Dionisi: "Lazio squadra molto forte, è stimolante sfidarla"

Pubblicato 
venerdì, 20/10/2023
Di
Redazione Lazionews.eu
Tempo di lettura: 2 minuti

SASSUOLO LAZIO DIONISI CONFERENZA - Alessio Dionisi, allenatore del Sassuolo, ha presentato la sfida contro la Lazio nella consueta conferenza stampa della vigilia.

LEGGI ANCHE ---> Le probabili formazioni di Sassuolo Lazio: Luis Alberto unica certezza tra mille dubbi

Dionisi: "Castellanos ottimo giocatore, Immobile lo conosciamo"

Alessio Dionisi presenta così la sfida alla Lazio in conferenza stampa: "La settimana di transizione è stata la scorsa, questa è diversa perché porta alla partita che abbiamo preparato solo oggi con tutti gli effettivi, ieri no, ma abbiamo già lavorato dalla scorsa settimana in funzione della Lazio". 

Su come affrontare la Lazio

"Ancora non abbiamo finito di lavorare per questa partita. Ovvio che non vediamo l'ora di tornare in campo, solo l'allenamento non ci basta, ci misuriamo con gli avversari e non vedo l'ora di farlo con una squadra forte come la Lazio, che l'ha dimostrato l'anno scorso arrivando seconda con merito, avendo rinforzato la squadra, avendo un allenatore bravo, sarà difficile ma bello".

Sull'avvio di stagione

"Siamo solo all'inizio, siamo costruite per obiettivi diversi. Abbiamo giocato poche partite ancora e c'è più equilibrio: questo dice che o la Lazio ha fatto meno o noi abbiamo fatto di più. Io penso a noi, ho il rammarico per alcune partite, a oggi non possiamo pensare di essere cresciuti e migliorati, abbiamo fatto dei mezzi giri a vuoto ma anche delle prestazioni importanti, dobbiamo misurarci con altri avversari per capire chi siamo".

Sugli infortunati

"Obiang, Matheus Henrique, Viti non ci saranno e c'è Alvarez che è un po' lontano dal rientro e sta lavorando per ritornare più forte di prima. Toljan rientra. Bajrami e Vina sono gli ultimi a essere rientrati, oggi faranno una parte dell'allenamento".

Sulla pausa Nazionali

"Qualche scelta sarà dovuta a queste due settimane di lavoro, fermo restando che non è un peccato se qualcuno si allena e gioca con le nazionali, io devo tener conto di chi è riuscito a mettere minuti nelle gambe e chi ha fatto meno allenamenti e non ha giocato, considerando anche chi rientra con una buona condizione e chi meno. Io non voglio snaturare le caratteristiche dei giocatori e quindi in funzione del sistema di gioco che c'è, poi ci sono le qualità degli avversari e quelle dei nostri che cercherò di non snaturare mai. A livello tattico ci sarà continuità, fermo restando che in base alle caratteristiche degli avversari lavoreremo in un modo o nell'altro".

Su una Lazio attesa dall'impegno in Champions

"Noi abbiamo avuto 9 nazionali, la Lazio paradossalmente ne ha avuti solo 3. In un periodo di sosta in cui di solito le big forniscono tanti calciatori alle nazionali, noi ne abbiamo mandati via tanti. Non va a nostra vantaggio questo, troveremo una Lazio molto prestativa, e questo è stimolante, mi piace, anche perché nelle ultime gare con la Lazio non siamo stati prestativi al 100%, ma conta quella di domani". 

Su Immobile e Castellanos

"Credo che Castellanos sia un ottimo giocatore, Immobile lo conosciamo. Si tendono a valutare i giocatori che non giocano in A, l'anno scorso Castellanos ha fatto 13 gol nella Liga, in un campionato con Real e Barcellona, quindi è un giocatore di prima fascia, che ha delle qualità importanti, diverse da Immobile, ma le scelte andranno fatte anche in base alla caratteristiche dei giocatori". 

Su Sarri 

"Lo conosco per fama, di persona poco. Non so cosa scrive nei bigliettini, non credo che questo faccia distogliere l'attenzione dalla partita. L'anno scorso avevo detto che la Lazio avrebbe fatto bene, ho grande stima e grande rispetto, al tempo stesso speriamo che avanzi il nuovo ".

LE NOTIZIE SULLA LAZIO DIRETTAMENTE SUL TUO TELEFONO: CLICCA QUI

, , ,
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram