onazi andrà in ritiro, ha già esordito in serie A. Reja l’aveva fatto giocare nel finale dello scorso campionato, lo fece entrare a Bergamo contro l’Atalanta (era la penultima giornata). Vlado gli darà una grande chance, lo affiancherà a Ledesma, Brocchi (quando rientrerà dall’infortunio), Matuzalem, Cana e Gonzalez (l’uruguaiano ha dimostrato di saper fare anche il mediano).

[.....]Onazi è classe 1992, è riemerso in Primavera, nelle finali scudetto, dopo una stagione segnata dalla pubalgia.  Tare avrebbe voluto vederlo già a febbraio in serie A, ma Reja non era dello stesso avviso. Onazi è un talento, dovrà meritare sul campo la fiducia, dando risposte vere, non lo aspetta un compito facile, ma non ha paura. La sua forza fisica e la sua rabbia agonistica erano superiori alla categoria Primavera, ora è atteso dal grande salto. E’ un destro naturale, è bravo nelle due fasi di gioco, sa leggere le trame avversarie, sa rubare i palloni e sa rilanciare l’azione, ha geometrie. La società lo considera un acquisto, vuole vincere la scommessa.

CANA. La partenza di Reja permetterà il rilancio di Lorik Cana. L’impatto col calcio italiano è stato difficile, l’ex tecnico biancoceleste non lo vedeva. Si è sentito penalizzato, non si riconosceva nel modulo e ha saltato tre mesi di campionato per infortunio. Nel finale di stagione ha dimostrato il suo valore: Cana sarà al centro del progetto di Petkovic con la benedizione della società. Nel centrocampo con i due mediani lui e Ledesma partono in pole.

Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram