CALCIOMERCATO

SAVINI: “CAVANDA andrà via. KEITA può fare la differenza quest’anno. BANIULIS? E’ un po’ alla Mario Gomez”

- Advertisement -

Tempo di lettura: 2 minutiCALCIOMERCATO SS LAZIO- Ormai da tempo si parla della cessione di CAVANDA. Il giocatore non rientra nel progetto tecnico di mister PIOLI e la sua presenza in squadra, specie dopo gli acquisti di DE VRIJ e CAVANDA è fortmente a rischio. A Radiosei ha parlato il sua agente Ulisse SAVINI: “Ha varie possibilità, fino ad adesso i vari club hanno parlato solo di prestito con diritto di riscatto, ipotesi non contemplata ne da noi ne dalla Lazio, vogliamo andar via a titolo definitivo. Non si è concluso niente per questo motivo. Amburgo, Sunderland e West Ham, situazioni in cui manca la formula giusta del trasferimento. La Premier League rimane l’obiettivo principale, anche l’Amburgo è una piazza importante. Sapevamo da inizio stagione che non entrava nel progetto tecnico, avevamo accettato questa condizione. Avevamo rinnovato forse neanche troppo convinti. Speravo di concludere queste situazioni prima, per dargli la tranquillità e la possibilità di andare in ritiro con la nuova squadra. L’obiettivo è trovare una soluzione il prima possibile”. Poi ha parlato anche del giovane KEITA: “E’ un ragazzo sensibile, soffre queste situazioni, lo rendono molto nervoso e forse neanche troppo concentrato sul suo lavoro. Ho parlato speso con lui, ha svolto un lavoro più pesante rispetto allo scorso anno. Questa cosa non lo rende abile in maniera continuativa nelle sue giocate. L’anno scorso fece un grande ritiro e poi iniziò la stagione in Primavera. Ci credo poco a queste amichevoli estive… L’anno scorso era un po’ una sorpresa, ma alla luce delle sue prestazioni si aspettano tutti qualcosa in più, che sia in grado di fare la differenza. Non credo sia un problema psicologico, ha grande personalità e non soffre queste pressioni. Inoltre mi parla molto bene nel mister, soprattutto nel rapporto con i ragazzi, è molto comunicativo”. Infine dice la sua su Edvinas BANIULIS: “E’ un centravanti molto fisico, classico attaccante di quelle zone. Non è molto veloce, ma abbina al fisico una discreta tecnica. E’ l’attaccante dell’Under 19 lituana, ha giocato in under 21 e anche 4 partite in prima squadra. Va valutato , non è Ibrahimovic, ma nel suo Paese è sempre risultato tra i migliori. Doveva andare alla Sampdoria, la Lazio è sempre attenta a queste situazioni, siamo in fase di valutazione ma siamo abbastanza ottimismi. Ho parlato con Tare, una cosa messa insieme all’ultimo momento, pensavo andasse allo Sporting Lisbona. E’ un po’ alla Mario Gomez, ha bisogno di una squadra che gli gioca intorno, di cross, sa proteggere e far salire la squadra”. Conclusione dedicata ad un altro suo assistito: Chris Oikonomidis, reduce dal ritiro con la prima squadra. “E’ un ragazzo fantastico, piace molto alla dirigenza. Ha le caratteristiche del giocatore moderno, fisico e una buona tecnica di base. Riesce a essere più continuo dei talentuosi. Nasce numero 10, penso sia più una mezzala di centrocampo offensiva. Prestito? Rimane alla Lazio e farà la spola tra prima squadra e Primavera, per evitare di andare in piazze con poco spazio”.

- Advertisement -© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Latest Posts

APPROFONDIMENTI