Lazio, KOZAK non va ceduto

Pubblicato 
venerdì, 15/06/2012
Di
Redazione LN
Tempo di lettura: 2 minuti

Lazio, Kozak non va ceduto

(getty images)

RASSEGNA STAMPA - IL CORRIERE DELLO SPORT - E’ difficile discutere Libor Kozak, sarebbe meglio aspettarlo e continuare a crederci, perché potrebbe esplodere il prossimo anno. Quando ha giocato, non s’è fatto intimorire: 36 presenze, 10 gol in due campionati, quasi sempre entrando dalla panchina. Ecco cosa dicono i numeri, che schiacciano qualsiasi valutazione. La Lazio deve tenerlo e questa sembra sia anche l’intenzione di Lotito. Il nome del centravanti ceco, però, sta cominciando a entrare nel mercato.

[...] La Lazio, però, non deve commettere questo tipo di errore. Per due motivi. Il primo: Lotito e Tare lo hanno aspettato Kozak, lo hanno imposto e difeso nonostante i suoi allenatori non lo “vedessero”. Prima Rossi e poi Reja ritenevano che avesse bisogno di sgrezzarsi, di fare esperienza altrove. Sarebbe una contraddizione cederlo in prestito nelle prossime settimane. O si mandava fuori l’estate scorsa oppure adesso bisogna insistere. A maggior ragione, e qui entra in campo il secondo motivo, se hai scelto un tecnico come Petkovic con il vizio di lanciare i giovani. E allora si può giocare una chance anche Libor Kozak, soprattutto se la Lazio riuscirà a giocare l’Europa League e potrò essere organizzato un bel turnover. Rocchi viaggia verso i 35 anni, Klose ne ha appena compiuti 34 e ha pagato, verso la fine del campionato, un utilizzo senza soste. La squadra biancoceleste giocherà con due punte, almeno questo dicono le nostre indiscrezioni: il modulo più accreditato, fermo restando che Petkovic studierà l’organico in ritiro e non punterà soltanto su un’idea tattica, era e resta il 3-5-2. E per muoversi stabilmente con due attaccanti centrali, ne servono almeno quattro a disposizione: Klose, Kozak e Rocchi sono considerati nel progetto, Yilmaz è in arrivo, Zarate rischia la cessione ma è pronto a giocarsi una chance, Floccari è in uscita, Alfaro andrà sicuramente in prestito. [...]
Non perdiamoci di vista, seguici!
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram