Tempo di lettura: 45 minuti

LIVE CORONAVIRUS ITALIA MONDO – Tutti gli aggiornamenti del diffondersi della pandemia di Coronavirus in Italia e nel mondo con le dichiarazioni e i fatti più importanti.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 2 agosto

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 43.269 tamponi e individuati 239 nuovi positivi al Covid-19. Gli attualmente positivi sono 12.456, 1 in meno rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 8 persone affette da Coronavirus per un totale di 35.154 decessi dall’inizio dell’epidemia.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 1 agosto

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Sono 295 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Italia. Il bollettino riporta la morte di 5 persone per Covid, mentre i guariti sono 255. Solo due regioni senza nuovi contagi: Basilicata e Valle d’Aosta. Nel Lazio si sono registrati 18 casi e zero decessi. Di questi 3 sono casi di importazione, due casi del Bangladesh e uno da India. Due i casi nelle ultime 24 ore individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Ad oggi i casi di importazione nel Lazio provengono da ben 33 diversi Paesi.

Ore 08:00 Nel Lazio 334 migranti dalla Sicilia, il 4,5% è positivo

Altri 18 nuovi contagi nelle ultime 24 ore nel Lazio. Gli stessi del giorno precedente. Zero i decessi nella regione. “Nel Lazio sono stati trasferiti 334 migranti dalla Sicilia, di questi 9 si sono resi irreperibili, senza alcun elemento di proporzionalità. Di tutti gli arrivi 15 sono positivi ad oggi ovvero il 4,5%. Così il meccanismo non può funzionare. Si rischia di sovraccaricare il sistema sanitario già sotto pressione da mesi”, sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Dei nuovi casi odierni 4 provengono da altre regioni e 5 sono casi di importazione: un caso del Bangladesh, uno da Albania, uno da Moldavia, uno da Pakistan e uno da Polonia. Sono tre i casi nelle ultime 24h individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Ad oggi i casi di importazione nel Lazio provengono da ben 33 diversi Paesi. “Ci aspettiamo un Valore RT invariato nella valutazione settimanale. Le preoccupazioni espresse dal CTS sono condivise”, dice D’Amato.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 31 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 68.444 tamponi e individuati 379 nuovi positivi al Covid-19. Gli attualmente positivi sono 12.422, 192 in più rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 9 persone affette da Coronavirus per un totale di 35.141 decessi dall’inizio dell’epidemia.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 30 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha diramato il quotidiano bollettino sui dati relativi all’andamento del Coronavirus in Italia. Rispetto alla giornata di ieri sono stati individuati 386 nuovi casi di positività al Covid-19, portando i positivi attuali a quota 12.230. I decessi registrati sono stati 3, mentre i guariti ammontano a 386.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 29 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 56.018 tamponi e individuati 288 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 12.616, 35 in più rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 6 persone affette da Coronavirus per un totale di 35.129 decessi dall’inizio dell’epidemia. Attualmente positivi: 12.616 (+35). Deceduti: 35.129 (+6, +0,02%). Dimessi/Guariti: 199.031 (+275, +0,14%). Ricoverati in Terapia Intensiva: 38 (-2). Tamponi: 6.690.311 (+56.018). Totale casi: 246.776 (+288, +0,12%).

Ore 10:00 Sono 942 i casi totali nel Lazio

Sono stati 5 i nuovi casi registrati a Roma città e 10 i nuovi positivi al SarsCov2 nella regione Lazio. Di questi sei sono casi di importazione: due casi di nazionalità del Bangladesh, un caso da Spagna, un caso da Turchia, un caso da Romania e uno da Santo Domingo. Sono 942 gli attuali casi totali nella regione Lazio.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 28 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 48.170 tamponi e individuati 202 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 12.609, 21 in più rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 11 persone affette da Coronavirus per un totale di 35.123 decessi dall’inizio dell’epidemia. Attualmente positivi: 12.609. Deceduti: 35.123 (+11, +0,03%). Dimessi/Guariti: 198.756 (+163, +0,08%). Ricoverati in Terapia Intensiva: 40 (-5). Tamponi: 6.634.293 (+48.170). Totale casi: 246.488 (+202, +0,08%).

Ore 10:00 Scuola, a settembre si riparte con test per docenti e studenti

Test sierologici, la misurazione della febbre prima di entrare in classe e poi, in cattedra, si va con la mascherina. Sono solo alcune delle misure di sicurezza previste per il rientro a scuola a settembre. Il fatto è che mancano poche settimane e intanto i costi per la scuola lievitano. In base alla bozza di accordo con i sindacati, riporta Leggo, il personale scolastico potrà sottoporsi su base volontaria e gratuitamente al test sierologico e poi, se necessario, al tampone. Potenzialmente si tratta di un milione di test da fare nei primi giorni di settembre. La mascherina, per il momento dovranno indossarla tutti i docenti e gli studenti, ad esclusione dei bimbi della materna. Ma gli esperti decideranno a fine agosto se togliere l’obbligo agli studenti. Solo per gli insegnanti la spesa ammonta a 100 milioni di euro. Tutto il personale scolastico sarà sottoposto ogni giorno all’ingresso alla misurazione della temperatura: con 37,5 gradi non si entra. Il preside individuerà la persona preposta per la misurazione, tra gli addetti al primo soccorso. Ogni scuola avrà il suo medico di riferimento a cui rivolgersi per ogni criticità.

Ore 09:00 Bocelli ora è un caso: “Sono stato frainteso”

Evidentemente, succedono cose strane in questo paese“. Andrea Bocelli è tornato così, dal palco della Milanesiana, sulla polemica innescata dal suo intervento durante un convegno sul Covid in Senato nel corso del quale il cantante ha affermato di essersi sentito “umiliato e offeso come cittadino quando mi è stato vietato di uscire di casa“, manifestando poi “qualche dubbio su questa cosiddetta pandemia. Ho fatto un intervento al Senato e in seguito a questo intervento, curiosamente, sono stato definito un negazionista. Che strano, mi sono speso fin dal primo giorno per aiutare chi era in difficoltà in ragione del virus. Con la fondazione che porta il mio nome abbiamo cercato di recuperare subito tutto quello che serviva, poi sono venuto qui nella città un po’ simbolo del contagio per fare una preghiera per tutti e anche per dimostrare che la paura è la sola cosa di cui bisogna avere paura. Deve essere su questo fatto che sono stato un po’ frainteso“, ha aggiunto Bocelli.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 27 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 5 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato a 35.112. Ieri il dato era di 5 vittime. I nuovi positivi sono invece 170 (ieri erano 255). È quanto diramato dal ministero della Salute nel bollettino di oggi lunedì 27 luglio. Degli otto decessi registrati oggi 1 proviene dal Piemonte, 1 dal Lazio, 1 dalla Puglia, 1 dall’Abruzzo, 1 dalla Sardegna. Con 147 guariti o dimessi in più risulta in lieve aumento il numero di persone attualmente positive in Italia che è salito a 12.581, con un incremento di 16 unità. Sono 45 i malati in terapia intensiva, 1 in più rispetto a ieri, e 750 i ricoverati con sintomi in altri reparti, 5 in più. Nel Lazio 13 casi in 24 ore.

Ore 10:00 Focolaio nel Mugello, 176 persone in quarantena

In Toscana si registra un nuovo cluster covid nel Mugello. 7 i casi su 9 registrati in provincia di Firenze e, come afferma in una nota l’assessore regionale alla salute, Stefania Saccardi, “dall’inizio del focolaio sono 176 ad oggi i contatti stretti individuati che sono stati sottoposti a obbligo di quarantena in Mugello. Ma la situazione è sotto controllo e le procedure sanitarie stanno andando spedite“. Tra i casi del Mugello anche un animatore di un centro estivo per bambini e tra i piccoli ospiti un caso certo e uno da confermare. Saccardi ha anche spiegato che “i casi risultati positivi sono legati nella maggior parte dei casi a eventi privati e non ai luoghi della movida, motivo che non ci esime dal tenere comportamenti responsabili e osservare le cautele previste dall’emergenza sanitaria. Attenzione particolare si richiede anche a chi rientra dai paesi per i quali sono previsti l’isolamento fiduciario e la sorveglianza sanitaria“.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 26 luglio

Ore 18:30 Il bollettino della Protezione Civile

Sono 255 i nuovi contagiati da Coronavirus, in lieve calo rispetto a ieri quando erano stati 275, mentre resta stabile il numero di decessi. Il numero totale dei casi sale così a 246.118 mentre il numero degli attualmente positivi sale a 12.565, con un aumento rispetto a ieri di 123 persone. Questi alcuni dei dati sull’emergenza epidemiologica Covid-19 nelle ultime 24 ore diffusi dal ministero della Salute. Sono invece 5 i decessi nelle ultime 24 ore, lo stesso dato di ieri, che portano il totale a 35.107. Sono poi 126 in più di ieri i dimessi/guariti nel complesso 198.446. Cinque Regioni (Umbria, Sardegna, Calabria, Valle d’Aosta e Basilicata) a zero contagi.

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus Lazio, ecco i nuovi dati. “Oggi abbiamo 19 casi e due decessi. Di questi cinque sono casi di importazione: due casi di nazionalità del Bangladesh e tre dall’India. Abbiamo superato quota 600 mila tra test sierologici e tamponi eseguiti e presto faremo un’ordinanza per i test ai viaggiatori in pullman dai Paesi a rischio. La priorità è quella di difendere Roma e il Lazio”, commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Ore 10:15 Tre positivi nel campionato giapponese

Si ferma di nuovo la J-League, il massimo campionato giapponese. La gara tra Nagoya Grampus e Sanfrecce Hiroshima è stata infatti annullata a causa di tre positivi tra i tesserati dei padroni di casa, di cui 2 calciatori. È stato lo stesso club a rendere nota la positività al virus dei diretti interessati.

Ore 10:00 I dati della Johns Hopkins University

Secondo i dati della Johns Hopkins University, sono più di 16 milioni i casi accertati di Coronavirus nel mondo, con il bilancio delle vittime globali arrivato a 644.528. Gli Stati Uniti, con quasi 4 milioni e 180mila casi, restano il Paese più colpito, seguito da Brasile (quasi 2 milioni e 400mila casi) e India (circa 1 milione e 385mila casi).

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 25 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 51.671 tamponi e individuati 274 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 12.442, 141 in più rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 5 persone affette da Coronavirus per un totale di 35.102 decessi dall’inizio dell’epidemia. Attualmente positivi: 12.442. Deceduti: 35.102 (+5). Dimessi/Guariti: 198.320 (+128). Ricoverati in Terapia Intensiva: 41 (-5). Tamponi: 6.520.046 (+51.671). Totale casi: 245.864 (+274).

Ore 9:45 Sibilia: “Stadi aperti? All’Olimpico potranno entrare 20.000 persone”

Ai microfoni di Radio Punto nuovo nuovo è intervenuto, il vicepresidente della FIGC, Cosimo Sibilia sulla riapertura degli stadi. “Dipenderà dal Coronavirus, ma in uno stadio come l’Olimpico che ha 70 mila posti, penso che 20 mila persone possano entrare, disciplinando tutto e organizzando nel migliore dei modi. Credo sia possibile far entrare un quinto delle persone rispetto la capienza totale di uno stadio, Covid permettendo”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 24 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 53.334 tamponi e individuati 252 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 12.301, 103 in meno rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 5 persone affette da Coronavirus per un totale di 35.097 decessi dall’inizio dell’epidemia. Attualmente positivi: 12.301. Deceduti: 35.097 (+5, +0%). Dimessi/Guariti: 198.192 (+350, +0,2%). Ricoverati in Terapia Intensiva: 46 (-3, -6,1%). Tamponi: 6.468.375 (+53.334). Totale casi: 245.590 (+252, +0,1%).

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 23 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 60.311 tamponi e individuati 306 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 12.404, 82 in più a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 10 persone affette da Coronavirus per un totale di 35.092 decessi dall’inizio dell’epidemia. Attualmente positivi: 12.404 (+82) Deceduti: 35.092 (+10, +0%) Dimessi/Guariti: 197.842 (+214, +0,1%) Ricoverati in Terapia Intensiva: 49 (+1, +2,1%) Tamponi: 6.415.041 (+60.311) Totale casi: 245.338 (+306, +0,12%)

Ore 10:00 Tre ragazzi romani positivi a Capri

Tre casi a Capri nel weekend. Nell’ultimo fine settimana tre giovani romani, in vacanza a Capri con altre cinque persone (una comitiva di quattro ragazzi e quattro ragazze) sono risultati positivi al Covid-19. La comitiva aveva soggiornato in una casa vacanze, si apprende da fonti della Asl Napoli 1. Come riporta Leggo, si è subito messa in moto l’indagine epidemiologica attraverso il personale della Asl in servizio nell’isola per tracciare i movimenti ed individuare eventuali contatti stretti. I tamponi, si apprende, sono stati effettuati a Roma, al rientro dei ragazzi poichè uno dei turisti aveva la febbre. Si cerca di ricostruire anche il percorso di una ragazza del gruppo che prima di giungere a Capri potrebbe essere stata in un’altra località balneare campana.

Ore 08:00 L’Oms: “Il vaccino sarà pronto nel 2021”

Sul vaccino contro il coronavirus i ricercatori stanno facendo progressi, ma realisticamente non sarà pronto e disponibile prima dell’inizio del 2021. Lo sostiene Mike Ryan, il direttore del programma emergenze dell’Oms: “Dobbiamo poter guardare le nostre comunità negli occhi e assicurarle che abbiamo preso tutte le precauzioni possibili affinchè il vaccino sia sicuro ed efficace prima di poterlo distribuire. Anche se questo significa rallentare il processo di sviluppo dell’antidoto anti-Covid19. Realisticamente dovremo aspettare i primi mesi del 2021 per vedere le persone vaccinarsi, ha detto Ryan.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 22 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 9 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato a 35.082. Ieri il dato era di 15 vittime. I nuovi positivi sono invece 282 (ieri erano 129). È quanto diramato dal ministero della Salute nel bollettino di oggi mercoledì 22 luglio. Dei 9 decessi registrati oggi, 4 vengono dal Veneto, 2 dall’Emilia Romagna, 2 dal Lazio, 1 dalla Lombardia. I casi Covid-19 in Italia dall’inizio dell’emergenza sono ora 245.031 (280 in più rispetto a ieri), di cui 35.082 morti e 197.628 guariti o dimessi, 197 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi è di 12.322 persone, ieri era di 12.248, un incremento di 74 unità. 

Ore 15:00 Il bolettino dello Spallanzani

Il bollettino odierno dello Spallanzani di Roma conta 69 pazienti ricoverati, di cui 54 positivi al tampone e 15 sottoposti ad indagini. Due di loro necessitano di terapia intensiva, mentre i dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 534.

Ore 10:00 Capri, obbligo mascherine nel weekend

Ormai è diventata una rarità imbattersi in una mascherina. Specie se ci si trova in spiaggia oppure con gli amici al bar. Assembramenti ovunque, zero rispetto delle regole del distanziamento anti-contagio, perfino in uffici e negozi la morsa si è allentata. Governatori ed esperti ricominciano a tuonare. “Bisogna chiudere con i vigili urbani i negozi nei quali si trovano o commessi o clienti senza mascherina“, avverte il presidente della Campania Vincenzo De Luca. A Capri, forse non a caso, il sindaco Marino Lembo ha dato il via a un tipo di ordinanza che potrebbe essere “copiata” da molti altri primi cittadini: “Prevede l’obbligo della mascherina durante il weekend, ovvero quando aumentano le situazioni di pericolo e i controlli diventano più difficili“. Nella celebre Piazzetta e per i vicoli dell’isola azzurra dal prossimo fine settimana scatteranno le multe contro chi non si protegge.

Ore 09:00 Lazio, campagna anti-Coronavirus: i manifesti creano dubbi

La Regione Lazio ha allo studio un provvedimento finalizzato a rendere obbligatoria la mascherina quando la movida diventa inarrestabile. Il Governatore laziale Nicola Zingaretti per il momento lancia una forte campagna di sensibilizzazione, anticipata ieri su Facebook. Sui manifesti si legge: “Non diventare complice del COVID: usa la mascherina, igienizza le mani e mantieni le distanze”. Ovunque i sindaci sono sotto tiro perché invitati a emanare ordinanze che riducano gli assembramenti, specie da parte dei giovani.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 21 luglio

Ore 18:00 Coronavirus: il bollettino della Protezione Civile

Calano ancora i contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore: sono 129 i nuovi positivi, in calo rispetto ai 190 di ieri. Il totale sale così a 244.752, gli attualmente positivi sono 12.248, con un calo di 156 unità rispetto a ieri. Crescono i guariti che salgono di 269 unità, arrivando a quota 197.431. Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 15 con il totale che arriva a 35.073.

Ore 10:00 Coronavirus: oltre 14,7 milioni di casi nel mondo 

I casi di coronavirus hanno superato la soglia dei 14,7 milioni a livello globale: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. I dati dell’università americana indicano che il bilancio dei contagi nel mondo è adesso a quota 14.703.293, inclusi 609.887 morti. Dall’inizio della pandemia sono guarite 8.290.431 persone.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 20 luglio

Ore 18:30 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 13 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato a 35.058. Ieri il dato era di tre vittime. I nuovi positivi sono invece 190. È quanto diramato dal ministero della Salute nel bollettino di oggi lunedì 20 luglio. Dei tredici decessi registrati oggi otto provengono dalla Lombardia, 3 dall’Emilia Romagna, 1 dal Piemonte e 1 dalla Toscana. I casi Covid-19 in Italia dall’inizio dell’emergenza sono ora 244.624 (190 in più rispetto a ieri), di cui 35.058 morti e 197.162 guariti o dimessi, 213 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 12.404 persone, ieri era di 12.440, un diminuzione di 36 unità.

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus, i dati del Lazio: i nuovi positivi registrati nel Lazio nelle ultime 24 ore sono 14, di cui 11 di importazione. Zero decessi e un guarito in più in tutta la Regione. Sono 14 i nuovi casi di positività al coronavirus, nelle ultime 24 ore, in tutto il Lazio. Di questi, undici sono di importazione (quattro dal Bangladesh, tre dall’India e uno da Venezuela, Romania, Montenegro e Tanzania). Zero i decessi in tutta la Regione e un guarito in più. I casi positivi accertati nelle ultime 24 ore sono tutti concentrati tra Roma e provincia, ad eccezione di due uomini indiani residenti nella provincia di Latina e individuati dalla Asl locale.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 18 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Sono in aumento i casi di contagio: oggi ne sono stati registrati 249 rispetto ai 233 di ieri per un totale di 244.216. Risalgono anche i decessi che passano dagli 11 di ieri ai 14 di oggi: le vittime totali sono 35.042, mentre i guariti sono stati 323 nelle ultime 24 ore, ed in totale ammontano a 196.806.

Ore 08:00 Ostia, chiuso uno stabilimento balneare

Coronavirus a Ostia. Un dipendente del bar-ristorante di uno stabilimento balneare è stato trovato positivo al virus. E’ un uomo del Bangladesh, e lavora in cucina. Ha scoperto la positività andando in ospedale per problemi di salute, visto che non aveva sintomi da covid. La direzione dello stabilimento di Ostia (La Vela, in via Vespucci) ha prontamente dato l’allarme chiudendo bar e ristorante e avvertendo tutti i clienti. Tutti i dipendenti stanno facendo il tampone. Dopo i controlli fatti dagli ispettori, «la Asl Roma 3 ha disposto la chiusura di uno stabilimento balneare ad Ostia, in attesa delle verifiche sui contatti di un caso positivo di nazionalità del Bangladesh. Si sta già svolgendo l’indagine epidemiologica da parte della Asl a partire dai dipendenti della struttura e dai contatti stretti dell’uomo che è stato posto in isolamento». Lo comunica in una nota l’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio. «Il caso indice sembra essere un coinquilino sempre di nazionalità del Bangladesh andato a Milano. Avviate le procedure del contact tracing nazionale», prosegue l’Unità di crisi.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 17 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Continuano a salire i casi di Coronavirus in Italia. Stando ai dati diffusi dal Ministero della Salute sono 233 i nuovi contagi, il numero dei casi totali sale così a 243.967. Scende il numero dei morti: sono 11 (ieri sono stati 20), così ripartiti: 3 in Lombardia, 2 in Emilia Romagna e Toscana, 1 in Piemonte, Liguria, Lazio e Campania. Il totale delle vittime è 35.028. Rallenta la discesa degli attualmente positivi che rispetto a ieri sono solo 17 in meno (totale 12.473). I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore nel Lazio sono 14, di cui 13 di importazione: 9 con link con voli di rientro dal Bangladesh, uno dall’India, uno dal Montenegro, uno dall’Albania e uno dalla Romania. 

Ore 9:00 Spadafora: “Mi impegno a riaprire stadi a settembre” 

“Ci siamo confrontati con il ministro della Salute Roberto Speranza e con il comitato tecnico scientifico e abbiamo ritenuto di continuare sulla linea della prudenza sulla riapertura degli stadi, perché se è vero che ci sarebbe abbastanza spazio negli stadi per garantire il distanziamento sociale resta il problema dell’afflusso di migliaia di persone che vanno a dirigersi in un unico luogo e capire come gestire il loro ingress. Mi impegno a riaprire gli stadi per settembre. Inoltre visto che mancano poco più di due settimane alla fine del campionato ci è sembrato giusto rinviare alla prossima stagiona agonistica per organizzarci meglio con le Leghe e la Federazione.”

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 15 luglio

Ore 18:00 i dati di oggi

Sale a 34.997 (+13) morti, 196.016 (+575) guariti il bilancio del coronavirus in Italia.Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia raggiunge 243.506 (+162).

Ore 09:23, il ministro Speranza; “Il governo vuole prorogare il Dpcm fino al 31 luglio

“Questo governo vuole prorogare il Dpcm con le misure anti Covid fino al 31 luglio: resta l’obbligo delle mascherine”. 

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 14 luglio

Ore 09:00 Guariti e di nuovo contagiosi: l’immunità dura solo pochi mesi

Il livello di anticorpi, prodotti dal corpo umano a seguito dell’infezione da Coronavirus, può drasticamente diminuire nel giro di pochi mesi, esponendo – di fatto – ad un possibile secondo contagio. È la preoccupante conclusione a cui è giunto uno studio condotto dal King’s College sulla risposta immunitaria di oltre 90 ex ammalati, tra pazienti e operatori sanitari del Guy’s and St Thomas’, trust da cui dipende anche l’ospedale di Londra in cui prima di Pasqua è stato ricoverato in terapia intensiva il premier Boris Johnson. Dall’analisi dei dati di laboratorio, raccolti nel corso degli ultimi mesi, i ricercatori hanno registrato come il livello di anticorpi raggiunga il suo picco dopo circa tre settimane dalla comparsa dei sintomi, per poi gradualmente diminuire, indebolendo così la potenza della risposta. Tre mesi dopo l’infezione – sottolinea oggi il Guardian citando lo studio – soltanto il 17% di chi ha contratto il virus mantiene la stessa potenza di risposta immunitaria, destinata a ridursi in certi casi fino a non essere più neppure rilevabile. Stando alle conclusioni degli scienziati dell’università londinese, il virus potrebbe dunque tornare a infettare di nuovo le stesse persone, anno dopo anno, come accade nelle influenze più comuni.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 13 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Sono aumentate le vittime per Covid-19 rispetto a domenica: nella giornata odierna i deceduti sono stati 13, ovvero 4 decessi in più. In calo invece il numero di contagi, visto che i nuovi positivi di oggi sono 169 rispetto ai 234 di ieri (-65). Sono diminuiti anche i guariti rispetto a 24 ore fa: 178 contro i 349 di ieri.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 12 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Il bollettino odierno diramato dalla Protezione Civile registra un nuovo aumento di casi di contagio da Coronavirus, nonostante il numero più basso di tamponi effettuati (38.259). Sono 234 i nuovi positivi, 9 i decessi (8 di questi riguardano la Lombardia). Sono 68 i ricoverati in terapia intensiva in Italia. I ricoverati con sintomi sono 776, 50 in meno rispetto a ieri. Le persone positive al Covid sono diminuite di 124 unità e sono in tutto 13.179. Salgono di 349 i guariti, per un totale di 194.928.

Ore 9:00 in Calabria 28 migranti positivi

“Sono 70 i migranti sbarcati la scorsa notte a Roccella Ionica, in provincia di Reggio Calabria, di cui 28 sono risultati positivi al covid-19: i migranti erano stati avvistati a bordo di un’imbarcazione ieri sera al largo di Caulonia, nel Mar Ionio, e dopo essere stati scortati fino al porto di Roccella sono stati tutti sottoposti al test del tampone. Ora sono in quarantena”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti dell’11 luglio

Ore 18:15 Il bollettino della Protezione Civile

Sono stati effettuati 45.931 tamponi e individuati 188 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 13.303, 125 in meno rispetto a ieri. Nell’ultimo giorno sono morte 7 persone affette da Coronavirus per un totale di 34.945 decessi dall’inizio dell’epidemia.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 10 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Sono 242.639 i casi totali di positivi al Coronavirus in Italia da quando è scoppiata la pandemia: questa cifra comprende i malati attuali, i guariti e i deceduti. I nuovi contagiati sono 276, di questi 23 nella regione Lazio. In calo i pazienti ricoverati in terapia intensiva: 65 contro i 69 di ieri. Attualmente i positivi al Covid-19 sono 13.428, con 295 guarigioni rispetto alla giornata di mercoledì.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 9 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Sono in aumento i casi di Coronavirus rispetto alla giornata scorsa. I casi registrati oggi sono 229, 36 in più rispetto a ieri. In calo invece i decessi, ovvero 12, rispetto ai 15 di mercoledì. Attualmente i pazienti positivi sono 13.459, con un calo di persone ricoverate (da 899 a 871) e in terapia intensiva (da 71 a 69).

Ore 07:00 Decreto rilancio, tutte le nuove misure

Il decreto Rilancio è stato approvato con la fiducia alla Camera dei Deputati ed è ora pronto per il via libera definitivo dell’aula del Senato, che potrebbe arrivare la prossima settimana. Il voto di Montecitorio è arrivato con 318 voti a favore, 231 contrari e 2 astenuti. Il provvedimento mette in campo interventi da 55 miliardi di euro per limitare l’impatto economico su imprese, partite iva, dipendenti, famiglie e terzo settore. Fra le misure originarie: i contributi a fondo perduto per le aziende, lo stop ai pagamenti dell’Irap, il Reddito di emergenza, l’innalzamento da 600 euro a 1200 del bonus baby sitter. Il passaggio alla Camera ha portato una serie di novità, come l’allargamento alle seconde case del superbonus al 110%, gli incentivi per l’acquisto di auto Euro 6, l’aumento dei fondi destinati alle scuole paritarie, lo slittamento di un mese dei congedi per i genitori, l’anticipo della cig prevista per l’autunno.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 8 luglio

Ore 18:30 Il bollettino della Protezione Civile

Coronavirus i dati di oggi comunicati dalla Protezione Civile: risalgono i nuovi contagi di Covid-19, con i nuovi positivi che ieri erano 138, oggi sono 193 di cui 71 in Lombardia, il 36,7% del totale, e 49 in Emilia Romagna. Attualmente i casi totali sono 242.149. Rispetto a martedì le vittime diminuiscono con un incremento di 15 nelle ultime 24 ore mentre ieri erano 30. Gli attualmente positivi sono scesi sotto i 14mila e ora sono 13.595, 647 meno di ieri. I ricoverati con sintomi negli altri reparti degli ospedali sono 899, 41 meno di martedì, mentre aumentano i pazienti in isolamento domiciliare: da 12.232 a 12.625, 393 più di ieri. I guariti sono invece 193.640 con un incremento rispetto a ieri di 825.

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus, i dati del Lazio di oggi comunicati dall’assessorato alla Sanità della Regione sulla pagina Facebook dedicata e dall’assessore Alessio D’Amato in conferenza stampa. “I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore nel Lazio sono 14, con zero decessi. Dei nuovi casi 9 sono di importazione, 7 dei quali hanno un legame con viaggiatori di rientro dal Bangladesh con voli già attenzionati”, ha detto D’Amato. Intanto buone notizie per Rieti, che è Covid-free: per la prima volta dall’inizio della pandemia in provincia non ci sono nuovi positivi, non ci sono decessi e non c’è nessuno in isolamento domiciliare.

Ore 10:00 le parole di Burioni

In un articolo pubblicato su “MedicalFacts”, il sito di informazione e divulgazione scientifica da lui fondato ha parlato Burioni. “Un nuovo studio ha calcolato che per controllare i focolai bisogna identificare un terzo dei contagiosi senza sintomi. Partendo da questo dato di fatto, il controllare l’epidemia semplicemente isolando i malati è una strategia perdente in partenza. Per questo è fondamentale, una volta identificato un positivo a COVID-19, impegnarsi nel tracciamento dei suoi contatti dei giorni precedenti, in modo da potere identificare (e isolare) eventuali contagiati che sono positivi (e a loro volta contagiosi) senza saperlo”

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 7 luglio

Ore 18:30 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 30 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato 34.899. Ieri il dato era di 8 vittime. È quanto diramato dal ministero della Salute nel bollettino di oggi martedì 7 luglio. Dei 30 decessi registrati oggi 13 provengono dalla Lombardia, 10 dal Veneto, 3 dal Piemonte, 2 dalla Toscana 1 dall’Emilia Romagna, 1 dalla Puglia. I casi Covid-19 in Italia dall’inizio dell’emergenza sono ora 241.956 (138 in più rispetto a ieri), di cui 34.899 morti e 192.815 guariti o dimessi, 574 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 14.242 persone, ieri era di 14.709, una diminuzione di 467 unità.

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus, i dati del Lazio comunicati dall’assessorato alla Sanità della Regione. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore nel Lazio sono 5, con zero decessi: dei nuovi casi tre sono di importazione, due registrati a Roma e uno a Latina.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 6 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio e della Protezione Civile

I dati dell’odierno bollettino della Protezione Civile registrano 8 vittime per Coronavirus nelle ultime 24 ore, per un totale che sale a 34.869 dall’inizio del contagio. Sono 208 i nuovi positivi riscontrati su 22.166 tamponi effettuati.

Questo il bollettino dell’unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio: “Sono 870 gli attuali casi positivi Covid-19 nella Regione Lazio. Di cui 658 sono in isolamento domiciliare, 200 sono ricoverati non in terapia intensiva, 12 sono ricoverati in terapia intensiva. Sono 842 i pazienti deceduti e 6.493 le persone guarite”.

“Oggi registriamo un dato di 19 casi positivi e di questi 13 sono casi di importazione (12 del Bangladesh), con un nuovo decesso nelle ultime 24 ore. A Roma città sono 14 i nuovi casi. Si conferma la forte incidenza dei casi di importazione”. Le parole dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino dell’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 5 luglio

Ore 18:00 la situazione nel Lazio

Da quanto emerge dai dati della Regione, sono 861 gli attuali casi positivi di Covid 19 nel Lazio. 651 si trovano in isolamento domiciliare, 210 sono ricoverati, di cui 11 in terapia intensiva. Ad oggi sono 841 i pazienti deceduti e 6.484 le persone guarite.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 4 luglio

Ore 17:00 la situazione nel Lazio

Giornata negativa a Roma e nel Lazio. Infatti, nelle ultime 24 ore sono 31 i nuovi casi positivi, di cui 14 nella Capitale. Continuano ad esserci persone che risultano infette dopo essere tornate da viaggi in paesi extra europei. In particolare, due sono funzionari italiani delle Nazioni Unite rientrati dalla Somalia. C’è anche un venticinquenne arrivato dal Bangladesh e una ragazza peruviana, che ha rispettato le regole dell’isolamento domiciliare.

Ore 11:00 Si allarga il focolaio in Veneto: 4 casi a Vicenza

Si allarga il nuovo focolaio di Coronavirus in Veneto. I casi positivi registrati a Vicenza, almeno quattro, sarebbero tutti riconducibili al manager della Laserjet di Pojana Maggiore di cui ha parlato furioso il presidente della Regione Luca Zaia. L’uomo è in terapia intensiva attualmente, ma ha rifiutato il ricovero subito dopo aver scoperto di essere positivo al tampone, al rientro da un viaggio di lavoro in Serbia. Ed è mistero su una donna cinese collegata al caso indice che non ha voluto fornire la lista di contatti e informare l’Ulss del suo lavoro. Come si legge sul Gazzettino, la donna cinese si è presentata il 29 giugno al Pronto soccorso di Schiavonia con vomito, febbre e diarrea. Prima ha detto di essere disoccupata, poi ha detto di gestire una profumeria ad Adria e che ha svolto attività anche a Lozzo Atestino, Agugliaro, Veggiano, vicino a Vo’. Per paura di nuovi casi di contagio tra contatti non dichiarati, il sindaco di Lozzo ieri sera ha annullato un evento pubblico. Lo stesso manager rientrato dalla Serbia, il cosiddetto caso indice, non ha detto tutto sulla sua rete di contatti e ha continuato a fare una vita normalissima nonostante il Covid-19, frequentando feste e persino un funerale.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 3 luglio

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

L’odierno bollettino emesso dalla Protezione Civile conta 223 nuovi casi e 15 decessi nelle ultime 24 ore. Ancora in salita, dunque, la curva epidemica in Italia, che segna un aumento per il quinto giorno consecutivo. 115 dei nuovi casi sono in Lombardia, il 51,5 per cento del totale in Italia. Il numero totale dei casi sale così a 241.184, dovuto anche ai molti tamponi effettuati, 77.096 in un giorno. I guariti sono 384 rispetto ai 366 di ieri, per un totale di 191.467.

Ore 17:00 Il bollettino del Lazio

“Nelle ultime 24 ore nel Lazio sono stati riscontrati 11 nuovi positivi, un decesso e due nuovi casi di importazione arrivati da pesi infetti. A Roma sono 7 i nuovi positivi e nella capitale sono stati imposti i tamponi a tutti gli immigrati del Bangladesh”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 2 luglio

Ore 18:30 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 30 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato 34.818. Ieri il dato era di 25 vittime. È quanto diramato dal ministero della Salute nel bollettino di oggi giovedì 2 luglio. Dei 30 decessi registrati oggi 21 provengono dalla Lombardia, 5 dal Piemonte, 3 dalla Toscana e 1 dall’Emilia Romagna. I casi Covid-19 in Italia dall’inizio dell’emergenza sono ora 240.961 (201 in più rispetto a ieri), di cui 34.818 morti e 191.083 guariti o dimessi, 366 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 15.060 persone, ieri era di 15.255, una diminuzione di 195 unità.

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus, i dati del Lazio di oggi comunicati dall’assessore alla Sanità Alessio D’Amato sulla pagina Facebook dedicata ‘Salute Lazio’. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 11, con zero decessi: 6 nuovi casi a Roma, uno a Frosinone e uno a Rieti, con l’assessore che chiede di «non abbassare la guardia».

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 30 giugno

Ore 18:30 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 23 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato 34.767. Ieri il dato era di 6 vittime. È quanto diramato dal ministero della Salute nel bollettino di oggi martedì 30 giugno. A fronte di oltre 42mila tamponi sono 142 i casi positivi in più registrati oggi contro i 126 di ieri. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 15.563 persone, ieri era di 16.496, una diminuzione di 933 unità.

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus, i dati del Lazio aggiornati a oggi e comunicati dall’assessorato alla Sanità della Regione sulla pagina Facebook dedicata. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore nel Lazio sono 5, con zero decessi, come spiegato dall’assessore alla Sanità della Regione Alessio D’Amato. Due nuovi casi nella città di Roma.

Ore 9:00, pronto il primo vaccino: è cinese e verrà dato all’esercito

Il primo gruppo ad ottenere il vaccino contro il coronavirus sarà l’esercito cinese. Nei paesi occidentali si discute ancora su come distribuirlo in maniera equa mentre Pechino dimostra di avere le idee chiare. A ricevere da subito le iniezioni sono oggi i soldati. L’azienda biotech CanSino ha ricevuto l’ok per la prima somministrazione dalla Commissione Militare Centrale a partire dal 25 giugno. Durerà un anno e al momento verrà dato esclusivamente agli uomini in divisa, anche se il loro numero non è stato rivelato per “ragioni di privacy commerciale”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 29 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Sono 126 oggi i nuovi contagiati da Coronavirus, in flessione rispetto a ieri quando erano stati 174. Di questi 78 sono in Lombardia, pari al 61,9%. Il numero totale dei casi sale così a 240.436. Le vittime invece fanno segnare un nuovo minimo a quota 6, dopo le 22 di ieri, una sola delle quali in Lombardia.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 28 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 22 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus. Ieri il dato era di 8 vittime. È quanto diramato dal ministero della Salute nel bollettino di oggi domenica 28 giugno. Sono 174 casi positivi in più: 97 sono in Lombardia, 21 in Emilia Romagna, 14 in Piemonte e nel Lazio e 11 nel Veneto. Sotto i dieci casi giornalieri il resto del Paese con otto regioni ferme a contagio zero. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 16.681 persone, ieri era di 16.836, una diminuzione di 155 unità.

Ore 17:00 Zangrillo: “Il virus sta esaurendo il ciclo produttivo”

Il virus non è mutato ma ha perso carica“, afferma Alessandro Zangrillo, primario di Anestesia e rianimazione generale del San Raffaele di Milano. “Oggi tutti gli indicatori sono assolutamente favorevoli, il virus potrebbe esaurire il ciclo produttivo. Gli italiani sono martoriati e disorientati, dobbiamo ripartire. L’Italia malata di inedia, ripartita solo per un terzo. Se torno indietro a 4 mesi fa, il 28 marzo è stato il giorno in cui sono stato più spaventato, mi veniva da piangere. Non sapevo dove mettere i malati. Oggi è il 28 giugno e tutti gli indicatori sono assolutamente favorevoli“, ha detto Zangrillo, ospite di Lucia Annunziata a ‘Mezz’ora in più’, su Rai3. “Quanto ai nuovi focolai in Italia, non hanno alcun significato per me. In Florida c’è stata un’esplosione di infezione, quindi di soggetti infettati ma non malati. Anzi, la mortalità è passata dal 6,7 allo 0,4. In Italia abbiamo una serie di focolai che vanno controllati e identificati ma non equivalgono al focolaio di malattia. Ho parlato con Napoli, dove c’è stata finale coppa Italia e la paura di assembramento e non c’è un malato al Cotugno o al Monaldi. Il mio dovere è dire una parola di saggezza e verità agli italiani, che come abbiamo visto sono stati martoriati da una serie di ragioni differenti e sono assolutamente disorientati e spaventati. Solo un terzo dell’Italia è veramente ripartita, ora dobbiamo ripartire con attenzione, seguendo le regole, altrimenti moriamo e non di Covid“.

Ore 8:00, 800 tamponi nel cluster di Fiumicino

“Sono già stati eseguiti oltre 800 tamponi al drive-in della Asl Roma 3 a Casal Bernocchi che è stato potenziato con il contributo delle unità mobili USCA-R. Si andrà avanti ininterrottamente anche nella giornata di oggi per tracciare e testare tutti i contatti che hanno avuto a che fare con le due strutture di ristorazione a Fiumicino che sono state chiuse”. Lo comunica l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. “L’indagine epidemiologica verrà estesa anche all’Ambasciata del Bangladesh di Roma in cui il giorno 22 giugno si è recato per motivi amministrativi il dipendente ora ricoverato allo Spallanzani”, conclude l’Unità di Crisi regionale. 

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 27 giugno

Ore 18:30 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 8 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato a 34.716. Ieri il dato era di 30 vittime. Si tratta del numero dei decessi più basso dall’inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore si sono invece registrati 175 nuovi positivi. Le persone attualmente positive al Covid sono 16.836 (ieri erano 17.638).

Ore 18:00 Il bollettino della Regione Lazio

Nelle ultime 24 ore è stato registrato un nuovo decesso e 18 nuovi contagi, di cui cinque a Roma città e otto legati invece al cluster di Fiumicino. L’assessore D’Amato rinnova “l’invito a tutti i ristoratori al rispetto dell’ordinanza che prevede che venga richiesto per ogni tavolo almeno un recapito telefonico, una misura fondamentale per il tracciamento dei contatti”. 

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 26 giugno

Ore 18:00 il bollettino della Protezione Civile

Ecco il bolletino della giornata di oggi: sale a 34.709 (+30) il totale dei decessi, 187.615 (+890) il numero dei guariti. Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia raggiunge 239.706 (+259). Nel Lazio 13 nuovi casi, 5 a Roma (di cui tre casi del Bangladesh) mentre i restanti 8 in provincia. Nelle altre province del Lazio non sono stati registrati nuovi contagi.

Ore 10:00 Coronavirus, in Italia almeno dieci focolai

Il Coronavirus torna a fare paura dopo una breve tregua. Crescono nuovamente i casi in Europa dove tornano le zone rosse, ma la situazione inizia a farsi calda anche in Italia dove si sono riaccesi dei focolai di covid. In alcune regioni si stanno registrando situazioni critiche e l’Istituto della Sanità invita alla prudenza per evitare che si possa verificare la stessa situazione che stanno vivendo altri paesi con la seconda ondata del virus. Attualmente i focolai presenti in Italia sono dieci: quello di Mondragone (Caserta) dove sono stati messi in quarantena i residenti dei Palazzi ex Cirio (30 positivi); Palmi (Reggio Calabria) dove ci sono 8 positivi; Bologna dove in un’azienda si sono riscontrati 14 positivi e in un’attività commerciale 12 positivi; Montecchio (Reggio Emilia), con un focolaio in due famiglie con legami parentali per un totale di positivi; Bolzano, con un focolaio familiare con 11 positivi; Como, dove in una casa di accoglienza per persone bisognose sono stati trovati 7 positivi; Province di Prato e Pistoia con 19 positivi; Porto Empedocle (Agrigento), con un focolaio nella nave dei migranti portati dalla Sea Watch per un totale di 28 positivi; Alessandria, in una casa di riposo con 13 positivi; Roma, in un istituto religioso con 4 positivi, oltre ai focolai della Garbatella e dell’ospedale San Raffaele Pisana.

Ore 08:00 Scuola, le Regioni contro la Ministra Azzolina: “Servono fondi”

Niente mascherina al banco e niente didattica a distanza se un solo compagno non può permettersela. Più docenti in cattedra per garantire le lezioni in presenza. Sono questi i punti su cui si discute, in una due giorni di fuoco, per la riapertura delle scuole a settembre. In classe ci si deve tonare ma non si sa ancora come. O meglio oggi si dovrebbe sapere, attraverso le linee guida che la ministra all’istruzione, Lucia Azzolina, presenterà in Conferenza Stato-Regioni. Il condizionale è d’obbligo, visto che le riunioni e i vertici tra ministero, task force, sindacati e Regioni ormai non si contano più. Come non si contano le proteste dei comitati di docenti e genitori che anche ieri, al motto di “Priorità alla scuola”, hanno manifestato in oltre 60 piazza italiane. La ministra Azzolina, come riporta Leggo, ha chiesto un miliardo di euro in Consiglio dei ministri per l’edilizia scolastica e il potenziamento degli organici, le Regioni chiedono monitoraggi sulle criticità delle scuole, con tavoli tecnici, ma soprattutto si sta discutendo su tre aspetti cruciali, che potrebbero risolversi oggi: la mascherina obbligatoria tutto il giorno, le assunzioni e la didattica a distanza.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 25 giugno

Ore 18:10, bollettino protezione civile: “296 nuovi positivi e 34 decessi”

“Nelle ultime 24 ore sono 296 i nuovi casi di positività, 614 i guariti (ieri 1.526) e 34 i decessi (30). I casi totali sono 239.706, di cui 186.725 i guariti. 

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 24 giugno

Ore 20:00 Il Cts blocca ancora gli sport di contatto

Domani sarebbero dovuti ripartire tutti gli sport di contatto, compreso il calcetto, ma bisognerà ancora aspettare. Il Comitato tecnico-scientifico ha detto, nel parere espresso oggi, che ancora non ci sono le condizioni per prendere decisioni in contrasto con le raccomandazioni sul distanziamento fisico.

Ore 17:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus, i dati del Lazio aggiornati ad oggi 24 giugno. Secondo quanto comunica l’assessorato alla Sanità della Regione sulla pagina Facebook dedicata ‘Salute Lazio’, i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 6, con un decesso: si conferma il trend in calo nelle province, che registrano zero casi. Dei nuovi casi odierni uno riguarda una paziente dimessa dal San Raffaele Pisana con tampone negativo e attualmente ricoverata al COVID Center di Casal Palocco. Il focolaio raggiunge così un totale di 123 casi complessivi. Un secondo caso a distanza di 48h di un positivo proveniente da Dacca (Bangladesh). L’uomo era partito dal Bangladesh e atterrato a Fiumicino con scalo a Doha.

Ore 16:00 Cancellata la Maratona di New York 2020

Il Coronavirus colpisce anche la Maratona di New York. L’edizione del 2020, che sarebbe stata la cinquantesima, è stata ufficialmente cancellata dagli organizzatori. Domenica 1 novembre per le strade della Grande Mela non si terrà un appuntamento che era un punto di riferimento per tutti gli sportivi. Discorso rimandato al 2021.

Ore 15:00 Decreto Rilancio, bonus di 600 euro per chi assiste familiari non autosufficienti

Un bonus da 600 euro al mese a chi, durante l’emergenza Covid, si è preso cura dei familiari non autosufficienti. E’ questa una delle proposte di modifica al dl rilancio contenute nel pacchetto di emendamenti presentato dai relatori. Il testo è all’esame della commissione Bilancio alla Camera e il solo elenco preparato dai relatori contiene 40 proposte di modifica. Il contributo da 600 euro verrebbe corrisposto per aprile e maggio 2020 e, si legge nella norma, essendo teso a dare sollievo alle famiglie maggiormente esposte a rischio di impoverimento a causa della presenza di componenti con disabilità, è compatibile con il Reddito di cittadinanza e il Reddito di emergenza. Il contributo verrebbe erogato in un’unica soluzione a un solo componente del nucleo familiare purchè convivente alla data del 23 febbraio 2020 con la persona assistita in condizioni di disabilità, con disturbi dell’età evolutiva o in condizione di non autosufficienza. Il costo dell’intervento è stimato in 75 milioni di euro.

Ore 11:30 Il Ministro Speranza: “60 milioni di vaccini distribuiti entro fine anno”

Roberto Speranza, Ministro della Salute, al Corriere.it ha parlato del vaccino per il Coronavirus: “Sono soddisfatto di aver firmato sabato scorso un’intesa insieme ai ministri della Francia, della Germania e dell’Olanda con la multinazionale Astrazeneca che ha raccolto gli studi della università di Oxford per il candidato vaccino più promettente. Nel contratto che abbiamo siglato le prime 60 milioni di dosi saranno distribuite già entro la fine dell’anno. Stiamo parlando ancora di un candidato vaccino, anche se il più promettente, ma è bello che l’Italia sia in testa a questa sfida in cui ci sono colossi internazionali, grandi paesi e partite geopolitiche”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 23 giugno

Ore 18:00, il bollettino della Protezione Civile

Ecco il bollettino della giornata di oggi: sale a 34.675 (+18) il totale dei morti, 184.585 (+1.159) il numero guariti e 19.573 (-1.064) i casi attualmente positivi in Italia. Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia raggiunge 238.833 (+122). Nel Lazio si sono registrati 8 nuovi casi, 3 dal focolaio del San Raffaele a Roma. Risolto invece il cluster a Garbatella.

Ore 07:00 Riapertura scuole: banchi singoli e mascherine

Gli studenti devono tornare in classe ma lo devono fare in sicurezza: sono ore cruciali queste per le linee guida del Governo sulla riapertura della scuola a settembre. Giovedì infatti la ministra all’istruzione Lucia Azzolina chiuderà i lavori sulle nuove regole per il prossimo anno scolastico e così i presidi sapranno come allestire le aule per accogliere 8 milioni di studenti e quasi un milione tra docenti e l’intero personale scolastico. La linea in parte è già tracciata: come riporta Leggo, le scuole che avvieranno recuperi delle lezioni andate perdute durante il lockdown potranno riaprire dal 1 settembre. Le lezioni vere e proprie potrebbero invece partire il 14 settembre. Almeno questa è la volontà del ministero dell’istruzione che dovrà però fare i conti con la tornata elettorale che, tra voti comunali, regionali e referendum, potrebbe arrivare il 20 settembre. Le scuole seggio si vedrebbero così interrompere l’avvio dell’anno scolastico, restando impegnate inoltre più volte nelle operazioni di sanificazioni. Il problema però non è solo la data di avvio ma, soprattutto, le procedure da seguire per garantire la sicurezza anti-contagio ai ragazzi ma anche ai docenti e al personale. La strada da seguire è quella adottata in questi giorni per gli esami di maturità in presenza: distanziamento in aula e mascherina negli spazi comuni. Gli studenti dovranno infatti indossare la mascherina durante ogni spostamento all’interno della scuola e anche in classe. Poi a settembre, in base ai contagi, si valuterà la possibilità di toglierla una volta seduti al banco. I banchi infatti, singoli e distanziati di un metro, garantiranno il distanziamento necessario. Anche i docenti in cattedra potranno togliere la mascherina, sempre che si mantengano alla giusta distanza dagli alunni.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 22 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Il bollettino odierno della Protezione Civile sul Coronavirus registra 218 positivi in più per un totale che sale a 238.720, mentre i decessi sono stati 23 tra ieri e oggi. 533 i dimessi dagli ospedali per un totale di attualmente contagiati di 20.637.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 21 giugno

Ore 9:30 Trump al primo appuntamento elettorale accusa la Cina

Donald Trump al primo appuntamento elettorale non ha perso l’occasione per accusare nuovamente la Cina per la diffusione del virus che chiama “Kung fu”. Il presidente ha parlato ai suoi sostenitori definendoli dei “guerrieri” e ha detto di aver salvato “centinaia di vite” grazie ai test, che però ora vuole rallentare. Infine ha smentito di avere alcun problema di salute.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 20 giugno

Ore 18:00 il bollettino della Protezione Civile

Ecco il bollettino di oggi: sale a 34.610 (+49) il bilancio dei morti, 182.453 (+546) il totale dei guariti e 21.212 (-331) il numero degli attualmente positivi in Italia. Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia raggiunge 238.275 (+262)

Ore 10:00 Brasile, superato il milione di contagi

La situazione in Brasile appare sempre più preoccupante. Come si apprende dall’ANSA, è stato infatti superato il milione di contagi nello stato sudamericano, accompagnati da quasi 49.000 morti. La pandemia da Coronavirus continua in espansione in tutta l’America latina, dove i contagiati sono saliti a 1.945.206 (+73.234) e i morti a 90.701 (+1.878).

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 19 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

L’odierno bollettino della Protezione Civile registra 251 contagiati in più, 157 dei quali in Lombardia. Sono invece 47 le vittime, in calo rispetto alle 66 di ieri. Sono 5 infine le regioni ad aumento zero: Marche, Campania, Valle D’Aosta, Calabria e Basilicata.

Ore 17:00. Oms: “Ottimismo per il vaccino entro quest’anno.”

Queste le parole della responsabile degli scienziati dell’organizzazione, Soumya Swaminathan, sul vaccino: “Nutro la speranza e sono ottimista. Se avremo fortuna, ci saranno uno o due vaccini di successo. Lo sviluppo di un vaccino è un compito complesso, comporta molte incertezze. La cosa positiva è che abbiamo molti vaccini in modo che anche se il primo fallisce, o se il secondo fallisce, non perdiamo la speranza, non ci arrenderemo”.

Ore 11:00 5 positivi in squadra: 3 membri dello staff tecnico e 2 calciatori

La Ligue 1 ha sospeso il campionato da ormai diverso tempo, ma continuano ad emergere positivi nelle squadre che militano nella prima serie francese. Tra queste c’è anche il Saint-Etienne che ha riscontrato la presenza di 5 positivi nel club: 3 dello staff tecnico e 2 calciatori.

Ore 10:00 il piano per riaprire la scuola a settembre

Sono in arrivo le direttive per riaprire le scuole in sicurezza a settembre. Lo ha comunicato lo stesso Ministero dell’istruzione spiegando in una nota che sono state raccolte in questi giorni “le proposte di tutte le parti coinvolte” ed è stato chiesto un incontro alle Regioni e agli Enti locali, “da tenersi la settimana prossima”, in modo da chiudere le linee-guida. Per quanto riguarda la riapertura delle scuole a settembre, il ministero dell’Istruzione “ha già ipotizzato la data del 14”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 18 giugno

Ore 19:00 Coppa Italia, Zampa: “Comportamenti sbagliatissimi da parte dei tifosi”

I festeggiamenti a Napoli hanno generato non poche polemiche nel mondo scientifico e politico. Già questa mattina l’OMS ha fortemente condannato gli assembramenti che si sono creati nel capoluogo campano dove tantissime persone si sono riversate in strada per festeggiare la vittoria di Coppa Italia contro la Juventus. Anche la sottosegretaria alla Salute Zampa ha puntato il dito contro questi comportamenti: “Pechino ci sta dimostrando cosa succede quando non si capisce. Vorrei dire anche ai tifosi che fanno venire molti scrupoli di coscienza a chi ha deciso che poteva essere possibile ritornare al gioco del pallone. Se questo e’ il modo in cui si accoglie un’apertura, davvero, ci si domanda se quel senso di cittadinanza, di responsabilità che sembrava aver accompagnato il lockdown sia tale. Credo siano comportamenti sbagliatissimi”, ha detto ai microfoni di Rai Radio 1.

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 66 persone nelle ultime 24 ore sono morte per conseguenze derivate dal Coronavirus con il totale dei decessi che è arrivato 34.514. Ieri il dato era di 43 vittime. Dei 66 decessi registrati oggi oltre la metà (36) provengono dalla Lombardia, zero morti in Molise, Basilicata, Marche, Campania, Sicilia, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna e Calabria. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 23.101 persone, ieri era di 23.925, una diminuzione di 824 unità.

Ore 17:00 Il bollettino della Regione Lazio

Coronavirus nel Lazio, i dati aggiornati a oggi 18 giugno come comunicato dall’assessorato alla Sanità della Regione sulla pagina Facebook dedicata. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore nel Lazio sono 9, di cui 8 nella città di Roma e uno a Latina. Nessun caso nella provincia della Capitale, così come a Rieti, Frosinone e Viterbo. Ieri i nuovi positivi erano stati 10, di cui 9 a Roma. “Oggi registriamo un dato di 9 casi positivi e di questi nessun caso è riferibile ad un focolaio. Tutti i casi sono scollegati tra loro“, le parole dell’assessore Alessio D’Amato. “Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine. Sono stati 4 i decessi nelle ultime 24h, mentre sono stati 47 i guariti nelle ultime 24h raggiungendo un totale complessivo di 6.167 che sono ormai sei volte il numero degli attuali positivi“.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 17 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

L’odierno bollettino della Protezione Civile sui casi da Coronavirus registra un incremento di 329 casi rispetto a ieri, per un totale che sale a 237.828, dovuto anche al record di tamponi effettuati oggi, ben 77.701. Solo in Lombardia sono 242 i nuovi casi, il 75% di quelli totali. Attualmente i positivi sono 23.925 con un decremento di 644 elementi. 43 invece i decessi, 9 in più rispetto a ieri. Infine salgono a 179.455 i guariti di cui 929 nelle ultime 24 ore.

Ore 07:00 Spadafora: “In 24-48 ore arriverà la soluzione per il calcio in chiaro”

Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, è stato ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta: “Calcio in chiaro? Siamo a buon punto. Ho avuto disponibilità da Sky, Rai, Mediaset e Dazn, perché ovviamente se avessi avuto soltanto quella di Sky e non degli altri ci sarebbero stati dei problemi. Dobbiamo trovare delle forme che garantiscano tutti. Innanzitutto gli italiani vedranno qualche partita in chiaro sicuramente, ma anche nell’offrire contributi televisivi, gli highlights, le immagini delle partite in un tempo minore. Direi che nel giro di 24-48 ore dovremmo arrivare alla soluzione. Credo che saranno un paio di partite. Ci sarà spazio per tutti, perché se questa cosa si farà sarà grazie a Sky, Rai, Mediaset, Dazn, tutti vogliono offrire un servizio importante ai cittadini“. Poi sulla quarantena: “Ho parlato pochi minuti fa col ministro Speranza che dopo un confronto con i suoi uffici mi ha confermato che è necessario fare quanto lo stesso Cts chiede, ovvero modificare la norma del Decreto legge da loro definita ‘non compatibile’, per consentire un alleggerimento della quarantena. Gli ho manifestato la mia massima disponibilità a farlo in breve tempo. Il giochino di mettere i ministri l’uno contro l’altro, stavolta, non funzionerà”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 16 giugno

Ore 18:00 il bollettino odierno

Ecco il bollettino di oggi: I positivi continuano a diminuire, 1.340 in meno nelle ultime 24 ore per un totale di 24.569. I decessi, invece, raggiungono quota 34.405 con un incremento di 34 persone nella giornata di oggi. A Roma uno solo nuovo caso proviene dal San Raffaele. Nelle ultimi 24 ore si sono registrati 9 casi in tutta la regione Lazio.

Ore 07:00 Serie B, calciatore positivo nel Venezia

Dopo il lockdown, primo caso di calciatore positivo al Coronavirus. Più precisamente in Serie B tra le fila del Venezia. Il club lagunare ha diramato un comunicato in cui non rivela l’identità del tesserato, ma ufficializza la positività. Ecco il comunicato: “Il Venezia FC comunica che al quinto ciclo di tamponi effettuati venerdì 12 giugno da giocatori, staff tecnico e gruppo squadra, è stato rilevato in un calciatore positività al Covid 19. L’intera squadra per tale motivo oggi non ha effettuato la seduta di allenamento in programma e a partire da questa sera andrà in isolamento fiduciario in attesa di ricevere i risultati di un nuovo ciclo di tamponi effettuato in data odierna e di ricevere ulteriori indicazioni operative da parte degli organi competenti”. I calciatori resteranno in isolamento fino al nuovo giro di tamponi e torneranno ad allenarsi qualora gli esami fossero negativi.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 15 giugno

Ore 20:00. Spadafora: “Proseguono i lavori per avere le partite in chiaro”

“Grazie al bel lavoro svolto dal mio ufficio siamo a buon punto per trovare un accordo importante che metta insieme tutto. Non per tutte le partite, ma per alcune ci stiamo riuscendo. C’è Sky, poi la Rai, Mediaset e Dazn, non è una partita facile”.

Ore 18:00, i dati di oggi

Ecco il bilancio del coronavirus in Italia di oggi. Sale a 34.345 (+44) il totale morti, 176.370 (+1.505) il numero guariti e 26.274 (-1.211) gli attualmente positivi. Il totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia raggiunge 236.989 (+338)

Ore 11:00 Il Ministro Speranza: “Il vaccino sarà gratis per tutti”

Il vaccino lo paga lo Stato verrà distribuito gratis a cominciare dalle classi più a rischio. Stiamo parlando del vaccino più avanti di tutti – spiega – la cui sperimentazione sull’uomo è partita ad aprile. Un pezzo significativo del processo produttivo si realizzerà da noi, grazie a due importanti realtà di Pomezia e Anagni”, così il Ministro della Salute Speranza in un’intervista al Corriere della Sera. “Abbiamo fatto un accordo per 400 milioni di dosi, di cui le prime 60 milioni saranno disponibili a partire dall’autunno. L’Italia è nel gruppo di testa, fra i paesi che devono gestire il vaccino. Abbiamo bloccato un numero molto alto di dosi per poterle condividere con gli altri paesi europei. Il vaccino è un diritto di tutti, non un privilegio di pochi; è stato fatto un passo importante per assicurare che la Ue non resti schiacciata tra i giganti Cina e USA, che giocano una partita epocale. Ma il mio atteggiamento resta quello della prudenza. La svolta vera vera ci sarà quando l’agenzia europea per i medicinali darà il via libera. Stiamo già lavorando per essere pronti non dobbiamo mai pensare che il nemico sia vinto. I dati sono incoraggianti, la direzione giusta, ma finché il vaccino non sarà disponibile il rischio che il virus riparta va sempre considerato. Non finirò mai di raccomandare massima cautela”, ha aggiunto.

Ore 09:30 Roma, la situazione dei due focolai della capitale

Sotto controllo, ma da non sottovalutare la situazione Coronavirus a Roma. Sono due i focolai nella Capitale degli ultimi giorni: quello relativo al San Raffaele sulla Pisana e quello di un edificio occupato e messo sotto osservazione a Garbatella, in Piazza Attilio Pecile. Per quello che riguarda la struttura sanitaria al momento i casi totali raggiunti sono 104, con 5 decessi. Tutti i pazienti e i dipendenti, oltre alle persone venute a contatto con entrambe le categorie, continuano a essere tracciati con tamponi e test. La situazione, nonostante i numeri a tre cifre, appare sotto controllo. Nove sono i positivi riscontrati nella giornata di ieri nel cluster del palazzo occupato nella zona di Roma sud che hanno portato il totale a 17 casi.

Ore 08:00 Scuola, decisa la data di riapertura

Scuola, decisa la data di riapertura: sarà lunedì 14 settembre. Con Riferimento al Dibattito in corso sulla dati di riapertura delle scuole e di ripresa effettiva delle lezioni, il Ministero dell’Istruzione precisa che “il Decreto Scuola, recentemente convertito in legge, stabilito dal primo di settembre, le scuole, ha riavuto per l’attività legata al recupero degli apprendimenti. Per quanto riguarda invece relativamente ufficiale delle lezioni, come già specificato nella giornata di ieri, la decisione – prosegue il ministero dell’Istruzione – deve essere presa insieme alle Regioni, a cui sarà proposta la data di lunedì 14 settembre, con l’aiuto di tornare alla piena normalità scolastica il prima possibile”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 13 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Il bollettino odierno della Protezione Civile sul Coronavirus registra un decremento di 1.512 positivi per un totale che scende a 27.485. Sono 78 i decessi in più e in tutto salgono a 34.301. Scendono di 7 i ricoverati in terapia intensiva.

Ore 17:10. Spadafora: “In Juve-Milan ha funzionato tutto.”

Ai microfoni di Sky è intervenuto il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora: “Ieri sera ha funzionato tutto bene, ma ci siamo arrivati con un percorso molto complicato, difficile, ricordando sempre che lo sport non è soltanto il calcio e il calcio non è solo la Serie A. Siamo solo agli inizi: speriamo che i protocolli stabiliti possano dare tutte le garanzie necessarie”.

Ore 10:00 Scuola, la nota del Ministero dell’Istruzione sulla riapertura

Con riferimento alle possibili date di inizio dell’anno scolastico 2020/2021 riportate da alcuni organi di stampa, il Ministero dell’Istruzione precisa che non è ancora stata presa una decisione definitiva in merito. Tutte le ipotesi in circolazione attualmente sono, quindi, infondate e premature. Sulla definizione del calendario scolastico è in corso un confronto con le Regioni. Ogni notizia ufficiale verrà comunicata, come sempre, dal Ministero, tramite i propri canali istituzionali. Le ipotesi, emerse nei giorni scorsi su alcuni organi di stampa, indicavano la proposta del ministro Azzolina nel 1 settembre con lezioni di recupero delle ore perse con la didattica a distanza. Elezioni amministrative e referendum, fissate per il 20 settembre, avrebbero però fatto slittare la riapertura delle scuole fino al 23. Altre date indicate dalla stampa e smentite dal Ministero facevano riferimento al periodo compreso tra il 10 e il 15 settembre a seconda delle scelte delle singole Regioni.

Ore 09:00 Aumenta il numero di contagi legati al San Raffaele

Si è allargato nelle ultime ore il focolaio al San Raffaele Pisana. Ieri sono stati rilevati 27 casi, che aggiunti ai numeri precedenti fanno registrare 99 casi e cinque morti, di cui due nelle ultime 24 ore. Alta attenzione quindi della Regione che punta ora al doppio tampone: dei 22 nuovi casi riferiti al focolaio 16 derivano dai tamponi di controllo effettuati su operatori e pazienti della casa di cura negativi ai primi tamponi. 

Ore 08:00 Focolaio al San Raffaele, 93 i casi: morta una donna di 89 anni

La ASL Roma 3 ha comunicato che dai tamponi di controllo eseguiti ieri, a distanza di 5 giorni dalla prima tornata, sono emersi altri 16 casi positivi presso l’IRCCS San Raffaele Pisana di cui 14 pazienti, tutti collegabili con i primi pazienti positivi nella struttura, e due operatori. Ed è morta, al policlinico Gemelli, una donna di 89 anni riferibile al cluster del San Raffaele Pisana. Nella sola città di Roma si sono accertati 22 nuovi contagi (di cui 17 legati al San Raffaele Pisana). Nelle altre province del Lazio non sono stati registrati nuovi contagi.Questo focolaio si dimostra impegnativo, ma il sistema dei doppi controlli sta funzionando, grazie alla tempestività degli interventi messi in atto sono stati individuati questi nuovi casi che erano negativi ai tamponi precedenti. Il focolaio raggiunge così al momento un totale di 93 casi positivi destinati ad aumentare.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 12 giugno

Ore 18:00, i dati del Coronavirus

I positivi continuano a diminuire, 1.640 in meno nelle ultime 24 ore per un totale di 28.997. I decessi, invece, raggiungono quota 34.223 con un incremento di 56 persone nella giornata di oggi. A Roma ancora problemi per il focolaio del San Raffaele nelle ultime 24 ore si sono registrati 22 nuovi. 27 in tutta la regione.

Ore 13:00 Zampa: “Il virus circola ancora ma siamo organizzati”

La sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa è intervenuta ai microfoni di Radio Cusano Campus per parlare della situazione Coronavirus: “Il virus circola ancora, ci sono ancora presenze di piccoli focolai. Probabilmente in questo momento anche il clima aiuta perché la gente sta di più all’aperto. Siccome fino ad ora non ci sono certezze, in presenza di un’attività del virus ancora in essere, sarebbe sciagurato stavolta immaginare che governiamo tutto quando il virus ha dimostrato che non è così. Noi siamo già organizzati, questa volta non ci sarebbero giustificazioni se ci facessimo trovare impreparati”

Ore 10:00 Roma, 77 casi dal focolaio del San Raffaele

Non sembra volersi fermare il numero di contagi riconducibile al cluster del San Raffaele. A ieri sono 77 i casi di persone positive di cui 3 sono deceduti, pazienti con precedenti patologie. I test continuano e ieri 500 tra dipendenti e pazienti della struttura sono risultati tutti negativi. Allarme rientrato al Policlinico Umberto I dove un paziente e due infermieri del reparto malattie infettive sono risultati positivi, uno dei quali aveva avuto contatti con un collega del San Raffaele. Tutti gli altri tamponi hanno dato esito negativo e il reparto è stato chiuso e sanificato ed è tornato pronto all’uso.

Ore 07:00 Conte: “Dal 25 giugno via agli sport amatoriali”

Il premier Conte, in una breve conferenza stampa da Palazzo Chigi, ha annunciato di aver firmato il nuovo DPCM, spiegando alcune novità: “A decorrere dal 12 giugno, ho appena firmato un nuovo DPCM, riprendono gli eventi e le competizioni sportive a porte chiuse, quindi anche la Coppa Italia di calcio, senza la presenza di pubblico nel rispetto dei protocolli emanati al fine di prevenire le occasioni di contagio. Dal 25 giugno riprendono, o meglio possono riprendere, gli sport di contatto amatoriali, se le Regioni ritengono che ne ricorrano i presupposti di compatibilità con l’andamento della situazione epidemiologica“. Poi ha aggiunto: “Le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo sono consentite se le Regioni hanno accertato la compatibilità della riapertura con l’andamento della linea epidemiologica. Riaprono i centri estivi anche per i bambini, riprendono gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, con alcune cautele e precauzioni. Restano sospese le attività in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, al chiuso o all’aperto“.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti dell’11 giugno

Ore 18:10, i nuovi dati della protezione civile

I positivi sono 30637 unità con un decremento di -1.073 rispetto a ieri. I morti sono saliti a 34.167, con 53 decessi in più rispetto a ieri. Le persone guarite sono 171.338, con +1.399 guariti più di ieri. In terapia intensiva abbiamo una diminuzione di -20. Tamponi eseguiti: 52.530. Contagi totali: 236.142 (+379)

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 10 giugno

Ore 18. I nuovi dati della protezione civile.

I positivi sono 31.710 unità con un decremento di -1.162 rispetto a ieri. I morti sono saliti a 34.114, con 71 decessi in più rispetto a ieri. Le persone guarite sono 169.939, con +1.293 guariti più di ieri. In terapia intensiva abbiamo una diminuzione di -14. Tamponi eseguiti: 55.003. Contagi totali: 235.763 (+202)

Ore 10:00 Il Lazio sale al secondo posto per numero di nuovi casi

Il cluster dell’Irccs San Raffaele ha registrato 55 positivi portando il Lazio nella giornata di ieri a risultare la seconda regione più colpita d’Italia con 23 casi. Di questi 14 provengono proprio dall’Istituto della Pisana anche se, secondo quanto assicura l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, rappresentano la coda di un focolaio ormai circoscritto. Pazienti che dopo alcuni giorni dalla dimissione dalla struttura hanno sviluppato la positività: al momento nessun positivo è rimasto nella struttura. La situazione di Roma, escluso il cluster, conta 7 casi Covid in più di cui 5 riferibili al territorio dell’Asl Roma 3. Tre invece in provincia, due a Frosinone e nessuno tra Latina, Rieti e Viterbo. Sono tre i decessi nel Lazio, di cui uno avvenuto presso lo ‘spoke’ dello Spallanzani di Casal Palocco di un paziente residente in provincia di Rieti che aveva svolto un periodo di degenza in riabilitazione.

Ore 08:00 Vacanze, la Grecia apre agli italiani

Superato lo scoglio interno della circolazione tra regioni, ora gli italiani decisi a passare l’estate fuori dai confini nazionali vanno a caccia di certezze. La pandemia ha modificato scenari e condizionerà anche le nostre vacanze, tra chi ci accoglierà a braccia aperte (ancora pochi) e chi sta sciogliendo le ultime perplessità. Il primo passo (indietro) lo ha fatto la Grecia che dopo aver alzato il muro ha rivisto la sua posizione. Da lunedì, seppur in modo graduale, le porte saranno aperte. Entro fine mese ogni limitazione sarà gettata via finendo nel cestino insieme alle polemiche che le hanno accompagnate. Quarantena obbligatoria, invece, per chi sbarca in Gran Bretagna. Ai passeggeri in arrivo, sarà inoltre chiesto di fornire alle autorità un indirizzo dove poter essere rintracciati durante il periodo di autoisolamento.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 9 giugno

Ore 18:10, protezione civile: “79 decessi in più rispetto a ieri”

I positivi sono 32.872 unità con un decremento di -1.858 rispetto a ieri. I morti sono saliti a 34.043, con 79 decessi in più rispetto a ieri. Le persone guarite sono 168.646, con +2.062 guariti più di ieri. In terapia intensiva abbiamo una diminuzione di -20. Tamponi eseguiti: 55.003.  Contagi totali: 235.561 (+283)

Ore 09:00 A Bergamo il 57% dei cittadini sottoposti a test sierologico è positivo

Hanno aderito in misura minore di quanto ci si aspettasse. Delude la risposta dei cittadini selezionati dall’Istat per effettuare i test sierologici, nell’ambito dell’indagine nazionale finalizzata a mappare la diffusione del nuovo coronavirus sul territorio. Sul campione di oltre 150.000 soggetti selezionati in 2mila comuni e tutti contattati dalla Croce Rossa, solo il 24% ha infatti risposto positivamente al primo contatto e di questi oltre la metà ha effettuato già il prelievo. Un 63% di persone è invece da ricontattare perchè, per vari motivi, non ha ancora risposto. Intanto, a fornire una prima fotografia della diffusione del virus in una delle aree più colpite è un’altra indagine, sempre con test sierologici, promossa dall’Azienda sanitaria Ats di Bergamo: dal 23 aprile al 3 giugno sono state sottoposte al test 20.369 persone, di cui 9.965 cittadini e 10.404 sanitari. Per i cittadini, la percentuale di positività è del 57%, mentre tra il personale sanitario scende al 30%. La rilevazione fornisce un primo quadro territoriale della ‘quantità’ di cittadini che hanno sviluppato anticorpi al virus.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 8 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

L’odierno bollettino emesso dalla Protezione Civile registra una decrescita di 532 casi per un totale che scende a 34.730. Sono 65 invece i nuovi decessi e 847 le nuove guarigioni per un totale rispettivamente di 33.964 e 166.584. In Lombardia aumentano di 194 i casi (ieri erano 125) nonostante siano stati effettuati meno tamponi, 27.111 a fronte dei 49.478 di ieri.

Ore 8:00 la sperimentazione di Immuni: le parole di Paola Pisano

La ministra dell’Innovazione, Paola Pisano, ha parlato della sperimentazione dell’applicazione Immuni: “L’app è già attiva su tutto il territorio, su scala nazionale, e oggi inizia la sperimentazione in quattro Regioni, poi gradualmente entreranno le altre a livello nazionale. Sembra esser stata accolta bene dai cittadini, che ne hanno apprezzato la semplicità di utilizzo e anche l’utilità. Ad oggi è stata già scaricata da più di 2 milioni di persone”. 

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 7 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

In Italia altre 53 persone sono morte per conseguenze derivate dal coronavirus con il totale che è arrivato a 33.899. Ieri il dato era di 72. È quanto ha diramato il dipartimento della Protezione civile nel bollettino di oggi domenica 7 giugno. Dei 53 decessi registrati oggi, 21 provengono dalla Lombardia. Le regioni che registrano zero morti sono: Basilicata, Molise, Calabria, Sardegna, Umbria, Trentino Alto Adige, Campania, Marche. Il numero totale di attualmente positivi è di 35.262, con una decrescita di 615 assistiti rispetto a ieri.

Ore 17:00 Il bollettino della Regione Lazio

Oggi registriamo un dato di 11 casi positivi di cui 4 riferibili al focolaio dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma e continuano a crescere i guariti che sono stati 16 nelle ultime 24 ore. La gestione del focolaio è stata tempestiva e al momento è sotto controllo, ma non dobbiamo abbassare la guardia“. Così l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “I decessi sono stati 2, mentre il numero complessivo dei guariti è di 4.362 totali” conclude l’assessore. I guariti sono saliti di 16 unità nelle ultime 24 ore.

Ore 15:30. Salgono a 35 i nuovi contagi al San Raffaele di Roma.

“Sono ad oggi 35 i casi riferibili al focolaio dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma e siamo in attesa dell’esito degli ultimi tamponi. Ne sono stati effettuati circa 700 tra pazienti, operatori e soggetti esterni. Al momento il focolaio è circoscritto e l’ipotesi maggiormente accreditata circa il caso indice è riferita ad alcuni operatori, siamo però in attesa delle conclusioni dell’audit.”

Ore 13:10. Il ministro Spadafora si scaglia contro il tifo violento.

A seguito degli scontri di ieri al Circo Massimo tra frange dell’estrema destra e tifoseria, il ministro dello Sport ha postato su Facebook le intenzioni del governo sulla riapertura della Serie A. Spadafora ha scritto: “Condanno fermamente e senza appello gli scontri di ieri al Circo Massimo, animati da Forza Nuova ed alcune frange estremiste dei gruppi ultras. Alla riapertura il tifo violento non avrà alcuno spazio”.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 6 giugno

Ore 18:00 Il bollettino della Protezione Civile

Il giornaliero bollettino emesso dalla Protezione Civile registra un decremento di 1.089 casi rispetto a ieri, per un totale che scende a 35.877. La Lombardia conta un aumento di 142 positivi a fronte di 72.485 tamponi eseguiti oggi rispetto ai 65.028 di ieri. Nelle ultime 24 ore sono state 72 le vittime in tutta Italia e sono 1.297 i guariti in più.

Ore 17:00. Focolaio al San Raffaele di Roma. 32 positivi e un decesso

Fra le 31 persone al momento positive ci sono 9 dipendenti, 2 famigliari degli operatori sanitari e 20 pazienti, di cui 18 già trasferiti e 2 in trasferimento. Verranno sottoposti al test tutti i dipendenti, i consulenti esterni e i loro congiunti, oltre ai pazienti attuali e tutti quelli dimessi negli ultimi 14 giorni.

Ore 07:00 Locatelli: “Quarantena? Il calcio non può avere trattamenti diversi”

Il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Comitato Tecnico Scientifico, è intervenuto a Radio Marte: “Direi che, come abbiamo fatto nelle ultime settimane nell’ottica della ripresa, dobbiamo fare anche in questo caso un passo per volta. Dobbiamo perseverare un approccio prudente, rifletteremo tra qualche settimana su questa possibilità. Tutto però deve essere fatto con assoluta gradualità e i numeri delle curve devono continuare a confortare anche nel futuro. Il mondo del calcio non può avere trattamenti diversi rispetto a quelli che vengono impiegati nel resto del Paese. La durata della quarantena deve essere stabilita sull’intero territorio nazionale. Se è di 14 giorni, deve essere di 14 giorni anche nel calcio. Poi, se in virtù dell’evoluzione della curva epidemica si cambierà la disposizione nazionale, allora si potrà cambiare e adeguarsi anche nel calcio“.

Coronavirus Italia, news e aggiornamenti del 5 giugno

Ore 18:30 Protezione civile: “85 decessi in più rispetti a ieri”

I positivi sono 36.976 unità con un decremento di -1.453 rispetto a ieri. I morti sono saliti a 33.774, con 85 decessi in più rispetto a ieri. Le persone guarite sono 163.781, con +1.886 guariti più di ieri. In terapia intensiva abbiamo una diminuzione di -22. Tamponi eseguiti: 65.028.  Contagi totali: 234.531 (+518)

Ore 17:00 Il bollettino della Regione Lazio

I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 9 di cui 8 nella città di Roma e uno solo a Frosinone. Nessun caso nella provincia della Capitale, così come a Latina, Rieti e Viterbo. Due decessi negli ospedali romani: uno al Gemelli, uno al Policlinico Tor Vergata.

Ore 16:00 OMS, Ricciardi: “Serie A? Non si può accorciare la quarantena”

“Quando la circolazione del virus sarà ridotta, si potrà pensare ad una riapertura, anche alle manifestazioni sportive. Il problema del calcio è che gli spettatori sono tanti, bisogna essere in grado di garantire tutte le misure”. Così Walter Ricciardi, membro del consiglio esecutivo Oms, consigliere del ministro Speranza per il Coronavirus e consulente Coni, intervenendo sul campionato di calcio a Radio Punto Nuovo. “Protocollo di 14 giorni? L’accorciamento non è possibile – prosegue Ricciardi – Il periodo di allontanamento non può essere inferiore, ma una strada alternativa si può trovare, ci stiamo lavorando. Ci sono casi in cui l’incubazione dura anche oltre i 14 giorni. Perché non seguire gli altri Paesi Europei? Gli inglesi hanno sbagliato tutto in questa pandemia, la Germania invece non ha raggiunto i nostri picchi”.

Ore 12:00 Nel Lazio una mortalità cinque volte più bassa della media nazionale

Come sottolinea la Regione Lazio, secondo il rapporto prodotto congiuntamente dall’ISTAT e l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) dal titolo ‘Impatto dell’epidemia COVID sulla mortalità totale della popolazione residente’ nel Lazio si è registrato nel primo quadrimestre 2020 un tasso di mortalità COVID standardizzato per 100 mila abitanti 5 volte inferiore alla media nazionale, 15 volte in meno della Lombardia, 8 volte in meno dell’Emilia-Romagna e 3 volte in meno rispetto al Veneto. Alessio D’Amato, assessore alla sanità, ha commentato: “Questo risultato non è ascrivibile alla sorte, bensì al modello organizzativo di contrasto al COVID messo in atto a Roma e nel Lazio dove va mantenuta alta l’attenzione”.

Ore 8.00 Oltre 6,6 milioni di casi nel mondo: più di 391mila morti

Sono 6.639.092 i casi confermati di coronavirus nel mondo e i morti ammontano a quota 391.249. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, secondo cui sono gli Usa il Paese più colpito con 1.872.660 contagiati e 108.221 deceduti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.
La nostra redazione nasce nel 2011, per la grande immensa passione per la Lazio che ci ha sempre guidato dalla nascita. Il nostro obiettivo è quello di rendere l'informazione biancoceleste libera da ogni tipo di commento e di opinione personale. A noi piace fare i 'cronisti', raccontare quello che vediamo, quello che ci viene detto attraverso le nostre esclusive, approfondire ogni tematica riguardante la prima squadra della Capitale. Il nostro slogan? "Lazionews.eu: la tua Lazio, in tempo reale". FORZA LAZIO!!!

1 commento

  1. Complimenti, veramente complimenti. La storia in Italia del coronavirus ce l’avete raccontata benissimo, con lealtà e “””sostanza””” professionale. Bravi ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.